Articoli

Oratorio Rebaudengo: Il progetto FUORI ONDA

L’Oratorio Rebaudengo, in collaborazione con la Scuola media Bernardo Chiara, presenta una novità con il progetto “FUORI ONDA”, rivolto a tutti i ragazzi e le ragazze che frequentano le scuole medie.

Il progetto “FUORI ONDA” offre:

  • Accompagnamento scuola/oratorio
  • Sala per la consumazione del pranzo
  • Spazio compiti assistito
  • Sala giochi e spazi all’aperto
  • Attività e laboratori

Il progetto sarà attivo a partire da lunedì 7 ottobre 2019 fino a venerdì 29 maggio 2020, con eventuali tempi supplementari per i ragazzi di terza media.

L’iscrizione può essere effettuata con due modalità:

  • Part time (fino a 3 giorni settimanali programmati all’iscrizione con i genitori)
  • Full time (5 giorni)

Informazioni:

oratorio@rebaoratorio.org

389.50.42.754

CNOS-FAP Rebaudengo: Un’esperienza di futuro presso l’Associazione Cometa

Si riporta l’articolo dedicato all’esperienza vissuta ieri, lunedì 9 settembre 2019, da parte dei formatori del Cnos-Fap del Rebaudengo e del nuovo direttore dell’opera, don Luca Barone, presso l’Associazione Cometa di Como.

La visita di ieri, 9 settembre, presso “Cometa”, un’organizzazione di diversi Enti finalizzati all’accoglienza e all’educazione dei giovani, è stata un’esperienza di “futuro possibile” in ambito educativo- formativo. Situata a Como, si compone di diverse realtà tra cui un bar-caffetteria-bistrot, una cooperativa artigianale, una scuola con un rinnovato modello didattico, un’ Academy legata al settore Hospitality: il tutto è finalizzato a dare un’opportunità concreta a ragazzi/e che hanno abbandonato la scuola senza alcuna prospettiva lavorativa, proponendo loro una formula di rilancio attraverso l’intelligenza delle mani.

Il Bar, il ristorante, la falegnameria, il restauro, il tessile-design, sono attività commerciali reali all’interno delle quali i ragazzi, accompagnati da professionisti del settore, apprendono un mestiere svolgendolo concretamente. Sono profondamente inserite nel contesto produttivo della zona e, la parte più straordinaria del progetto, sta nel fatto che sono attività che competono sul mercato e in grado di autosostenersi economicamente.

Le riflessioni e le idee che scaturiscono da questa visita sono molteplici e, a noi Formatori del Reba che abbiamo avuto l’opportunità di vedere questa realtà, danno lo slancio per ripensare e migliorare alcuni aspetti della nostra offerta formativa: una bella sfida per il il nostro Centro!

Un ringraziamento per la bella accoglienza e l’entusiasmo di Anita, Marcello, Alessandro, i Responsabili dei vari progetti. Grazie per l’esempio di “bellezza” e “passione per la vita” che si respira in ogni angolo di questa meravigliosa realtà.

Il CFP di Rebaudengo dà il benvenuto a don Luca Barone

Si riporta l’articolo pubblicato dal Centro di Formazione Professionale di Rebaudengo del 2 settembre 2019, in merito all’arrivo del nuovo direttore dell’Opera, don Luca Barone.

Ricominciati i lavori al CFP Rebaudengo con una grande novità: don Luca Barone è il nuovo Direttore dell’Opera Salesiana Rebaudengo e succede a don Luigi Compagnoni che ha trascorso molti anni della sua attività sacerdotale al Reba ed è ora chiamato a dirigere la Casa Salesiana di Alessandria.

Il nostro ringraziamento è rivolto a don Luigi per il supporto e l’incoraggiamento che ha profuso in questi anni e per la sua presenza discreta ma significativa tra i giovani del CFP. A lui il nostro affettuoso augurio per il suo nuovo incarico.

Accogliamo con gioia ed entusiasmo don Luca che, questa mattina, ha dato la sua indicazione per questo nuovo anno formativo. Sarà, infatti, un anno improntato sulle 3 “A”: ACCOGLIENZA, ASCOLTO e ACCOMPAGNAMENTO dei ragazzi/e che varcheranno, a breve, il cancello del Reba per intraprendere il loro cammino formativo.

Benvenuto don Luca e buon anno formativo!

IUSTO – Corso intensivo di qualifica per Educatore professionale socio-pedagogico

Si riporta la notizia pubblicata sul sito ufficiale di IUSTOIstituto Universitario Salesiano Torino –  ius.to, riguardo alla nuove edizione del corso di qualificazione  per “Educatore professionale socio-pedagogico“, con l’obiettivo di approfondire le competenze necessarie per operare con efficacia nei diversi contesti formali e non formali del sistema dell’istruzione, della formazione e dell’educazione.

Ai sensi della L. 205/2017, commi 594-601, IUSTO, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, proporrà una nuova edizione del corso di qualificazione per “Educatore professionale socio-pedagogico”, con l’obiettivo di approfondire le competenze necessarie per operare con efficacia nei diversi contesti formali e non formali del sistema dell’istruzione, della formazione e dell’educazione.

Se interessato, compili la presente scheda lasciando i suoi contatti e, non appena IUSTO riceverà aggiornamenti sulla questione in oggetto, provvederà a diffondere con sollecitudine le necessarie informazioni a tutti coloro che hanno manifestato il loro interesse a svolgere presso la nostra Università tale percorso formativo.

Il corso avrà un carattere intensivo e prevede complessivamente l’acquisizione di 60 CFU. Esso si rivolge a coloro che, al 1° gennaio 2018 sono in possesso di uno dei seguenti requisiti:

inquadramento nei ruoli delle amministrazioni pubbliche a seguito del superamento di un pubblico concorso relativo al profilo di educatore;
svolgimento dell’attività di educatore per non meno di tre anni, anche non continuativi, da dimostrare mediante dichiarazione del datore di lavoro ovvero autocertificazione dell’interessato ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;
diploma rilasciato entro l’anno scolastico 2001/2002 da un istituto magistrale o da una scuola magistrale.
Qualifica finale conseguita: “Educatore professionale socio-pedagogico”

Informazioni

Il costo di 1.800 € a partecipante è quello stabilito dall’Università Cattolica per tutte le sue sedi, ma, grazie all’accordo stipulato, siamo in grado di applicare uno sconto di 100 € a partecipante per chi si iscrive individualmente presso IUSTO. La tariffa complessiva è pertanto di 1.700 € a persona.
Le lezioni si svolgeranno in modalità blended (formazione online e in presenza)
Discussione di un project work finale
Partenza indicativa: ottobre 2019
Numero minimo di allievi per l’attivazione: 60
Numero massimo di allievi per edizione: 100
Per gli iscritti provenienti da Enti convenzionati con IUSTO sarà applicato uno sconto di € 200,00 sulla seconda rata (€500,00 anziché € 700,00).

Il corso verrà erogato presso IUSTO, Piazza Conti di Rebaudengo 22 – Torino

Per maggiori informazione: 60cfu-mi@unicatt.it

IUSTO – Open Day 2019

IUSTO Rebaudengo Istituto Universitario Salesiano Torino – comunica le date e tutte le informazioni relative alla giornata dell’Open Day del 6 settembre, per conoscere l’offerta formativa per l’Anno Accademico 2019-2020.

L’appuntamento è allo IUSTO – Istituto Universitario Salesiano Torino, aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma in Piazza Conti di Rebaudengo, 22 a Torino.

Per partecipare è necessario confermare la partecipazione on line.

Ingresso libero sino ad esaurimento posti.

I corsi di laurea disponibili sono tre:

  • Triennale in scienze dell’educazione – Educatore Socio-Pedagogico (Classe L 19)
  • Triennale in Psicologia (Classe L 24)
  • Magistrale in Psicologia, riservato a laureati o laureandi in Psicologia (Classe LM 51)

 

CNOS-FAP Rebaudengo: il Reba saluta don Bosco

Come da tradizione, i ragazzi del CNOS-FAP di Rebaudengo si sono recati in visita nel cuore della Salesianità, a Valdocco, per comprendere meglio l’insegnamento del Fondatore, don Bosco, anche per salutarsi al termine dell’anno scolastico.
Oggi, grazie a don Bosco, migliaia di giovani in tutta Italia frequentano e imparano un mestiere nei centri di formazione professionale salesiana, come quello del Rebaudengo.

Come era solito ripetere don Bosco

“tutti i ragazzi che entrano in una casa salesiana sono sotto la protezione del mantello di Maria Ausiliatrice”

Nella giornata dedicata, i ragazzi hanno poi fatto visita alla Basilica di Maria Ausiliatrice, a conclusione di una mattinata di incontri e di visite ai luoghi più significativi della vita del Santo.

IUSTO – Presentazione del progetto D.REA.M.S

Si rende noto che giovedì 6 giugno, alle ore 17,00, avverrà la presentazione del progetto D.REA.M.S.Do REAct: less Money, more dreamS – presso le aule di IUSTOIstituto Universitario Salesiano Torino – Piazza Rebaudengo . Progetto presentato da IUSTO e l’Associazione Ylda/Paratissima.

Ecco il programma dell’incontro moderato da Claudia Chiavarino, Vicepreside e Responsabile Ricerca universitaria di IUSTO:

  • 17.00Benvenuto e introduzione del progetto;
  • 17.10“Il Gioco d’azzardo patologico” – Augusto Consoli, Direttore del Dipartimento di Patologia delle Dipendenze ASL TO5;
  • 17.20“Sovraindebitamento e rischio usura” – Carlo Gandolfo, Vicepresidente della Fondazione San Matteo;
  • 17.30“Il percorso educativo D.REA.M.S” – Chiara Lombardo e Federica Canova, studentesse del 3° anno del Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione di IUSTO;
  • 17.45“Il percorso artistico D.REA.M.S” – GEC e Mr Fijodor;
  • 18.00“Le nostre opere artistiche”- i ragazzi di IIS Bodoni/Paravia, Liceo Alfieri, IIS Zerboni, Liceo Spinelli e Istituto Albe Steiner;
  • 18.30Premiazione;
  • 18.45Saluti e progetti futuri.

Ingresso libero e gratuito, a conclusione un aperitivo a buffet.

Per sensibilizzare il territorio sulle problematiche del gioco d’azzardo patologico e dell’indebitamento, fattori che sempre più stanno contribuendo a rendere più povere molte famiglie, IUSTO e l’Associazione Ylda/Paratissima presentano il progetto: D.REA.M.S – Do REAct: less Money, more dreamS 6 giugno 2019 alle ore 17.00.

E’ l’evento conclusivo del progetto D.REA.M.S, un percorso di sensibilizzazione sul tema dell’indebitamento e del gioco d’azzardo, che si è svolto in diversi step:

  • Incontri di formazione per studenti e docenti;
  • Incontri nelle scuole con approccio educativo/artistico;
  • Aperitivi informativi con giuria popolare per la votazione dell’opera più bella;
  • Potenziamento dello Sportello d’ascolto gratuito – SU.PER.A. il G.A.P. sul gioco d’azzardo patologico. Viene esteso il focus operativo anche al tema dell’indebitamento;

Il gioco d’azzardo in Italia e il nostro impegno

Il gioco d’azzardo è responsabile per il 38,7% della povertà delle famiglie italiane (Eurispes, 2017). Infatti, attraverso un approccio educativo, si è voluto fornire un supporto concreto alle persone in situazione di disagio conclamato e ai loro familiari. Si è operato in senso preventivo, con specifiche azioni di sensibilizzazione rivolte alle fasce di popolazione ad oggi considerate più vulnerabili: da un lato, gli adolescenti, e, dall’altro, persone in fasi di vita più mature, inclusa la terza età. Troppo spesso queste fasce di età sono potenzialmente connotate da aspetti di fragilità sociale, quali la disoccupazione, la solitudine, la marginalità sociale, tutti fattori che possono contribuire a finire nella piaga del gioco d’azzardo e/o dell’indebitamento.

Il 6 giugno, in particolare, è dedicato a tutti coloro che sono interessati a conoscere come si è svolto il progetto e a capire quali sono le opportunità per affrontare il problema dell’indebitamento e del gioco d’azzardo patologico.

Le premiazioni delle opere vincitrici e il programma

Chi verrà all’incontro conclusivo potrà conoscere gli educatori che hanno seguito i ragazzi nelle scuole e gli artisti che hanno aiutato a produrre le opere durante gli incontri di formazione per studenti e docenti. Saranno proprio gli alunni a illustrare i contenuti dei lavori prodotti, aiutando la giuria tecnica nella votazione di quella che sarà l’opera d’arte vincitrice del progetto.

La voce degli esperti all’inizio aiuterà ad inquadrare ancor meglio il tema.

Un evento rivolto a:

  • studenti delle scuole che hanno partecipato ai laboratori;
  • adulti/anziani che hanno partecipato agli aperitivi del 2 e 8 maggio;
  • studenti universitari;
  • operatori sociali;
  • insegnanti e docenti;
  • popolazione del territorio cittadino.

CNOS-FAP Rebaudengo: Cerimonia di consegna attestati

Gli allievi del CNOS-FAP Rebaudengo, qualificati e diplomati nell’anno 2017-18, hanno ricevuto l’attestato alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni: la Presidente della Circoscrizione 6, la dottoressa Carlotta Salerno, il Sig. Antonio Ledda, coordinatore 1.a Commissione Circoscrizione 6 e il Sig. Francesco Garzone dei “tavoli lavoro”.

A tutti loro un sentito ringraziamento per la partecipazione e la disponibilità dimostrata. Hanno fatto gli onori di casa il Direttore dell’Opera Rebaudegno, don Luigi Compagnoni, il Direttore del CFP Rebaudengo, Fabrizio Berta, il precedente Direttore, Ermanno Duò, l’economo del Rebaudengo, Gianluca Toso e, come ospite d’onore, il Direttore del CNOS-FAP Regione Piemonte e Val d’Aosta, Lucio Reghellin.

IUSTO al 32° Salone Internazionale del Libro

L’Istituto Universitario Salesiano Rebaudengo sarà presente al 32° Salone Internazionale del Libro di Torino dal 9 al 13 maggio presso lo Stand B-36, Padiglione 1 di Lingotto Fiere.
È la prima volta che IUSTO partecipa al Salone del Libro e sarà l’occasione di presentare al grande pubblico la Collana di testi accademici “IUSTO Studi e Ricerche”, diretta da Alessio Rocchi e Claudia Chiavarino: sono nove gli autori che dedicheranno due ore di presenza allo stand IUSTO per incontrare i visitatori, dialogare con loro e firmare le copie dei volumi. Presenti allo stand anche gli Operatori Volontari del Servizio Civile Salesiani Piemonte e Valle d’Aosta.

Incontro con l’autore presso lo stand IUSTO:

  • Giovedì 9 maggio ore 15.00-17.00: prof. Claudio Tarditi “Desiderio, sacrificio, perdono. L’antropologia filosofica di René Girard”;
  • Venerdì 10 maggio ore 10.30-12.30: prof.ssa Daniela De Prosperis “Con una metafora si può. Strumenti metaforici a uso comunicativo”;
  • Venerdì 10 maggio ore 18.00-20.00: prof. Aldo Rizza “Sulle orme di Athena” e “Conoscere. Appunti di gnoseologia, epistemologia e storia della scienza”;
  • Sabato 11 maggio ore 10.30-12.30: prof.ssa Paola Sandrone “Capire la psicometria”;
  • Sabato 11 maggio ore 15.00-17.00: prof. Andrea Pintonello “Psicologia dello sport. Formazione, ricerca, consulenza”;
  • Domenica 12 maggio ore 10.30-12.30: prof. Guido Olivero “Conversazioni di organizzazione aziendale”;
  • Domenica 12 maggio ore 16.00-18.00: prof. Giovanni Garena e prof. Luciano Tosco “Due educatori in viaggio nella provvisoria reale utopia, dalla segregazione all’integrazione sociale”;
  • Lunedì 13 maggio ore 10.30-12.30: prof.ssa Claudia Chiavarino “Giocarsi tutto, Contributi sul gioco d’azzardo”;
  • Lunedì 13 maggio ore 12.30-14.30: prof. Alessio Rocchi “Il tempo del perdono. Aporie del perdonare tra filosofia e teologia”.

CNOS-FAP: inaugurazione XIII Concorso nazionale dei capolavori dei settori professionali

Oggi, venerdì 3 maggio 2019, presso la sala Sangalli di Valdocco, si è svolto il primo Convegno degli Oratori, dal titolo “ORAtorio per il FUTURO”