Articoli

IUSTO al 32° Salone Internazionale del Libro

L’Istituto Universitario Salesiano Rebaudengo sarà presente al 32° Salone Internazionale del Libro di Torino dal 9 al 13 maggio presso lo Stand B-36, Padiglione 1 di Lingotto Fiere.
È la prima volta che IUSTO partecipa al Salone del Libro e sarà l’occasione di presentare al grande pubblico la Collana di testi accademici “IUSTO Studi e Ricerche”, diretta da Alessio Rocchi e Claudia Chiavarino: sono nove gli autori che dedicheranno due ore di presenza allo stand IUSTO per incontrare i visitatori, dialogare con loro e firmare le copie dei volumi. Presenti allo stand anche gli Operatori Volontari del Servizio Civile Salesiani Piemonte e Valle d’Aosta.

Incontro con l’autore presso lo stand IUSTO:

  • Giovedì 9 maggio ore 15.00-17.00: prof. Claudio Tarditi “Desiderio, sacrificio, perdono. L’antropologia filosofica di René Girard”;
  • Venerdì 10 maggio ore 10.30-12.30: prof.ssa Daniela De Prosperis “Con una metafora si può. Strumenti metaforici a uso comunicativo”;
  • Venerdì 10 maggio ore 18.00-20.00: prof. Aldo Rizza “Sulle orme di Athena” e “Conoscere. Appunti di gnoseologia, epistemologia e storia della scienza”;
  • Sabato 11 maggio ore 10.30-12.30: prof.ssa Paola Sandrone “Capire la psicometria”;
  • Sabato 11 maggio ore 15.00-17.00: prof. Andrea Pintonello “Psicologia dello sport. Formazione, ricerca, consulenza”;
  • Domenica 12 maggio ore 10.30-12.30: prof. Guido Olivero “Conversazioni di organizzazione aziendale”;
  • Domenica 12 maggio ore 16.00-18.00: prof. Giovanni Garena e prof. Luciano Tosco “Due educatori in viaggio nella provvisoria reale utopia, dalla segregazione all’integrazione sociale”;
  • Lunedì 13 maggio ore 10.30-12.30: prof.ssa Claudia Chiavarino “Giocarsi tutto, Contributi sul gioco d’azzardo”;
  • Lunedì 13 maggio ore 12.30-14.30: prof. Alessio Rocchi “Il tempo del perdono. Aporie del perdonare tra filosofia e teologia”.

CNOS-FAP: inaugurazione XIII Concorso nazionale dei capolavori dei settori professionali

Oggi, venerdì 3 maggio 2019, presso la sala Sangalli di Valdocco, si è svolto il primo Convegno degli Oratori, dal titolo “ORAtorio per il FUTURO”

Concorsi nazionali al Cnos-Fap Rebaudengo – XIII edizione

Da lunedì 6 maggio fino a venerdì 10 maggio, presso il Cnos-fap del Rebaudengo (Torino) saranno ospitati i concorsi nazionali Cnos 2019, che giungono così alla XIII edizione, del settore meccanico, elettrico – area automazione ed elettrico – area domotica.

Il “Concorso Nazionale dei Capolavori dei Settori Professionali” è un’iniziativa che si propone tre obiettivi principali:

  • stimolare gli allievi dei CFP della Federazione CNOS-FAP a misurarsi su una prova, elaborata di intesa con le imprese del settore, che rispecchia le competenze che l’allievo deve raggiungere al termine del percorso formativo;
  • promuovere il miglioramento continuo del settore e del singolo CFP della Federazione CNOS-FAP, soprattutto dal punto di vista tecnologico e della cultura d’impresa;
  • approfondire e consolidare il rapporto con il mondo del lavoro tramite le imprese del settore.

Questa proposta, denominata a volte “esercitazione”, altre volte “prova” o “capolavoro”, si colloca nel solco della tradizione salesiana. Già don Bosco, con una chiara preoccupazione preventiva e con una esplicita finalità pratica, aprì, tra gli anni Cinquanta e Sessanta dell’Ottocento, ben sei laboratori:

  • calzolai (1853);
  • sarti (1853);
  • legatori (1854);
  • falegnami (1856);
  • tipografi (1861);
  • fabbri (1862).

È prevista una partecipazione di circa 200 giovani provenienti dai 60 centri di Formazione Professionale presenti in tutta Italia che saranno ospitati dalle strutture Salesiane del torinese.

Numerose aziende hanno già dato il loro supporto a questa iniziativa a dimostrazione del fatto che esiste un legame molto forte sia con le aziende del territorio sia con le aziende dei settori e l’attenzione delle stesse nei confronti dei ragazzi formati nei percorsi formativi professionali, da cui spesso attingono per le assunzioni.

L’evento  della cerimonia di inaugurazione inoltre sarà diffuso in diretta streaming sulla pagina Facebook di Salesiani Piemonte.

Pagina Facebook
Concorsi Nazionali
Cnos-Fap Rebaudengo

 

“Parliamo di legalità: cittadini si nasce o si diventa?”: IUSTO con il Festival della Criminologia

“Parliamo di legalità: cittadini si nasce o si diventa?”
Venerdì 10 novembre 2017
Aula Magna presso IUSTO, Piazza Conti di Rebaudengo,22 – Torino

Oggi Torino è la città d’Italia con la più alta concentrazione di attività formative dedicate alla Criminologia, alla Psicologia Criminale, Forense e Investigativa. Per questo giunge alla sua seconda edizione il Festival della Criminologia di Torino (9-12 novembre), ideato e organizzato dal Prof. Angelo Zappalà, un appuntamento pensato per un pubblico differenziato e intergenerazionale. Tra i main academic partner della manifestazione: IUSTO, l’Istituto Universitario Salesiano Torino, che organizza la conferenza dal titolo “Parliamo di legalità: cittadini si nasce o si diventa?” di Venerdì 10 Novembre 2017, dove si cercherà di rispondere a questioni sociali sempre più urgenti: Quali sono gli indicatori di una cittadinanza attiva? È vero che i giovani sono disinteressati e poco coinvolti nei problemi sociali? È possibile pensare ad un’educazione alla partecipazione civica e alla solidarietà?

Al pubblico presente verrà sottoposto un programma a più livelli d’approfondimento mediante una ricerca che ha coinvolto Italia (Torino – IUSTO e Venezia – IUSVE) e Spagna (Madrid – CES). I relatori italiani e spagnoli interverranno sul tema del significato, dei valori e delle azioni legate alla cittadinanza attiva nei giovani. A seguire l’attenzione si volgerà verso il tema della legalità con gli interventi e le testimonianze di Giuseppe Costanza, autista giudiziario del Giudice Giovanni Falcone sopravvissuto alla strage di Capaci e Luciano Tirindelli, agente di scorta del Giudice.

 

PROGRAMMA

9.00 – 9.10 PERCHÉ PARLARE DI CITTADINANZA CON I GIOVANI.

Sabino de Juan López, professore del CES (Centro di Educazione Superiore in Scienze Umane e Scienze dell’Istruzione “Don Bosco”) di Madrid. È membro dello IUS Education Group, dove rappresenta il CES Don Bosco.

9.10 – 9.40 MA IO CHE CI POSSO FARE? Provocazioni per un’educazione alla cittadinanza attiva e solidale.

Christian Crocetta, professore stabile di Diritto presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE), in cui è Docente di Diritto di famiglia, minori e servizi alla persona, Coordinatore didattico del Dipartimento di Pedagogia e referente dell’Alta Formazione IUSVE.

9.40 – 10.00 COINVOLTI, MA NON TRAVOLTI. I risultati di una ricerca transnazionale sulla cittadinanza attiva.

Claudia Chiavarino, professore stabile di Psicologia e psicometria e Responsabile della Ricerca universitaria presso l’Istituto Universitario Salesiano di Torino (IUSTO).
Davide Marchioro, docente presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia-Mestre (IUSVE), Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Psicologia (IUSVE).

10.00 – 10.10 TUTTO IL MONDO È PAESE. Riflessione sui dati di ricerca.

Patricia Revuelta Mediavilla, docente di Educazione Sociale al CES Don Bosco e Coordinatore Relazioni Internazionali.
Mercedes Reglero Rada, docente e coordinatrice di Educazione Sociale al CES Don Bosco.

10.10 – 10.20 EROI? PER CASO E PER VIRTÙ. La cittadinanza tra istanza etica e sfida educativa.

Alessio Rocchi, Direttore Generale di IUSTO, l’Istituto Universitario Salesiano di Torino, dove è anche professore aggiunto nella cattedra di pedagogia

10.30 – 11.30 VENTICINQUE ANNI DOPO

Giuseppe Costanza, autista giudiziario del Giudice Giovanni Falcone sopravvissuto alla strage di Capaci
Moderatore: Gianluca Versace, giornalista e scrittore

11:45 – 12:45 “CON FALCONE AVREI DOVUTO ESSERCI IO”

Luciano Tirindelli, agente di scorta del Giudice Giovanni Falcone
Moderatore: Gianluca Versace, giornalista e scrittore

IUSTO, AIDP e OPP insieme per la professionalità degli aspiranti psicologi

Giovedì 5 Ottobre 2017, alle ore 11.00, presso lo Spazio Conferenze del Museo del Cinema di Torino (Mole Antonelliana, via Montebello 20 – 10124 Torino) si terrà la Conferenza Stampa di presentazione dell’innovativo accordo quadro tra gli enti IUSTO (Istituto Universitario Salesiano Torino), AIDP (Associazione Italiana per la Direzione del Personale) e OPP (Ordine degli Psicologi del Piemonte) che rende possibile, in via sperimentale, avviare tirocini di aspiranti psicologi anche in contesti che attualmente non impiegano la figura dello psicologo, ma che potrebbero essere interessati a farlo. Ad oggi infatti non è possibile inserire tirocinanti di psicologia in aziende prive di uno psicologo nel loro organico. Grazie all’intesa sottoscritta, le aziende sprovviste di una figura adatta per il ruolo di tutor del tirocinante, avranno a disposizione, senza alcun onere a loro carico, uno psicologo iscritto all’albo messo a disposizione dall’università IUSTO. Si offre quindi agli studenti e ai giovani laureati, la possibilità di svolgere tirocini in un maggior numero di sedi rispetto al passato e nel contempo, si favorisce una maggiore attenzione allo specifico apporto della psicologia all’interno delle organizzazioni.

 

 

Di seguito il CS redatto dagli enti partner dell’intesa:

 

04 dicembre 2016 – La Parrocchia San Giuseppe Lavoratore compie 50 anni

1 dicembre 1966 – 4 dicembre 2016: la Parrocchia Salesiana San Giuseppe Lavoratore del Rebaudengo compie 50 anni dalla sua fondazione e li celebra con un ricco calendario di appuntamenti.

Vai al sito.

 

temp_programma_50anni

 

 

 

5/11 “Mani. Storie di lavoro e santità.” – spettacolo teatrale Salesiani Rebaudengo Torino

L’oratorio dei Salesiani di Rebaudengo di Torino presenta lo spettacolo “Mani. Storie di lavoro e di santità” presso il Salone Multimediale dell’Istituto Rebaudengo, Piazza Rebaudengo, 22 Torino, Sabato 5 Novembre ore 21,00.

Un progetto collettivo iniziato a conclusione delle celebrazioni del Bicentenario della nascita di Don Bosco per iniziativa di un gruppo di genitori dell’oratorio, i quali desideravano porre l’accento sulla figura poliedrica del Santo Sociale dei giovani – tra i primi ad adoperarsi per la tutela lavorativa dei giovani e delle donne che iniziavano ad intraprendere un cammino professionale – e su quella di San Giuseppe Lavoratore – esempio di dignità del lavoro umano, come dovere e perfezionamento dell’uomo a servizio della comunità – al quale è intitolata la parrocchia del Rebaudengo. Da qui ne è scaturita una profonda ed urgente riflessione sul mondo del lavoro attuale, dando alla luce un testo che ne scandaglia le tappe fondamentali dalla Rivoluzione Industriale ad alcuni momenti cardine del secolo scorso.

Sono stati coinvolti 58 tra bambini, ragazzi, animatori e adulti che insieme hanno contribuito all’allestimento dello spettacolo teatrale, dalle scenografie alle coreografie, dalle musiche alla recitazione e ai canti che verranno eseguiti tutti rigorosamente dal vivo.
L’ingresso è gratuito, tuttavia per una migliore organizzazione dell’ingresso è richiesta la prenotazione online.

foto_gruppo

 

Studenti universitari e Volontariato

servire-con-lode

Sono disponibili sul sito www.servireconlode.it tutte le opportunità offerte dal mondo del Volontariato agli studenti universitari che frequentano gli Atenei torinesi e al mondo accademico, docenti e personale amministrativo, più in generale. Sono oltre 50 le Associazioni di Volontariato e gli Enti Assistenziali che hanno dato disponibilità ad accogliere giovani volontari, mettendo a disposizione 500 opportunità di impegno. Prende così definitivamente corpo l’azione di “Servire con Lode”, il protocollo d’intesa firmato da Università, Politecnico, Istituto Universitario Salesiano Torino-Rebaudengo, Città Metropolitana, Diocesi di Torino, Centro Servizi Vol.To al fine di proporre ai giovani studenti l’opportunità di fare esperienza dedicando il proprio tempo libero alle persone e a rispondere ai loro bisogni. Concluse le prime due fasi progettuali, cioè la definizione e costruzione della piattaforma informatica e la raccolta delle adesioni delle Associazioni e degli Enti Assistenziali, Servire con Lode entra ora nella sua fase cruciale: il coinvolgimento degli studenti universitari e dei giovani torinesi, azione che verrà perseguita con azioni mirate da parte di Università, Politecnico e IUSTO e con l’affissione e la distribuzione di materiale promozionale nelle Sedi Universitarie.