Articoli

Proclamazione diplomati della Fondazione Agroalimentare per il Piemonte.

Proclamati i diplomati della Fondazione Agroalimentare per il Piemonte presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Durante la cerimonia hanno preso parola Fabrizio Manca, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, Silvio Barbero, vice Presidente dell’Università di Pollenzo e Fabrizio Berta, Presidente della Fondazione.
La Fondazione Agroalimentare per il Piemonte ha invaso pacificamente l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo per la proclamazione dei suoi 65 studenti diplomatisi quali Tecnici Superiori nella prima settimana di luglio. Ricordiamo che l’Università di Pollenzo è uno dei dieci soci fondatori della Fondazione Agroalimentare.
Alla cerimonia ha fatto un suo intervento il dott. Fabrizio Manca Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte. “ Occorre lavorare sull’orientamento- ha segnalato il dott. Manca – perché è indispensabile che il sistema ITS venga maggiormente conosciuto. E’ un impegno che dobbiamo prenderci quello di lavorare con le Fondazioni come Ufficio Scolastico Regionale, per portare i neo diplomati ad una frequenza naturale negli ITS. Lavoreremo con il Presidente Berta e con il suo staff per dare forza ai loro progetti con il mondo della scuola. Promuovere la cultura agroalimentare nelle scuole è un dovere.”
Silvio Barbero, vice Presidente dell’Università di Pollenzo e Presidente del Comitato tecnico Scientifico della Fondazione, ha ricordato ai Diplomati di perseguire nel loro futuro lavoro gli scopi di salvaguardia dell’ambiente che hanno imparato nei loro due anni con la Fondazione Agroalimentare. Fabrizio Berta, Presidente della Fondazione, salutando gli studenti ha ricordato le tante azioni intraprese nei tre anni di vita della Fondazione Agroalimentare.
Si è poi passati alla proclamazione dei diplomati 2018 del Corso Mastro Birraio di Torino ufficiato dal prof. Giuseppe Zeppa con la consegna degli attestati. Sono seguiti i diplomati 2018 del Corso Riso Cereali di Vercelli col prof. Massimo Blandino e i diplomati Ortofrutta Bra col prof. Paolo Corvo.
La cerimonia è proseguita con la consegna degli attestati di stima alle aziende che hanno collaborato nei tre anni di attività della Fondazione con i corsi Gatronomo e Mastro Birraio Torino, Riso cereali Vercelli, Ortofrutta Bra e Cuneo: Giornale della Birra-Massimo Prandi, Cascina Motta-Massimo Prandi, Birrificio la Piazza-Riccardo Miscioscia, M**bun-Graziano Scaglia, Lavazza-Giulia Sirio, La Granda-Sergio Capaldo, PQA-Valentina Bendusi, L’orto del Pian Bosco-Irene Giaccardi, L’OstalVeglia – Sabrina, Risi&Co-Perinotti Michele, Sata-Paolo Rendina, Ideariso-Tabacchi Maurizio, Azienda Agricola-Massimo Biloni Azienda Agricola-Franco Tesio, Agristudio-Umberto Momo, Agritechno-Massimo Longo, Azienda Agricola Cascina Fiume-Enrico Tachis, AgroT18-Ramonda Edoardo, Azienda Agricola Cascina Cantau-Laura Deluigi, Agrimana-Raffaele Mana, Olio Abbo-Giovanni Abbo, Casa Matilda-Fabio Palladino, Gianluca Poggio.
A conclusione della manifestazione in Aula Magna la segnalazione per dieci studenti dei corsi diplomati nel 2017 che hanno dato lustro con le loro attività alla Fondazione Agrolaimentare: Valeria Acchiardi, Lori Mattia Landi, Marco Stevanella, Davide Costanzo, Daniel Drusian, Edoardo Rosso, Serena Rizzato, Matteo Pasian, Cristian Bersezio, Francesco Molinaro.
(Articolo a cura di Franco Burdese.)

Ambasciatori dell’eccellenza italiana: ITS – Agroalimentare a lezione con Oscar Farinetti a FICO World

Fico World a Bologna ha ospitato una lezione di Oscar Farinetti agli studenti del primo anno degli Its -Agroalimentare per il Piemonte, corsi biennali di alta specializzazione dopo il diploma.

Gli studenti sono stati accompagnati dal presidente Fabrizio Berta, dal direttore Franco Burdese e da Michele Perinotti, AD de Gli Aironi Riso&co. di Vercelli.

I corsi Mastro Birraio e Gastronomo di Torino, Ortofrutta Cuneo ed Ifts Virginia Agnelli di Torino hanno assistito alla lezione magistrale di un Oscar Farinetti particolarmente ispirato. Un’escursus che ha tracciato la storia degli alimenti dall’Homo Sapiens, passando per la scoperta del fuoco, e sino ai giorni nostri.

«Bravi – ha esordito Oscar Farinetti – perché avete scelto di studiare il mondo del cibo. L’Italia è un paese magnifico che geograficamente per microclima è unico nel modo. Il terreno, le montagne che lo circondano, un mare amico che coi suoi venti rende il nostro paese unico nel suo genere. È inutile negarlo noi Italiani, siamo i più  fortunati ma siamo anche i più bravi. Il mondo sta aspettando i nostri prodotti e voi sarete gli ambasciatori di questa nostra eccellenza». Una cronistoria sul mondo degli alimenti avvincente, che viene raccontata  molto bene da Farinetti e successivamente viene vissuta nelle sei giostre visitabili ad Eataly World. Dati snocciolati con maestria sull’economia del cibo in Italia che guarda il mondo e sulle peculiarità della nostra nazione a trecentosessanta gradi. «Non facciamo soltanto le guardie dei nostri prodotti – continua Farinetti –  ma spieghiamo al mondo la sensazione di grande piacere che si prova mangiando lentamente le nostre eccellenze. Mangiamo meglio perché i prodotti di qualità sono una nostra prerogativa. Insegniamo al mondo a non guardare solo al costo perché spendere meglio non vuol dire spendere di più. Consumando le giuste quantità siamo noi i veri padroni di questo stupendo mondo del cibo».

L’incontro con Farinetti è poi proseguito con un’intervista presso il birrificio Baladin presente a Eataly World e la visita degli studenti presso Olio Roi e le molteplici attività racchiuse in questo scrigno, di dimensioni certamente ampliate, che racconta e propone la storia degli alimenti in tutte le sue sfaccettature e nell’eccellenza della qualità dei prodotti proposti.

Al termine dell’incontro con Oscar Farinetti, gli  studenti dell’ITS Agroalimentare per il Piemonte hanno ricevuto un affettuoso saluto da May-Britt Moser, Premio Nobel per la medicina nel 2014. La neuroscienziata norvegese, premiata col Nobel per i suoi studi sul sistema di navigazione dei mammiferi, ha salutato gli studenti dell’Its – Agroalimentare incoraggiandoli nel loro studio sulla conoscenza degli alimenti.

(Articolo a cura di Franco Burdese,
direttore di ITS – Agroalimentare)

Delegazione del governo di Cordoba in visita all’università di Pollenzo

Una visita della delegazione argentina a all’Università di Pollenzo

In collaborazione tra la Fondazione ITS Agroalimentare del Piemonte, il Polo Tecnico di Innovazione Agrifood, la Regione Piemonte, si è svolta Mercoledì 4 ottobre 2017, una visita a Pollenzo di tecnici del Governo della provincia argentina di Cordoba.

I tecnici argentini hanno visitato l’Università di Pollenzo accolti dal Vice Presid

 

ente dell’Università di Pollenzo, Silvio Barbero, dal Presidente della Fondazione Agroalimentare, Fabrizio Berta, dalla responsabile per il sistema ITS della Regione Piemonte, Ivana Morando, dal vice direttore del Polo Agrifood, Dario Vallauri.

All’ordine del giorno uno scambio, per possibili interazioni future, tra la delegazione tecnica del Governo di Cordoba e la compagine piemontese composta da Università, sistema ITS e sistema dei Poli di Innovazione.

Siamo onorati – ha commentato il Vice Presidente dell’UNISG Silvio Barbero – di avervi ospiti a Pollenzo. Qui potrete verificare l’interazione tra le varie componenti coordinate dalla Regione Piemonte in materia di ricerca, formazione tecnica superiore e innovazione per le aziende del settore agrifood”.

Terminata la visita dell’Università e della Banca del Vino, la delegazione ha potuto avere uno scambio di idee presso la scuola di cucina dell’Università. Fabrizio Berta, Presidente ITS Agroalimentare, ha tracciato il ruolo della Fondazione Agroalimentare, di cui l’Università di Pollenzo è parte integrante, dalla sua nascita all’attuale offerta formativa.

 

Dario Vallauri ha spiegato quali sono state le relazioni tra le aziende, il Polo Agrifood, e la possibilità di accedere a finanziamenti regionali per lo sviluppo e l’innovazione della attività produttive. Al termine della visita la delegazione argentina si è spostata a Bra, dove ha visitato le Cantine Ascheri in piena attività produttiva vista la recente vendemmia. Dall’incontro sono emerse possibilità di collaborazioni con l’invito della delegazione argentina a contraccambiare la visita per uno scambio di buone prassi relativamente all’allevamento di capi di bestiame e della produzione vitivinicola.

 

Nuovo corso ITS destinato alla formazione della figura del GASTRONOMO

Il 14 Luglio 2017 sarà pubblicato il bando per la selezione degli allievi del nuovo corso della fondazione ITS Agroalimentare per il Piemonte volto a formare la figura del Tecnico superiore della valorizzazione delle produzioni agroalimentari – gastronomo, un professionista in grado di comunicare sia col produttore che con il consumatore, di fondamentale importanza sia per le competenze tecniche che possiede ma anche per quelle culturali e sociali relative a tutto ciò che concerne la produzione, la distribuzione e il consumo del cibo.

Il corso si terrà a Torino presso il CNOS-FAP Valdocco, in via Maria Ausiliatrice 36.

I posti disponibili sono 30.

Il corso è interamente finanziato da Regione Piemonte e MIUR, quindi gratuito per i partecipanti. Al termine del percorso biennale di 1800 ore, 600 delle quali dedicate a esperienze lavorative in azienda, si accede all’esame di Stato per il rilascio del Diploma di tecnico Superiore, V livello EQF. È prevista la concessione di crediti formativi. Il corso è in attesa di approvazione e finanziamento.

Visita il sito dell’ITS

 

Guarda il video di presentazione del nuovo corso:

Convegno “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro” – il VideoRacconto

Abbiamo raccolto le testimonianze video dell’appuntamento di Terra Madre che si è svolto a Valdocco nel pomeriggio di venerdì 23 settembre 2016 dal titolo “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”

VideoPillola di sintesi

 

 

 

 

 

 

 

“Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”
Venerdì 23 settembre alle 14 al Teatro Don Bosco di Torino

Gli Stati Generali della formazione agroalimentare nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016

Invitati anche i Ministri Maurizio Martina e Stefania Giannini

Intervengono Carlo Petrini e Oscar Farinetti

Nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016 l’ITS Agroalimentare del Piemonte,  Re.N.Is.A la Rete Nazionale degli Istituti Agrari, l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e la rete degli ITS Agroalimentari – Rete AgrITS organizzano venerdì 23 settembre alle 14 presso il Teatro Don Bosco di via Sassari 28/b il convegno dal titolo “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”.

In questa occasione gli Istituti Agrari, le Università, le Fondazioni ITS, le Aziende del settore e le Istituzioni si confrontano all’interno di un contesto che si può definire come gli Stati Generali della formazione agroalimentare italiana, con l’obiettivo di portare all’attenzione del Governo e delle Istituzioni Regionali il tema di un rinnovamento profondo dei percorsi formativi e didattici del settore, al fine di progettare una nuova agricoltura sostenibile e efficiente, attenta alla qualità della produzione.

La presenza al convegno dei diversi attori vuole condurre a ragionamenti condivisi sugli sviluppi delle figure professionali da formare a sostegno dell’agricoltura del futuro. Tutti i partecipanti hanno in comune l’interconnessione tra i vari sistemi e come obiettivo la ricerca di nuovi modelli per lo sviluppo del settore agricolo.

Il programma della giornata prevede la presenza di Luigi Bobba (Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Gianna Pentenero (Assessore all’Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale della Regione Piemonte), Roberto Moncalvo (presidente Coldiretti), Stefania Giannuzzi (Assessore all’Ambiente della Città di Torino).

Sono stati invitati il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini e il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina.

Interverranno inoltre don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani del Piemonte e della Valle d’Aosta), Giorgio Ferrero (Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte), Patrizia Marini (coordinatrice nazionale Rete Re.N.Is.A), Carlo Petrini (Presidente Università Scienze Gastronomiche), Oscar Farinetti (fondatore Eataly), Luca Virgilio (direttore della comunicazione Barilla), Maura Sammartino (responsabile gestione personale e sviluppo organizzativo Nova Coop), Giuseppe Carino (vice presidente Costa Crociere), Roberta Bruatto (dirigente Istituto Superiore G. Dalmasso), Vito Nicola Savino (coordinatore rete Fondazioni ITS).

Don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta) in merito all’appuntamento:

“I salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta non desiderano soltanto offrire ospitalità alla manifestazione ma, grazie al lavoro svolto nei Centri di Formazione professionale e nell’ ITS agroalimentare di cui siamo i  capofila, continuare a portare uno storico e qualificato contributo, che, sulla scia di quanto operato da don Bosco e dai suoi successori, vede nella crescita agroalimentare del nostro territorio una opportunità preziosa di lavoro per i giovani ed una occasione di crescita sociale per l’intera regione in cui nasciamo e operiamo con la nostra presenza”

In allegato il programma della giornata.

http://www.unisg.it/comunicati/le-nuove-professionalita-lagricoltura-del-futuro/


Per informazioni e adesioni:
Ufficio Comunicazione UNISG
Alessandra Abbona
0172 458507 – cell. 329 9079183
comunicazione@unisg.it

Ufficio Stampa Salesiani Piemonte Valle d’Aosta
Moreno Filipetto
3298455564 – 338 9432328
ufficiostampa@donboscoitalia.it

Convegno “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”

“Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”
Venerdì 23 settembre alle 14 al Teatro Don Bosco di Torino

Gli Stati Generali della formazione agroalimentare nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016

Invitati anche i Ministri Maurizio Martina e Stefania Giannini

Intervengono Carlo Petrini e Oscar Farinetti

Nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016 l’ITS Agroalimentare del Piemonte,  Re.N.Is.A la Rete Nazionale degli Istituti Agrari, l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e la rete degli ITS Agroalimentari – Rete AgrITS organizzano venerdì 23 settembre alle 14 presso il Teatro Don Bosco di via Sassari 28/b il convegno dal titolo “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”.

In questa occasione gli Istituti Agrari, le Università, le Fondazioni ITS, le Aziende del settore e le Istituzioni si confrontano all’interno di un contesto che si può definire come gli Stati Generali della formazione agroalimentare italiana, con l’obiettivo di portare all’attenzione del Governo e delle Istituzioni Regionali il tema di un rinnovamento profondo dei percorsi formativi e didattici del settore, al fine di progettare una nuova agricoltura sostenibile e efficiente, attenta alla qualità della produzione.

La presenza al convegno dei diversi attori vuole condurre a ragionamenti condivisi sugli sviluppi delle figure professionali da formare a sostegno dell’agricoltura del futuro. Tutti i partecipanti hanno in comune l’interconnessione tra i vari sistemi e come obiettivo la ricerca di nuovi modelli per lo sviluppo del settore agricolo.

Il programma della giornata prevede la presenza di Luigi Bobba (Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Gianna Pentenero (Assessore all’Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale della Regione Piemonte), Roberto Moncalvo (presidente Coldiretti), Stefania Giannuzzi (Assessore all’Ambiente della Città di Torino).

Sono stati invitati il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini e il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina.

Interverranno inoltre don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani del Piemonte e della Valle d’Aosta), Giorgio Ferrero (Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte), Patrizia Marini (coordinatrice nazionale Rete Re.N.Is.A), Carlo Petrini (Presidente Università Scienze Gastronomiche), Oscar Farinetti (fondatore Eataly), Luca Virgilio (direttore della comunicazione Barilla), Maura Sammartino (responsabile gestione personale e sviluppo organizzativo Nova Coop), Giuseppe Carino (vice presidente Costa Crociere), Roberta Bruatto (dirigente Istituto Superiore G. Dalmasso), Vito Nicola Savino (coordinatore rete Fondazioni ITS).

Don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta) in merito all’appuntamento:

“I salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta non desiderano soltanto offrire ospitalità alla manifestazione ma, grazie al lavoro svolto nei Centri di Formazione professionale e nell’ ITS agroalimentare di cui siamo i  capofila, continuare a portare uno storico e qualificato contributo, che, sulla scia di quanto operato da don Bosco e dai suoi successori, vede nella crescita agroalimentare del nostro territorio una opportunità preziosa di lavoro per i giovani ed una occasione di crescita sociale per l’intera regione in cui nasciamo e operiamo con la nostra presenza”

In allegato il programma della giornata.

http://www.unisg.it/comunicati/le-nuove-professionalita-lagricoltura-del-futuro/


Per informazioni e adesioni:
Ufficio Comunicazione UNISG
Alessandra Abbona
0172 458507 – cell. 329 9079183
comunicazione@unisg.it

Ufficio Stampa Salesiani Piemonte Valle d’Aosta
Moreno Filipetto
3298455564 – 338 9432328
ufficiostampa@donboscoitalia.it