Articoli

Convegno di carattere agrario ed ambientale presso la casa di Lombriasco

Nella giornata di giovedì 10 maggio 2018, presso la casa salesiana di Lombriasco, si terrà il Convegno dal titolo: “Le formazioni lineari e le fasce tampone primarie. Misure di mitigazione per la riduzione degli inquinanti nei corsi d’acqua”.

La partecipazione è gratuita. Il programma, i relatori e i partner organizzatori secondo il manifesto qui riportato di seguito:

 

Scuola don Bosco di Lombriasco: innovazione, agricoltura e giovani

Nella geografia nazionale, l’agricoltura si colloca come un settore economico il cui valore aggiunto nel 2016 ha superato i 31 miliardi pari al 2,1% del valore aggiunto nazionale. Prendendo in rassegna la componente agricola, si rileva che il valore complessivo della produzione risulta composto per il 52% dalle coltivazioni vegetali, per il 29% dagli allevamenti zootecnici e per il 12% e il 6% dalle attività di supporto e dalle attività secondarie.
Questo testimonia un segnale di ripresa economica del settore che viene avvalorato da importanti risultati nell’ambito della formazione agricola e nell’incremento della risposta giovanile alla questione: per la prima volta, infatti, una scuola agraria si è qualificata sul podio di una classifica molto prestigiosa.

Si segnala che, qui di seguito, in data Venerdì 1 Dicembre, il quotidiano agricolo indipendente “TerraOggi.it“, ha pubblicato un’articolo relativo alla Scuola agraria Don Bosco di Lombriasco che, secondo l’Osservatorio Eduscopio della Fondazione Agnelli, viene classificata al secondo posto tra i migliori quindici istituti tecnici tecnologici della Provincia di Torino:

 

Lombriasco, la prima volta di una Scuola agraria sul podio dei migliori Istituti

Il “Don Bosco” classificato dall’Osservatorio Eduscopio della Fondazione Agnelli al secondo posto tra i migliori quindici istituti tecnici tecnologici della Provincia di Torino. Un risultato significativo per la formazione agricola. E in primavera, l’alternanza scuola/lavoro si fa in Argentina e Francia

La Scuola agraria Don Bosco di Lombriasco è stata classificata da Eduscopio, progetto della Fondazione Agnelli, al secondo posto tra i migliori quindici istituti tecnici tecnologici della Provincia di Torino. Un risultato che certamente rende onore al merito della storica scuola salesiana immersa nella campagna tra Torino e Cuneo, ma che rivela anche un importante “segno dei tempi”, perché è la prima volta che un istituto agrario raggiunge il podio di una classifica così prestigiosa.

ORGOGLIO AGRICOLO

«Se qualcuno ancora pensasse che Agraria sia un “ripiego” rispetto ad altri corsi “più nobili” – commenta il preside della Scuola di Lombriasco, Marziano Bertino -, a questo punto non potrebbe che essere smentito. Questo traguardo, certamente lusinghiero per il nostro istituto, costituisce un ennesimo motivo di orgoglio per l’intero mondo agricolo, che vede riconosciuto (se mai ancora ce ne fosse stato ancora bisogno) il ruolo dell’istruzione e della formazione delle giovani generazioni, al fine di innovare un’agricoltura oggi più che mai indispensabile per l’intera economia».

Il rilevamento e la classifica delle scuole sono avvenuti non sulle risultanze soltanto dell’ultimo anno, ma in base a specifici parametri (percentuale di diplomati occupati, rendimento scolastico dei diplomati iscritti all’università, coerenza tra studi fatti e lavoro svolto, eccetera) analizzati già a partire dagli anni 2011/2012.

FORMAZIONE ALL’ESTERO

Una crescita qualitativa che non accenna a fermarsi, se l’istituto salesiano di Lombriasco ha appena annunciato di aver messo a disposizione dei propri allievi l’opportunità di adempiere all’obbligo dell’alternanza scuola/lavoro in aziende collocate oltre i confini nazionali. Anche qui, si tratta di un primato. In particolare, sono state scelte come meta la Francia e l’Argentina: «L’iniziativa ha avuto un successo insperato – osserva ancora il preside Bertino -, in quanto ben il 50 per cento degli studenti degli ultimi anni (terza e quarta Ita) la prossima primavera andrà a Cordoba e Mendoza, in Argentina, ed una buona parte degli studenti di terza Ita a Ressins (Francia), sempre in aziende agricole salesiane».

CONTINUA EVOLUZIONE

Gli allievi saranno chiamati a prestare servizio nei vari settori aziendali, dalla produzione alla trasformazione, alla commercializzazione, in modo da poter acquisire quelle conoscenze e competenze che sono proprie del mondo del lavoro.

Un’esperienza di formazione professionale agricola all’estero che non conosce precedenti, confermando una nuova dinamicità nell’evoluzione delle potenzialità del settore primario, attraverso la conoscenza e il confronto con altre realtà formative e produttive.

«In futuro – anticipa Bertino, svelando nuovi piani dell’istituto -, prevediamo di estendere questa possibilità anche a ex-allievi, imprenditori agricoli e tecnici del settore. Ma questo farà parte di un’altra storia».

27/02 – Convegno: Agricoltura e Giovani

Confagricoltura Torino in collaborazione con Anga Giovani di Confagricoltura e Scuole Salesiani Lombriasco organizzano Venerdì 24 Febbraio 2017  ​​il convegno dal titolo “AGRICOLTURA: Obiettivo Giovani“,  presso la Scuola Agraria Salesiana a Lombriasco (TO) alle ore 10. ​

​Nel corso dell’assemblea verranno citati i dati relativi al binomio giovani e agricoltura, enucleando i punti fondamendali per incentivare le giovani generazioni ad avviare il proprio percorso professionale nel settore agricolo.

Nuovo sportello informativo all’Istituto Tecnico Agrario “Don Bosco” di Lombriasco

Lombriasco diventa sportello informativo Regione Piemonte.

Grazie all’avvio anticipato, da parte di Oata Liberi professionisti, dell’attività informativa ai sensi del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Piemonte – Misura 1 – Operazione 1.2.1- Azione 1:Attività dimostrative e di informazione in campo agricolo, l’Istituto Tecnico Agrario “Don Bosco” di Lombriasco (TO) mette a disposizione delle aziende agricole un nuovo punto informativo gratuito.

Lo sportello è aperto dal 3 ottobre 2016 tutti i lunedì e giovedì mattina e durante questi orari gli imprenditori agricoli della zona avranno a disposizione la consulenza gratuita di un tecnico qualificato sulle principali focus area del nuovo Piano di Sviluppo Rurale:

  • Focus Area 2A (Prestazioni economiche delle aziende agricole);
  • Focus Area 2B (Ricambio generazionale e qualificazione giovani agricoltori);
  • Focus Area 3A (Integrazione nella filiera, filiere corte, mercati locali, O.P.);
  • Focus Area 3B (Prevenzione e gestione dei rischi aziendali);
  • Focus Area 4A (Biodiversità e il paesaggio, aree natura 2000);
  • Focus Area 4B (Gestione delle risorse idriche, dei fertilizzanti e fitofarmaci);
  • Focus Area 4C (Gestione dei suoli, prevenzione dell’erosione);
  • Focus Area 5A (L’uso efficiente dell’acqua in agricoltura);
  • Focus Area 5C (Approvvigionamento e utilizzo di fonti rinnovabili);
  • Focus Area 5D (Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca);
  • Focus Area 5E (Sequestro del carbonio nel settore agricolo);
  • Focus Area 6B (Sviluppo locale nelle zone rurali).

Questa iniziativa, unita ai numerosi convegni e alle attività di formazione per le aziende agricole, fa parte di un complesso progetto di rinnovamento dell’Istituto Tecnico Agrario “Don Bosco” di Lombriasco (TO), da sempre punto di riferimento per l’agricoltura Piemontese.

Durante il prossimo biennio, grazie alla collaborazione con Oata Liberi professionisti, l’Istituto “Don Bosco” metterà a disposizione delle realtà rurali del territorio diverse attività dimostrative e informative legate ad una moderna agricoltura.

Nel primo mese di attività di sportello si sono già riscontrati numerosi contatti, questo conferma che gli imprenditori agricoli del territorio hanno bisogno di un supporto tecnico professionale e preparato che sia in grado di guidarli nell’utilizzare al meglio tutte le misure del PSR 2014-2020.

Presso questo punto informativo le aziende troveranno sempre un tecnico libero professionista in grado di fornire loro, gratuitamente, tutte le informazioni relative alle principali problematiche del settore e a orientarle verso una soluzione ottimale.

Punto di forza di questo sportello è il fatto che si inserisce all’interno del complesso didattico sperimentale dell’Istituto Tecnico Agrario Salesiano di Lombriasco, permettendo di sviluppare direttamente in loco non solo l’attività di sportello ma anche una serie di eventi dimostrativi e informativi sulle principali novità del settore.

Un’altra funzione importante dello sportello riteniamo che sia quello di essere un punto di ascolto delle principali problematiche del mondo rurale Piemontese in modo tale da permettere all’Istituto Tecnico Agrario “Don Bosco” di continuare ad essere un centro all’avanguardia e di riferimento per l’agricoltura.

Per ulteriori informazioni, visita il sito.

Convegno “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro” – il VideoRacconto

Abbiamo raccolto le testimonianze video dell’appuntamento di Terra Madre che si è svolto a Valdocco nel pomeriggio di venerdì 23 settembre 2016 dal titolo “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”

VideoPillola di sintesi

 

 

 

 

 

 

 

“Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”
Venerdì 23 settembre alle 14 al Teatro Don Bosco di Torino

Gli Stati Generali della formazione agroalimentare nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016

Invitati anche i Ministri Maurizio Martina e Stefania Giannini

Intervengono Carlo Petrini e Oscar Farinetti

Nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016 l’ITS Agroalimentare del Piemonte,  Re.N.Is.A la Rete Nazionale degli Istituti Agrari, l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e la rete degli ITS Agroalimentari – Rete AgrITS organizzano venerdì 23 settembre alle 14 presso il Teatro Don Bosco di via Sassari 28/b il convegno dal titolo “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”.

In questa occasione gli Istituti Agrari, le Università, le Fondazioni ITS, le Aziende del settore e le Istituzioni si confrontano all’interno di un contesto che si può definire come gli Stati Generali della formazione agroalimentare italiana, con l’obiettivo di portare all’attenzione del Governo e delle Istituzioni Regionali il tema di un rinnovamento profondo dei percorsi formativi e didattici del settore, al fine di progettare una nuova agricoltura sostenibile e efficiente, attenta alla qualità della produzione.

La presenza al convegno dei diversi attori vuole condurre a ragionamenti condivisi sugli sviluppi delle figure professionali da formare a sostegno dell’agricoltura del futuro. Tutti i partecipanti hanno in comune l’interconnessione tra i vari sistemi e come obiettivo la ricerca di nuovi modelli per lo sviluppo del settore agricolo.

Il programma della giornata prevede la presenza di Luigi Bobba (Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Gianna Pentenero (Assessore all’Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale della Regione Piemonte), Roberto Moncalvo (presidente Coldiretti), Stefania Giannuzzi (Assessore all’Ambiente della Città di Torino).

Sono stati invitati il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini e il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina.

Interverranno inoltre don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani del Piemonte e della Valle d’Aosta), Giorgio Ferrero (Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte), Patrizia Marini (coordinatrice nazionale Rete Re.N.Is.A), Carlo Petrini (Presidente Università Scienze Gastronomiche), Oscar Farinetti (fondatore Eataly), Luca Virgilio (direttore della comunicazione Barilla), Maura Sammartino (responsabile gestione personale e sviluppo organizzativo Nova Coop), Giuseppe Carino (vice presidente Costa Crociere), Roberta Bruatto (dirigente Istituto Superiore G. Dalmasso), Vito Nicola Savino (coordinatore rete Fondazioni ITS).

Don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta) in merito all’appuntamento:

“I salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta non desiderano soltanto offrire ospitalità alla manifestazione ma, grazie al lavoro svolto nei Centri di Formazione professionale e nell’ ITS agroalimentare di cui siamo i  capofila, continuare a portare uno storico e qualificato contributo, che, sulla scia di quanto operato da don Bosco e dai suoi successori, vede nella crescita agroalimentare del nostro territorio una opportunità preziosa di lavoro per i giovani ed una occasione di crescita sociale per l’intera regione in cui nasciamo e operiamo con la nostra presenza”

In allegato il programma della giornata.

http://www.unisg.it/comunicati/le-nuove-professionalita-lagricoltura-del-futuro/


Per informazioni e adesioni:
Ufficio Comunicazione UNISG
Alessandra Abbona
0172 458507 – cell. 329 9079183
comunicazione@unisg.it

Ufficio Stampa Salesiani Piemonte Valle d’Aosta
Moreno Filipetto
3298455564 – 338 9432328
ufficiostampa@donboscoitalia.it

Convegno “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”

“Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”
Venerdì 23 settembre alle 14 al Teatro Don Bosco di Torino

Gli Stati Generali della formazione agroalimentare nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016

Invitati anche i Ministri Maurizio Martina e Stefania Giannini

Intervengono Carlo Petrini e Oscar Farinetti

Nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2016 l’ITS Agroalimentare del Piemonte,  Re.N.Is.A la Rete Nazionale degli Istituti Agrari, l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e la rete degli ITS Agroalimentari – Rete AgrITS organizzano venerdì 23 settembre alle 14 presso il Teatro Don Bosco di via Sassari 28/b il convegno dal titolo “Le nuove professionalità per l’agricoltura del futuro”.

In questa occasione gli Istituti Agrari, le Università, le Fondazioni ITS, le Aziende del settore e le Istituzioni si confrontano all’interno di un contesto che si può definire come gli Stati Generali della formazione agroalimentare italiana, con l’obiettivo di portare all’attenzione del Governo e delle Istituzioni Regionali il tema di un rinnovamento profondo dei percorsi formativi e didattici del settore, al fine di progettare una nuova agricoltura sostenibile e efficiente, attenta alla qualità della produzione.

La presenza al convegno dei diversi attori vuole condurre a ragionamenti condivisi sugli sviluppi delle figure professionali da formare a sostegno dell’agricoltura del futuro. Tutti i partecipanti hanno in comune l’interconnessione tra i vari sistemi e come obiettivo la ricerca di nuovi modelli per lo sviluppo del settore agricolo.

Il programma della giornata prevede la presenza di Luigi Bobba (Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Gianna Pentenero (Assessore all’Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale della Regione Piemonte), Roberto Moncalvo (presidente Coldiretti), Stefania Giannuzzi (Assessore all’Ambiente della Città di Torino).

Sono stati invitati il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini e il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina.

Interverranno inoltre don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani del Piemonte e della Valle d’Aosta), Giorgio Ferrero (Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte), Patrizia Marini (coordinatrice nazionale Rete Re.N.Is.A), Carlo Petrini (Presidente Università Scienze Gastronomiche), Oscar Farinetti (fondatore Eataly), Luca Virgilio (direttore della comunicazione Barilla), Maura Sammartino (responsabile gestione personale e sviluppo organizzativo Nova Coop), Giuseppe Carino (vice presidente Costa Crociere), Roberta Bruatto (dirigente Istituto Superiore G. Dalmasso), Vito Nicola Savino (coordinatore rete Fondazioni ITS).

Don Enrico Stasi (Ispettore dei Salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta) in merito all’appuntamento:

“I salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta non desiderano soltanto offrire ospitalità alla manifestazione ma, grazie al lavoro svolto nei Centri di Formazione professionale e nell’ ITS agroalimentare di cui siamo i  capofila, continuare a portare uno storico e qualificato contributo, che, sulla scia di quanto operato da don Bosco e dai suoi successori, vede nella crescita agroalimentare del nostro territorio una opportunità preziosa di lavoro per i giovani ed una occasione di crescita sociale per l’intera regione in cui nasciamo e operiamo con la nostra presenza”

In allegato il programma della giornata.

http://www.unisg.it/comunicati/le-nuove-professionalita-lagricoltura-del-futuro/


Per informazioni e adesioni:
Ufficio Comunicazione UNISG
Alessandra Abbona
0172 458507 – cell. 329 9079183
comunicazione@unisg.it

Ufficio Stampa Salesiani Piemonte Valle d’Aosta
Moreno Filipetto
3298455564 – 338 9432328
ufficiostampa@donboscoitalia.it