Suffragio Don Marco BERTOLINO

Carissimi Confratelli, questa mattina nell’Infermeria di TO – Valdocco B. Filippo Rinaldi, è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote don Marco Bertolino, della Comunità di Torino Agnelli. Ricordiamolo nella preghiera

Il segretario Ispettoriale 

Ne danno l’annuncio il Signor Ispettore, le Comunità Salesiane di Torino B. F. Rinaldi e di Torino Agnelli.

La sua salma sarà tumulata nel Cimitero di Peveragno (CN), nella tomba di famiglia.

Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.

Facciamo fraterna memoria del caro don Marco nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Il Santo Rosario: Lunedì 05 aprile, ore 17.30
nella Parrocchia San Giovanni Bosco, v. P. Sarpi 117, Torino

Il funerale: Martedì 06 aprile, ore 9.30
nella Parrocchia San Giovanni Bosco, v. P. Sarpi 117, Torino

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita: Peveragno (CN), il 16/07/1929

Data della prima professione: 16/08/1947

Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 01/07/1957

Proveniente dalle Case di Bene Vagienna (CN) e Chieri (TO) ha compiuto l’anno di Noviziato a Pinerolo (TO), professando il 16/08/1947. Dopo il Post-noviziato a Foglizzo (TO) e il tirocinio a Perosa Argentina (TO) e a Chatillon (AO), ha intrapreso gli studi teologici a Bollengo (TO), dove è stato ordinato Presbitero il 01/07/1957. Giovane Sacerdote è stato inviato prima a Torino nell’Istituto Richelmy come assistente ed insegnante, poi l’anno successivo come Consigliere al Convitto di Fossano (CN). Dal 1959 al 1962 l’Obbedienza lo ha trasferito a Foglizzo come Assistente ed Insegnante e dal 1962 al 1965 a Torino Valdocco. Nel 1965 approda alla Casa di Torino Agnelli dove rimarrà sino al 2020. Nel 1966 consegue la Laurea in Lettere all’Università di Torino e nel 1976 l’Abilitazione all’insegnamento delle Materie Letterarie. Nell’ Istituto Edoardo Agnelli ha svolto per tanti anni, con passione e zelo, la missione salesiana educativa ed evangelizzatrice tra i giovani come Insegnate, Catechista, Consigliere, Coordinatore della sezione meccanica dell’Istituto Tecnico. Terminata l’attività didattica nel 2004, ha continuato a svolgere il prezioso servizio di Aiuto Pastorale sino al 2020, quando, a causa delle sue precarie condizioni di salute, è stato ricoverato nella Infermeria di Torino Valdocco. Don Marco è stato un Salesiano buono e fedele, un educatore sapiente, un insegnante di qualità, stimato dai giovani, dalle famiglie e dai colleghi.

Suffragio Don Elio APRILIS

Carissimi Confratelli, ieri è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote Don Elio Aprilis, della Comunità di Cumiana, attualmente degente nella Casa di Torino Andrea Beltrami. Lo ricordiamo riconoscenti nella preghiera.

Il segretario Ispettoriale 

Ne danno l’annuncio il Signor Ispettore, la Comunità di Torino – Andrea Beltrami e la Comunità di Cumiana.

La sua salma sarà tumulata nel Cimitero di Prodolone, frazione di San Vito al Tagliamento (PN).

Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del carissimo Don Elio nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

 

Gli incontri di suffragio:

Il Santo Rosario: Sabato 13 marzo, ore 11.00
Chiesa dell’Istituto Salesiano di Cumiana (TO)

Il Funerale: Lunedì 15 marzo, ore 10.30
Parrocchia di Prodolone, Frazione di San Vito al Tagliamento (PN)

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita San Vito al Tagliamento (PN), frazione Prodolone, il 30/12/1936
Data della prima professione: 16/08/1954
Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri) 18/03/1964

Proveniente dalla Casa di Penango (AT), ha frequentato il Noviziato a Villa Moglia – Chieri (TO), professando il 16 agosto 1954. Dopo il Post Noviziato a Foglizzo, ha svolto il tirocinio triennale a Penango (AT) ed ha quindi intrapreso gli studi Teologici a Bollengo (TO), dove è stato Ordinato Presbitero il 18 marzo del 1964. Ha quindi conseguito la Licenza in Teologia a Roma Laterano (1970) e successivamente l’equipollenza per l’insegnamento delle lettere nella Scuola Media (Torino 1974) e le abilitazioni all’insegnamento di Italiano, Storia, Geografia, Latino e Greco nelle Scuole Medie Superiori (Torino 1976).
Giovane Sacerdote è stato inviato nel 1965 a Bagnolo Piemonte (CN) come Catechista e l’anno successivo ad Ivrea (TO) come Catechista ed Insegnante poi, sempre come Insegnante, è stato mandato a Torino Renbaudengo. Nel 1974 l’Obbedienza lo ha trasferito a Cumiana (TO) e in questa Casa ha ricoperto molteplici ruoli: è stato a più riprese Vicario del Direttore, Economo, Catechista ITI, Docente di Religione, di Italiano e Storia nel biennio. Don Elio è’ stato un Insegnante dinamico, creativo, appassionato delle sue materie e con una grande capacità per i lavori manuali e tecnici. E’ stato un sapiente educatore e un Sacerdote secondo il cuore di Dio, amato e stimato da colleghi, allievi, exallievi e dalle loro famiglie. Ha donato tutta la sua vita a Dio nella missione tra i giovani, prima di ritirarsi a Torino a Casa Beltrami nel 2019. Salesiano buono e fedele, dal cuore grande, ha amato Don Bosco, Maria Ausiliatrice e i giovani, con un autentico spirito salesiano.

Suffragio Don Silvio CARLIN

Carissimi Confratelli, il 19 febbraio è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote Don Silvio Carlin, della Comunità Salesiana di Chatillon (AO). Lo ricordiamo nella preghiera, riconoscenti per il dono della sua presenza.

Il segretario Ispettoriale 

Ne danno l’annuncio il Signor Ispettore e la Comunità Salesiana di Châtillon.

La sua salma sarà tumulata nel Cimitero di Châtillon (AO) nella tomba dei Salesiani.

Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro don Silvio nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Il Santo Rosario: domenica 21 febbraio, ore 20,30
Parrocchia San Pietro e Paolo, Châtillon (AO)

Il Funerale: lunedì 22 febbraio, ore 15.00
Parrocchia San Pietro e Paolo, Châtillon (AO)

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita: Valsavarenche (AO), il 27/06/1942
Data della prima professione 16/08/1962
Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri) 25/03/1972

Proveniente dall’ Aspirantato di Chieri (TO) ha compiuto il Noviziato a Pinerolo Monte Oliveto (TO) professando il 16 agosto 1962. Dopo il Postnoviziato a Foglizzo (TO), ha svolto il tirocinio biennale a Fossano, poi ha intrapreso gli studi Teologici a Roma, al PAS, conseguendo la Licenza in Teologia e l’equipollenza per l’insegnamento delle Lettere nelle Scuole Medie. Oltre agli studi Teologici ha anche affrontato quelli civili, laureandosi in Lingue straniere, nel 1982, all’Università di Torino. Dopo l’Ordinazione Presbiterale, avvenuta a Torino nella Basilica di Maria Ausiliatrice il 25/03/1972, è stato inviato prima a Fossano e poi a Torino Valsalice come Catechista ed Insegnante. Nel 1979 è tornato a Fossano come Vicario del Direttore e l’anno successivo è stato trasferito a Torino Valdocco nella Comunità San Domenico Savio, in un primo momento come Catechista ed Insegnante, Incaricato Vocazionale del Triennio e dei Prenovizi e in un secondo momento, dal 1985, come Direttore e Insegnante. Successivamente è stato Direttore e Vicario Ispettoriale dell’ex Ispettoria Subalpina, Direttore a Torino Valdocco Maria Ausiliatrice, Direttore del Post-noviziato a Roma San Tarcisio e ancora Direttore a Torino Valdocco Maria Ausiliatrice. Nel 2000 l’Obbedienza lo ha inviato nella sua amata Valle d’Aosta, a Chatillon (AO), come Direttore e Preside della Scuola Media. Dal 2010 al 2013 è stato nuovamente chiamato a svolgere il servizio di Vicario ispettoriale nella ICP e in seguito di nuovo quello di Direttore a Chatillon. Dopo una parentesi di due anni, dal 2018 al 2020, a Colle Don Bosco nella Comunità formatrice del Noviziato, è tornato definitivamente a Chatillon. Don Silvio ha servito con zelo e abnegazione la Congregazione, in una molteplicità di ruoli di responsabilità: Insegnante. Formatore, Direttore, Direttore di Post-Noviziato, Vicario Ispettoriale. E’ stato un Salesiano sereno, accogliente e rasserenante, con un cuore sapiente e paterno, sempre attento e sollecito nei confronti dei giovani e dei Confratelli, in particolare di quelli malati o in formazione. Salesiano buono e fedele ha amato Don Bosco, Maria Ausiliatrice e i giovani, con un autentico spirito salesiano.

Suffragio Sig. Giacomo BONASSOLI

Cari Confratelli, ieri è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Coadiutore Signor Giacomo Bonassoli, della Comunità di Torino Valdocco – San Francesco di Sales. Lo ricordiamo nella preghiera personale e comunitaria.

Il segretario Ispettoriale 

Ne danno l’annuncio il Signor Ispettore,  e la Comunità di Torino – Valdocco San Francesco di Sales.

La sua salma sarà tumulata nella Tomba dei Salesiani al Cimitero Monumentale di Torino. Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro Signor Giacomo nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Il Santo Rosario: Venerdì 12 febbraio, ore 20.30
Chiesa di San Francesco di Sales – Torino Valdocco

Il Funerale: Sabato 13 febbraio, ore 10.00
Basilica di Maria Ausiliatrice – Torino Valdocco

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita:  Alzano Lombardo (BG),  il 31.10.1940

Data della prima professione: 08/12/1961

Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri) 

Proveniente dall’aspirantato di Colle Don Bosco, dopo l’anno di Noviziato a Villa Moglia – Chieri (TO), ha professato l’08 dicembre 1961. Il Post-Noviziato lo ha svolto a Colle Don Bosco (un anno) e a Torino Rebaudengo (tre anni), il Tirocinio triennale all’Istituto Pietro Ricaldone di Cumiana. Nel 1965 l’Obbedienza lo invia a Torino Rebaudengo come Capo dei Meccanici; l’anno successivo è nuovamente a Cumiana in qualità di Insegnate di Meccanica. Dal 1970 al 1976 l’Obbedienza lo invia a Gaeta come Insegnante e addetto all’Oratorio. Ritornato in Piemonte dal 1976 al 1983 è Economo ed Addetto alla propaganda nel Centro Salesiano di Pastorale Giovanile. Nel 1983/84 viene inviato a Torino Leumann come Aiutante amministratore LDC ed Addetto alla promozione delle Riviste dell’Editrice. Dal 1984 al 1990 è chiamato a svolgere l’importante incarico di Economo Ispettoriale dell’ex Ispettoria Centrale. Nel 1990 i Superiori lo trasferiscono a Roma in Vaticano dove svolge il prezioso servizio di Direttore Amministrativo della Tipografia Poliglotta Vaticana e dell’Osservatore Romano. Nel 2000 l’Obbedienza lo riporta a Torino, nella Comunità di Valdocco San Francesco di Sales, dove in un primo tempo svolge la funzione di Economo, poi quella di Aiuto Economo e di Incaricato degli Universitari; dal 2013 continua il suo servizio come Aiuto in Comunità, in particolare nel Collegio Universitario. Il Sig. Giacomo è stato un religioso salesiano fedele, molto preciso e qualificato professionalmente, stimato e benvoluto da tutti. Ha donato tutta la sua vita a Dio nella missione salesiana, mettendosi a sevizio della Congregazione nei molteplici ruoli a cui l’Obbedienza di volta in volta lo ha chiamato.

Suffragio don Amedeo DE BONI

Carissimi Confratelli, il 2 febbraio è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote Don Amedeo De Boni, della Comunità di Torino Rebaudengo, da molti anni degente nella Casa Andrea Beltrami. Lo ricordiamo nella preghiera.

Il segretario Ispettoriale 

La sua salma sarà tumulata nel Cimitero di San Pietro in Gù (PD) suo Paese natale, nella tomba dei Sacerdoti, accanto al fratello don Pietro.

Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro don Amedeo nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni

Gli incontri di suffragio:

Il S. Rosario:

Giovedì 04 febbraio, ore 18,45
Parrocchia San Giuseppe Lavoratore Rebaudengo, Torino

Il Funerale:

Venerdì 05 febbraio, ore 15.00
Parrocchia San Giuseppe Lavoratore Rebaudengo, Torino

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita: San Pietro in Gù (PD), il 18/08/1927

Data della prima professione: 16/08/1953

Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 25/03/1963

Proveniente dalla Casa di Ivrea (TO), ha frequentato il Noviziato a Chieri – Villa Moglia (TO), dove ha professato il 16 agosto 1953. Dopo il Post Noviziato a Foglizzo, ha svolto il tirocinio triennale a Caselette (TO) e a Montalenghe (TO); ha quindi intrapreso gli studi Teologici a Bollengo (TO) e il 25 marzo 1963 è stato Ordinato Presbitero a Torino nella Basilica di Maria Ausiliatrice. Dal 1963 al 1970 l’Obbedienza lo ha destinato alla L.D.C. come Aiuto Economo. Nell’anno educativo pastorale 1970/1971 è stato inviato a Montalenghe come insegnante e successivamente a Torino Rebaudengo, dove per più di trent’anni è stato Vicario parrocchiale nella Parrocchia San Giuseppe Lavoratore, ubicata in un quartiere popolare di Torino: la c.d. barriera di Milano. Esperto in catechetica ha svolto con semplicità e dedizione il suo ministero sacerdotale, sempre vicino ai suoi parrocchiani, partecipe delle loro gioie e dei loro dolori. Dal 2006 era degente a Torino nella Casa Andrea Beltrami per Confratelli malati ed anziani, assistito amorevolmente dalle Figlie dei Sacri Cuori. Ha amato Don Bosco e la Vergine Ausiliatrice, offrendo in questa lunga degenza la sue sofferenze per la salvezza delle anime.

Suffragio don Alfonso STEFANI

Carissimi Confratelli, oggi all’Ospedale di Cuorgné (TO) è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote Don Alfonso STEFANI, della Comunità di San Benigno Canavese, residente ad Ivrea nell’Istituto Salesiano “Cardinal Cagliero”. Lo ricordiamo nella preghiera.

Il segretario Ispettoriale 

Oggi il Signore della Vita ha accolto nel suo abbraccio di pace il nostro Confratello Sacerdote don Alfonso STEFANI di anni 95 di età, 78 di vita religiosa e 66 di sacerdozio (* Monte di Malo (VI) 16/03/1925 † Cuorgné (TO) 10/01/2021)

 

La sua salma sarà tumulata nella tomba dei Salesiani a Foglizzo (TO). Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro don Alfonso nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Il S. Rosario:

Martedì 12 gennaio, ore 20.30 nella Cappella dell’Istituto Salesiano Cardinal Cagliero a Ivrea (TO)

 

Il Funerale:

Funerale: Mercoledì 13 gennaio, ore 15.00 nella Cappella dell’Istituto Salesiano Cardinal Cagliero a Ivrea (TO)

 

Breve profilo biografico:

 

Suffragio don Giuseppe Lanza

Carissimi Confratelli, questa notte è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote Don Giuseppe Lanza, della Comunità di Torino Agnelli. Era ricoverato da due settimana all’Ospedale Mauriziano di Torino, positivo al covid 19, sembrava in via di guarigione, invece negli ultimi giorni un improvviso e repentino peggioramento lo ha portato alla morte. lo ricordiamo nella preghiera personale e comunitaria.

Il segretario Ispettoriale 

Oggi, il Signore della Vita ha accolto nel suo abbraccio di pace il nostro Confratello Sacerdote Don Giuseppe LANZA di anni 82 d’età, 66 di professione religiosa e 56 di sacerdozio ne danno l’annuncio il Signor Ispettore la Comunità Salesiana di Torino Agnelli e i Familiari

 

La sua salma sarà trasportata al Cimitero Monumentale di Torino per la cremazione e successivamente l’urna verrà portata al Cimitero di Rivalta di Torino, nella tomba dei Salesiani. Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria di Don Giuseppe nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Il S. Rosario:

Il Santo Rosario: Venerdì 04 dicembre, ore 17.30
nella Parrocchia San Giovanni Bosco, v. P. Sarpi 117, Torino

Diretta Youtube: Venerdì 04 dicembre ore 11 all’indirizzo https://www.youtube.com/user/OratorioAgnelli

 

Il Funerale:

Il funerale: Sabato 05 dicembre, ore 11.00
nella Parrocchia San Giovanni Bosco, v. P. Sarpi 117, Torino

Diretta Youtube: sabato 05 dicembre ore 11 all’indirizzo https://www.youtube.com/user/OratorioAgnelli

 

Breve profilo biografico:

Data della prima professione: 16/08/1954
Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 18/03/1964

Don Giuseppe proveniva dalla Casa di Ivrea, ha frequentato il Noviziato a Villa Moglia – Chieri (TO) dove ha professato il 16 agosto 1954. Dopo il Post Noviziato a Foglizzo (TO) ha svolto il tirocinio triennale a Mirabello (AL), poi ha intrapreso gli studi Teologici a Bollengo (TO), dove è stato Ordinato Presbitero il 18 marzo 1964. Nell’anno accademico 1964-65 ha seguito al PAS di Roma un Corso pedagogico annuale per sacerdoti e successivamente è stato inviato a Colle don Bosco come Consigliere scolastico. Nell’anno accademico 1966-67 è andato nuovamente a Roma, al Pio XI, come Studente alla Pontificia Università Lateranense per il conseguimento della Licenza in Teologia. Ritornato in Piemonte nel 1967 l’Obbedienza lo ha inviato prima ad Ivrea come Catechista e Consigliere e poi nel 1969 a Valdocco come Assistente, Insegnante e Catechista. Dal 1971 al 1974 è stato Parroco a Leumann – Rivoli Cascine Vica. Nel 1974 Don Giuseppe è partito per le missioni in Medio Oriente, prima al Cairo in Egitto, come Insegnante e poi a Theran, in Iran, come Addetto alla Scuola italiana, sino al 1980. Successivamente, dopo
un anno di apostolato nella missione di Siakago in Kenia, è tornato in Piemonte ad Oulx (TO), come Vicario del Direttore e poi ad Ivrea (TO). Nel 1990 è stato inviato al Colle don Bosco come Catechista ed Insegnante fino al 2000; al Colle è stato anche Animatore del Cenacolo Eucaristico Mariano, Delegato dei Salesiani Cooperatori ed Animatore dell’Adorazione CEM/ADMA presso il Santuarietto di Maria Ausiliatrice. Infine nel 2017 è stato trasferito a Torino Agnelli dove ha svolto un apprezzato servizio di Aiuto pastorale in Parrocchia. Don Giuseppe è stato un Salesiano buono e fedele, sensibile pastoralmente, capace di ascolto e di animazione spirituale, benvoluto e stimato da tutti per la sua capactà di rallegrare e di infondere fiducia. Ha donato tutta la sua vita a Dio nella missione salesiana, mettendosi a servizio della Congregazione nei molteplici ruoli a cui l’Obbedienza lo ha chiamato.

Suffragio don Giuseppe ABBA’

Carissimi Confratelli, è mancato a Roma don Giuseppe Abbà, della Comunità di San Tarcisio, Docente emerito della Facoltà di Filosofia all’UPS. Lo ricordiamo nella preghiera.

Il segretario Ispettoriale 

La Comunità “S. Tarcisio” (ICC) comunica che è deceduto nella pace del Signore il nostro confratello D. GIUSEPPE ABBÀ di anni 77. Preghiamo con gratitudine per il nostro Confratello, che fu per molti anni membro di questa nostra Visitatoria.

 

Gli incontri di suffragio:

Gli appuntamenti di suffragio non sono stati ancora definiti.

Breve profilo biografico:

Nato il 21 ottobre 1943 a Polonghera (Cuneo).
Emise la prima professione a Monte Oliveto (Pinerolo) il 16-08-1960.
Proseguì gli studi di Filosofia a Foglizzo (Torino) dal 1960 al 1963,
e poi nella Facoltà di Filosofia dell’allora PAS, prima al Sacro Cuore di Roma e poi
nella nuova Sede del PAS fino al 1965.
Dal 1966-1969 fu insegnante di Filosofia a Guadalajara (Messico).
Dal 1969-1976 fu studente di Teologia al PAS-UPS e ottenne il dottorato.
Dal 1976-1979 fu docente di Teologia nella Facoltà di Teologia dell’UPS.
Dal 1979 fino all’emeritato fu docente di Filosofia nella Facoltà di Filosofia dell’UPS.
Dal 1979 fino al suo trasferimento all’ICC fu membro della comunità Gesù Maestro.

Suffragio don Mario MAURI

Carissimi Confratelli, è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Salesiano Sacerdote don Mario Mauri, giunto da Roma (RMG) a Torino Casa Andrea Beltrami il 13 novembre 2020. Lo ricordiamo nella preghiera di suffragio.

Il segretario Ispettoriale 

Ne danno l’annuncio il Signor Ispettore e la Comunità di Torino

La salma sarà tumulata nel Cimitero di Manerbio (BS), suo Paese natale.

Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del caro don Mario nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Gli appuntamenti di suffragio non sono stati ancora definiti.

Suffragio Don Vincenzo MARRONE

Cari Confratelli, domenica 29 novembre è tornato alla Casa del Padre il nostro Confratello Sacerdote Don Vincenzo MARRONE della Comunità di Torino San Paolo. Lo ricordiamo nella preghiera personale e comunitaria.

Il segretario Ispettoriale 

Ne danno l’annuncio il Signor Ispettore e la Comunità di Torino San Paolo.

La sua salma sarà tumulata nel Cimitero di Bra (CN).
Si ricordano ai Direttori le disposizioni di Reg. 76 § 1.
Facciamo fraterna memoria del carissimo don Vincenzo nell’Eucaristia e nella preghiera comunitaria, secondo quanto suggeriscono le Costituzioni.

Gli incontri di suffragio:

Il S. Rosario: Lunedì 30 novembre, ore 20.45
nella Parrocchia Gesù Adolescente, via Luserna di Rorà 16, Torino

Il Funerale: Martedì, 01 dicembre, ore 9.30
nella Parrocchia Gesù Adolescente, via Luserna di Rorà 16, Torino

Breve profilo biografico:

Luogo e data di nascita Novello (CN): il 28/02/1940
Data della prima professione 16/08/1957
Data dell’ordinazione presbiterale (per i presbiteri): 22/12/1967

Proveniente dall’aspirantato di Chieri ha compiuto il Noviziato a Pinerolo Monte Oliveto (TO), dove ha fatto la sua prima Professione il 16/08/1957. Dopo il Post Noviziato di Foglizzo (TO) ha svolto il tirocinio a Peveragno e a Lanzo. Successivamente ha intrapreso gli studi Teologici a Roma UPS, qui ha conseguito la Licenza in Teologia ed è stato Ordinato Presbitero il 22/12/1967. Giovane prete è stato inviato a Torino Valdocco, nella Comunità Ispettoriale dell’ex Ispettoria Subalpina, per lavorare come Delegato della Pastorale giovanile. Dal 1968 al 1982 è stato incaricato di svolgere il servizio di Direttore del Primo Oratorio e del Centro giovanile di Valdocco.

Nel 1982 aderendo al “Progetto Africa”, voluto dal Rettor maggiore don Egidio Viganò, è partito per la missioni in Nigeria ed è stato tra coloro che hanno dato inizio alla missione salesiana ad Akure, dove accanto alla Parrocchia-Santuario, negli anni sono sorti il Centro giovanile, i laboratori ed una scuola tecnica, una tipografia, una clinica per assistenza sanitaria e consulenza per i malati di AIDS. Dopo un anno sabbatico (2000), in cui è stato a Gerusalemme, a Roma e a Moshi in Tanzania, don Vincenzo è ritornato in Nigeria, prima ad Ibadan dove ha completato la costruzione del Post noviziato e poi ad Abuja una nuova presenza missionaria salesiana; nel 2010 è stato nuovamente inviato ad Ibadan e nel 2012 ad Abuja. Infine nel 2016 è ritornato in Piemonte, con un trasferimento temporaneo dovuto a motivi di salute. L’ultima Obbedienza lo ha portato a Torino San Paolo come aiuto pastorale. Salesiano esemplare, don Vincenzo ha offerto tutta la sua vita al Signore e alla Congregazione nel vero spirito di Don Bosco, mostrando ardore apostolico, spirito di iniziativa e un grande zelo pastorale in particolare nei confronti dei giovani: un vero padre e maestro di tanti giovani in Africa e in Italia.