Suffragio don Antonio CHIAPPANI

Carissimi Confratelli, è tornato alla Casa del Padre il Salesiano Sacerdote don Antonio CHIAPPANI, della Comunità di Alessandria, degente dal 2015 a Torino, nella Casa Andrea Beltrami. Lo ricordiamo con gratitudine e preghiamo a suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Il Rosario: Domenica, 03 novembre, ore 19.00 Chiesa Parrocchiale San Giuseppe Artigiano, c.so Acqui 398 – Alessandria

I Funerali: Lunedì, 04 novembre, ore 14.00 Chiesa Parrocchiale San Giuseppe Artigiano, c.so Acqui 398 – Alessandria

La sua salma sarà tumulata nel Cimitero di Alessandria. Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1. Facciamo fraterna memoria del caro Don Antonio nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita: Casale Monferrato (AL), il 10/02/1933

Data della prima professione: 16/08/1949

Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 01/07/1960

Proveniente dalla Casa di Casale Monferrato ha compiuto il Noviziato a Morzano, professando il 16/08/1949. Dopo il Post-noviziato a Foglizzo e il tirocinio ad Intra e a Biella, ha intrapreso gli studi teologici a Bollengo, dove è stato ordinato Presbitero il 01/07/1960. L’Obbedienza lo ha poi inviato come Assistente ed Insegnante nelle Case dell’ex Ispettoria Novarese: prima a Muzzano, poi ad Alessandria, Asti e Lugano.
Nel 1969 viene mandato a Roma, al Gerini, dove conclude gli studi teologici con la Licenza. Tornato in Ispettoria è inviato come catechista ed Incaricato dell’Oratorio ad Asti e poi come Incaricato del Convitto di Novara dal 1980 al 1982. Da quell’anno sino al 1997 svolge la missione salesiana di insegnante in numerose Case del Piemonte (Trino Verc., Borgomanero, Borgo San Martino, Asti, Casale M.to, Chieri).
Nel 1997 arriva ad Alessandria come Collaboratore parrocchiale e svolge questo servizio con zelo sino al 2015, anno in cui per ragioni di salute viene trasferito nella Casa di Torino Andrea Beltrami.
Don Antonio è stato un educatore animato da un autentico spirito salesiano, un Salesiano fedele che per tutta la vita si è impegnato con passione nella missione educativa ed evangelizzatrice tra i giovani.

Suffragio don Natale CERRATO

Carissimi Confratelli, è tornato alla Casa del Padre il Salesiano Sacerdote don Natale Cerrato, della Comunità del Noviziato, degente nella Infermeria Ispettoriale a Torino Valdocco. Lo ricordiamo con gratitudine e preghiamo a suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Il Rosario: venerdì 18 ottobre, ore 20.30 nella Chiesa di S. Francesco di Sales, Torino Valdocco

I Funerali: sabato 19 ottobre, ore 15.00 nella Basilica di S. Giovanni Bosco (Chiesa Superiore), Colle Don Bosco (AT)

La sua salma sarà tumulata nella Tomba dei Salesiani del Cimitero di Castelnuovo Don Bosco (AT). Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro don Natale nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita a Torino (TO) il 28/08/1922

Don Natale Cerrato ha frequentato l’aspirantato di Penango e compiuto il Noviziato a Villa Moglia, dove ha professato l’8 settembre del 1938. Dopo il Post-noviziato a Foglizzo e il tirocinio a Gaeta e a Castelnuovo don Bosco, ha compiuto gli studi teologici a Bagnolo e a Torino Crocetta. Conseguita la Licenza in Teologia, è stato ordinato Presbitero a Torino, il 4 luglio del 1948. Giovane sacerdote è partito per le missioni cinesi e l’Obbedienza lo ha inviato nell’Ispettoria Salesiana di Hong Hong, prima a Shanghai, come insegnante di teologia e incaricato di Oratorio e successivamente ad Abeerden e a Kowloon, come insegnante, Prefetto e Consigliere. Trasferito a Hong Hong e a San Antonio è stato nominato Economo Ispettoriale. Ha svolto poi la missione salesiana in molte altre Case dell’Ispettoria in qualità di insegnante, Direttore dei Centri Caritas e di Economo.
Don Natale Cerrato è rientrato in Italia, a Roma, nel 1975, come addetto di Terra Nuova; nel 1976 è stato trasferito alla delegazione dell’UPS, dove si è laureato in Teologia ed ha svolto il servizio di addetto alla libreria LAS, di Segretario della Facoltà Teologica e della Visitatoria, nonché di professore aggiunto sino al 1988. Nel 1989 è tornato in Piemonte a Colle don Bosco come addetto al Tempio e incaricato del Bollettino. Dal 1990 è stato trasferito a Pinerolo Monte Oliveto, nel Noviziato salesiano, come insegnante di Salesianità e Confessore. Infine nel 2018, per le sue precarie condizioni di salute, è stato accolto a Valdocco nella infermeria Ispettoriale.
Don Natale è stato un apprezzato studioso di don Bosco e di salesianità, ha scritto molte opere ed articoli, svolgendo un prezioso lavoro di divulgazione della vita e delle opere del Santo dei giovani. Ha amato don Bosco e per un ventennio lo ha fatto amare a tanti novizi provenienti da Ispettorie italiane e straniere. E’ stato un salesiano esemplare, dal cuore buono e paterno, che ha saputo offrire tutta la sua “lunga vita” al Signore, servendo fedelmente la Chiesa e la Congregazione.

Suffragio don Mario COLOMBO

Carissimi Confratelli, il Signore della Vita ha chiamato a Sé, il Confratello Sacerdote Salesiano don Mario COLOMBO, della Comunità di Torino – Crocetta. Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Il Rosario: Martedì 15 ottobre, ore 21.00 nella Cappella interna dell’Istituto Internazionale don Bosco, via Caboto 27, Torino.

I Funerali: Mercoledì 16 ottobre, ore 11.30 nella Chiesa pubblica di Maria Ausiliatrice, via Piazzi 23, Torino.

Breve profilo biografico:

Ha frequentato il Prenoviziato a Benevagenna e il Noviziato a Morzano (BI) dove ha professato il 16 agosto 1944. Dopo il Post Noviziato a Lombriasco e a Torino Valsalice ha svolto il tirocinio a Pinerolo e a Chieri. Ha intrapreso gli studi teologici a Torino Crocetta ed è stato ordinato Presbitero nella Basilica di Maria Ausiliatrice, a Torino, il 1° luglio 1954. Ha quindi conseguito la Licenza in Teologia a Roma UPS nel 1957 e l’equipollenza per l’insegnamento delle Lettere nel 1960. Giovane sacerdote a Torino Valdocco è stato incaricato del Centro Giovanile Auxilium nel 1° Oratorio Festivo. L’obbedienza lo ha poi portato a Lombriasco e a Torino Valdocco come Catechista ed Insegnante e poi ha svolto il servizio d’autorità come Direttore a Lanzo e a Peveragno Nel 1976/77 è stato nominato incaricato del Postnoviziato e della Comunità Vocazionale e l’anno successivo Direttore della Comunità San Domenico Savio.
Dal 1976 al 1985 è stato Ispettore della Ispettoria Centale con sede prima a Valdocco e poi alla Crocetta. Terminato il sessenio è stato inviato a Nave (BS) come Direttore del Post Noviziato. L’obbedienza lo ha poi destinato nuovamente a Torino Crocetta per svolgere il servizio di Rettore della Chiesa esterna e Confessore della Comunità. Dalla primavera scorsa le sue condizioni di salute sono peggiorate ed è stato trasferito a Valdocco nella Infermeria Ispettoriale.
Don Mario è stato un sacerdote zelante e ricco di ardore apostolico, con una particolare sensibilità vocazionale. Ha donato tutta la sua vita a Dio nella missione giovanile, mettendosi a sevizio della Congregazione nei molteplici ruoli a cui l’obbedienza lo chiamava. Religioso fedele ed esemplare è stato un formatore e un superiore saggio e dal cuore grande, un Padre secondo il cuore di Don Bosco, benvoluto e stimato da tutti.

Suffragio don Giancarlo CASATI

Carissimi Confratelli, ieri è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Sacerdote Don Giancarlo CASATI, della Comunità di Lombriasco. Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Il Rosario: Lunedì 07 ottobre, ore 20.45 nella Chiesa dell’ Istituto Salesiano di Lombriasco (TO)

I Funerali: Martedì 08 Ottobre, ore 10.30 nella Chiesa dell’Istituto Salesiano di Lombriasco (TO)

La sua salma sarà tumulata nel cimitero del suo paese natale a Cisano Bergamasco.
Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro don Giancarlo nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita Cisano Bergamasco (BG), il 17/09/1934
Data della prima professione: 21/10/1951
Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 25/03/1961

Don Giancarlo ha frequentato il Corso ginnasiale a Chieri e il Noviziato a Pinerolo. Dopo il Post-noviziato a Foglizzo e il tirocinio a Valsalice, ha intrapreso gli studi teologici a Bollengo, dove è stato ordinato Presbitero il 25 marzo del 1961. Giovane sacerdote è stato assistente ed insegnante a Valdocco, Chieri e Lanzo. Nel 1973 è stato incaricato a Torino Valdocco del gruppo dei chierici teologi del biennio. Nel 1976 si è laureato in Lettere all’Università di Torino. Ha poi svolto con competenza il servizio d’autorità: Direttore a Chatillon, nel Convitto di Cuneo, a Torino Valdocco san Francesco di Sales, a Fossano ed a Torino Agnelli. A più riprese ha svolto anche l’incarico di
Vicario, di Economo, continuando nello stesso tempo ad insegnare con passione educativa, Dopo essere stato incaricato degli universitari a Torino Valdocco San Francesco di Sales, nel 2012 l’Obbedienza lo ha portato a Lombriasco, come Aiuto pastorale. Don Giancarlo è stato un sacerdote zelante, efficente e dinamico, sempre disponibile e pronto a mettersi a servizio della Congregazione nei molteplici ruoli a cui l’obbedienza lo chiamava. E’ stato un Superiore ed un educatore saggio, secondo il cuore di Don Bosco, benvoluto e stimato dagli allievi, exallievi e dai Confratelli.

Suffragio Don Giuseppe ROSSETTO

Carissimi Confratelli, giovedì 5 settembre 2019 è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Sacerdote don Giuseppe Rossetto di anni 86 di età, 67 di vita religiosa e 51 di sacerdozio, della  Comunità di Torino Crocetta. Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Gli incontri di suffragio sono:

  • Il Rosario: Sabato 07 settembre, ore 21.00  nella Cappella dell’Istituto Internazionale don Bosco, via Caboto 27, Torino
  • Il Funerale: Lunedì 09 settembre, ore 11.30 nella Chiesa pubblica di Maria Ausiliatrice, via Piazzi 23, Torino

Breve profilo biografico:

Suffragio don Roberto GUALDONI

Carissimi Confratelli, giovedì 11 luglio 2019 è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Sacerdote don Roberto GUALDONI, della Comunità di Casale Monferrato (AL), Parroco della Basilica del “Sacro Cuore di Gesù”.
Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

I funerali si svolgeranno in Casale Monferrato Sabato 13 Luglio alle ore 11.30 presso la Basilica del Sacro Cuore di Gesù.
Dopo la S. Messa la cara salma proseguirà per il suo paese natale, Inveruno (MI), dove alle ore 15.00 verrà celebrata la funzione presso la Chiesa Parrocchiale S. Martino per poi proseguire per il Campo Santo.
La recita del S. Rosario si terrà Venerdì 12 c.m. alle ore 19.00 presso la Basilica del Sacro Cuore di Gesù.
Il caro Don Roberto riposa presso l’Ospedale di Casale Monferrato.

Breve profilo biografico:

Salesiano Sacerdote di anni 67.

Data della prima professione 16/08/1969
Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 13/10/1979

Proveniente dalla Casa di Ivrea, ha compiuto l’anno di Noviziato a Pinerolo, professando il 16/08/1969. Dopo il Post-noviziato a Foglizzo e il tirocinio ad Ivrea, ha intrapreso gli studi teologici a Torino Crocetta ed è stato ordinato Presbitero a Rivoli – Cascine Vica il 13/10/1979. Prete novello l’obbedienza lo ha inviato come socio del Maestro al Noviziato di Pinerolo e successivamente a Foglizzo, come assistente ed insegnante.

Dal 1981 all’1988 è stato Addetto all’Oratorio nella Parrocchia San Giuseppe Lavoratore di Torino e contemporaneamente ha insegnato religione nella Scuola pubblica. In seguito don Roberto è stato per molti anni Incaricato dell’Oratorio di Rivoli Cascine Vica e dell’Oratorio della Parrocchia San Giovanni Bosco di Torino e in quest’ultima è stato anche Direttore ed Economo. Nel 2005 è arrivato nella Casa di Asti, dove ha svolto il servizio di Parroco sino al 2016, distinguendosi per sensibilità e zelo pastorale e conquistandosi la stima e l’affetto della Comunità che gli era stata affidata. Infine trasferito a Casale Monferrato è stato un apprezzato Parroco, un pastore buono, concreto, umile ed accogliente. Sacerdote zelante e religioso esemplare, si è prodigato con generosità e sacrificio sino alla fine dei suoi giorni per i suoi parrocchiani, che lo hanno sempre stimato ed amato.

Suffragio don Tommaso DURANTE

Carissimi Confratelli, in data 29 giugno 2019 è tornato alla Casa del Padre il Confratello don Tommaso DURANTE, di anni 76, 56 anni di professione religiosa e 46 di ordinazione presbiterale, appartenente alla Comunità di Novara.
Comunicheremo i dati degli appuntamenti di suffragio, appena verranno fissati.
Lo ricordiamo nella preghiera.

Il segretario Ispettoriale

 

La preghiera del Rosario di suffragio sarà giovedì 04 luglio, ore 21.00 nel Santuario di Maria Ausiliatrice a Novara (NO).
La celebrazione delle esequie sarà venerdì 05 luglio, ore 15.00 nel Santuario di Maria Ausiliatrice a Novara (NO).

La sua salma sarà tumulata nella tomba dei Salesiani del cimitero di Novara.

Breve profilo biografico:

Don Tommaso è nato 76 anni fa a Mirano, in provincia di Venezia, in una famiglia numerosa e ricca di tanta fede. Il Signore benedisse i suoi genitori, donando loro 15 figli. Quattro fratelli abbracciarono la vita consacrata salesiana e sr. Teresina divenne figlia di Maria Ausiliatrice. Fu molto legato a loro e alla sua famiglia di origine.

Arrivato da piccolo all’aspirantato di Canelli, Tommaso decise di rimanere con don Bosco. Iniziò il cammino formativo dei salesiani: il noviziato a Morzano, la filosofia Foglizzo, Il tirocinio a Lugano e  Borgomanero, gli studi teologici a Castellamare di Stabia. Nel 1972 venne ordinato prete e destinato alla casa di Asti.

Nel 1976 vi fu una svolta nella vita di don Tommaso. Aveva 34 anni e accompagnava un gruppo di Novi Ligure in un’esperienza di volontariato tra i terremotati del Friuli; il gruppo camminava lungo la strada e rimase coinvolto in un incidente; don Tommaso fu gravemente ferito e perse una gamba. Iniziarono anni di sofferenza che non lo tolsero però dalla missione salesiana. Fu insegnante, catechista, incaricato di Pastorale Giovanile, incaricato dell’oratorio e direttore della Casa di Nizza Monferrato. Ebbe una forte sensibilità per i gruppi della famiglia salesiana e in modo particolare per i cooperatori e le Volontarie di don Bosco, curando personalmente i rapporti e instaurando amicizie profonde, che sono durate una vita intera.

Dal 1996 al 2016 l’obbedienza lo portò a Mornese. Furono per don Tommaso venti anni molto intensi e ricchi di incontri, sia nel centro di spiritualità del Mazzerelli, sia nell’apostolato nelle parrocchie di Mornerse come viceparroco, e in altre parrocchie vicine

Nel 2016 don Tommaso ritornò a Novara. Con tanta obbedienza e con grande umiltà ha chiesto: “Che cosa posso fare?”. Gli ho detto di darci una mano nella ricreazione dei ragazzi. Non ci fu giorno, freddo o caldo, che don Tommaso non prendesse la sua carrozzina elettrica e non fu in cortile, diventando una figura amica e cordiale, cercata e amata. Quando vedevamo che faticava a muoversi rispondeva: per la ricreazione è passato tutto!

Si rese disponibile per le cappellanie del mattino, per predicazione dei ritiri spirituali e per tante ore di confessionale, in modo particolare alla parrocchia di Cerano. 

Sabato scorso don Tommaso era salito con altri confratelli al Santuario di Re. Aveva confessato i ragazzi di terza media e c’eravamo dati appuntamento alla prossima settimana, per le confessioni del liceo. 

Alla sera di sabato, mentre la Chiesa celebrava i primi vespri della domenica, don Tommaso ha incontrato il Risorto. Forse ogni salesiano vorrebbe una morte così: in cortile fino al giorno prima e dopo avere donato il perdono di Dio.

Caro don Tommaso, ti affidiamo adesso alla misericordia del Padre, sapendo che tu ora ripeti a tanti ragazzi a cui hai voluto bene ciò che don Bosco diceva loro: “Vi aspetto tutti in Paradiso”.

Suffragio Sig. Giuseppe MANO

Carissimi Confratelli, oggi è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Coadiutore Sig. Giuseppe Mano, della Comunità di Torino Rebaudengo.
Lo ricordiamo nella preghiera comunitaria e personale.

Il segretario Ispettoriale 

 

La preghiera del Rosario di suffragio sarà Venerdì 28 giugno, ore 20.30, nella Chiesa dell’Istituto.
La celebrazione delle esequie sarà Sabato 29 giugno, ore 11.00 nella Chiesa parrocchiale San Giuseppe Lavoratore.

La sua salma sarà tumulata nel cimitero di S. Giuseppe fraz. di Sommariva Perno (CN)

Breve profilo biografico:

Nato a  Sommariva Perno (CN), il 13/01/1939 e morto a Torino il 27/06/2019.
Data della prima professione: 16/08/1955.

Proveniva dalla Casa salesiana di Torino Rebaudengo ed ha professato a Villa Moglia – Chieri (TO), il 16 agosto del 1955. Ha svolto sia il Post- Noviziato sia il Tirocinio, a Torino Rebaudengo. Dopo la professione Perpetua, il 14/08/1961, l’obbedienza lo ha inviato a svolgere la sua missione ancora a Torino Rebaudengo, dove per tutta la vita ha potuto mettere a frutto le sue competenze di Tecnico industriale e di Perito elettronico, prima come Vice Capo e poi come Capo degli Elettromeccanici. Dal 1971 è stato Coordinatore di settore e dal 1980 Coordinatore Responsabile del comparto Elettro, incaricato di tenere i contatti con le aziende e referente per la certificazione di qualità ISO 2001. Dopo il 2001 ha continuato ad impegnarsi nel settore della formazione  professionale, con attività di sostegno dei giovani allievi del CFP.

E’ stato un religioso salesiano fedele, cordiale ed accogliente, un insegnante molto qualificato professionalmente e ricco di umanità e di solida spiritualità. Tutta la sua vita è stata donata al Signore e alla Congregazione nella missione giovanile, secondo lo spirito di Don Bosco.

 

Suffragio don Luigi CEI

La comunità S. Francesco di Sales della Visitatoria “Maria Sede della Sapienza” di Roma comunica che giovedì 20 giugno 2019, alle 22:50, il Signore ha chiamato a Sé don Luigi Cei.
Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

 

La preghiera del Rosario di suffragio sarà Venerdì 21 giugno, alle 21.00, nella cappella Gesù Maestro.
La celebrazione delle esequie sarà Sabato 22 giugno alle ore 14.30, nella cappella Gesù Maestro. La salma verrà tumulata nel Cimitero di Genzano.

Breve profilo biografico:

Nato a Torino (Italia) il 13 ottobre 1944
Noviziato a Pinerolo negli anni 1962-1963
Professione perpetua a Pianezza il 06 agosto 1969
Ordinazione sacerdotale a Peveragno il 10 giugno 1973
Dal 1973 al 1978 a Chieri
Dal 1978 al 1993 a Torino Valdocco, Segretario Ispettoriale
Dal 1993 al 2017 a Roma Casa Generalizia
Dal 2017 a Roma UPS, comunità San Francesco di Sales

 

Suffragio don Luciano BATTAGLIO

Sabato 15 giugno 2019, il Signore della Vita ha accolto nel cielo il nostro Confratello Sacerdote don Luciano BATTAGLIO della Comunità di Torino Crocetta. Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Breve profilo biografico:

Nato a  Torino  il 01/04/1935 e morto a Torino il 15/06/2019.
Data della prima professione: 16/08/1953.
Data dell’ordinazione presbiterale: 25/03/1963.

Don Luciano zelante e dinamico, è sempre stato disponibile e pronto a mettersi a servizio della Congregazione nei molteplici ruoli a cui l’obbedienza lo chiamava. Superiore saggio, insegnante appassionato della sua materia ed educatore secondo il cuore di Don Bosco, è stato benvoluto e stimato dagli allievi, dai Confratelli e dai collaboratori laici.