Articoli

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con la passione di don Bosco, come racconta direttamente don Alessandro Barelli.
“Possiamo essere tutti amici di Gesù qui in terra e in Paradiso. La santità è a portata di tutti!”. Così l’8 di luglio è iniziato il Centro Estivo nell’oratorio della parrocchia di san Giovanni Bosco a Vilnius, in Lituania. Le tre settimane, concluse il 26 luglio con una grande festa, hanno visto l’iscrizione di ben 486 bambini e adolescenti, che nei giorni lavorativi letteralmente “riempivano” tutti gli ambienti della casa salesiana. La frequenza quotidiana era di 280 bambini. Tre salesiani a tempo pieno, 32 animatori, alcuni genitori disponibili ad aiutare: questa la comunità educativa impegnata non solo ad occupare il tempo libero estivo, ma anche a fornire valori di base per molti che altrimenti non metterebbero mai piede in chiesa. La fiducia dei genitori verso la comunità educativa salesiana locale si è notata anche nei vari segni di riconoscenza manifestati al termine delle attività: regalini, bigliettini di ringraziamento, offerte per l’oratorio.
La preghiera quotidiana sul tema della santità

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Le attività si svolgevano quattro giorni alla settimana presso la casa salesiana, per poi spostarsi in un parco cittadino di Vilnius per la gita di un giorno. In casa i bambini si dedicavano ai grandi giochi per fasce di età, e ai laboratori sportivi, canori e di attività manuali. Al termine della giornata vi era sempre un momento di preghiera e riflessione legato al tema della Strenna 2019 “La santità è per tutti”: ogni giorno l’incaricato dell’oratorio presentava la vita e l’esempio di una santo diverso. Molto successo hanno riscontrato san Tarcisio, santa Lucia, san Filippo Neri e naturalmente san Giovanni Bosco… Un gelato gratuito per tutti concludeva la giornata.
Per le gite, alla scarsità delle risorse a disposizione si è provveduto con l’inventiva: le tre gite si sono svolte non con autobus noleggiati, ma con i mezzi pubblici di linea (ovviamente dividendo i bambini su linee diverse). Al lago, al fiume, con tanto chiasso, tanta gioia e l’acqua gelata… 
Sono già 17 anni che durante il mese di luglio si svolge il centro estivo presso la casa salesiana di Vilnius, e anche senza tanta pubblicità esteriore, sono moltissime le famiglie che mandano i propri figli, e che poi restano legate all’opera e all’oratorio anche durante l’anno scolastico. (don Alessandro Barelli SDB)
Nel fiume Vilnele, con l'acqua fredda

Nel fiume Vilnele, con l’acqua fredda

Gita al parco. Tutti in fila!

Gita al parco. Tutti in fila!

Salesiani Lituania: don Alessandro Barelli nominato Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania

Da Vilnius, giunge la notizia della nomina del salesiano don Alessandro Barelli a Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania, da parte del prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, card. Fernando Filoni.

La nomina è avvenuta il 28 giugno e ha una durata di 5 anni.

Don Barelli sarà il primo a rivestire l’incarico di Animatore Missionario Nazionale, coordinando il lavoro nelle 8 diocesi della Lituania. Un’attenzione speciale avrà la celebrazione del mese missionario straordinario di Ottobre 2019.

Don Alessandro Barelli è nato a Torino l’11 febbraio 1969. Nel 1989 ha emesso i primi voti come salesiano di don Bosco, e nel 1997 è stato ordinato sacerdote. Dal 1998 è stato inviato come missionario in Lituania, dove attualmente risiede. Dal 2004 ha anche la cittadinanza lituana.
Oltre il nuovo incarico affidatogli, continuerà a lavorare come parroco della parrocchia san Giovanni Bosco di Vilnius, incaricato dell’oratorio e redattore del Bollettino salesiano in lingua lituana.

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro della Lituania, giunta alla sua 19a edizione. Dal 22 al 25 febbraio nello spazio del Palazzo delle Esposizioni ben 67.000 visitatori hanno preso parte alla manifestazione.

La stampa cattolica lituana ha partecipato con un unico padiglione collettivo in cui ogni editore ha potuto presentare le proprie produzioni, mostrando l’unità spirituale delle varie testate ed editrici. Anche il Bollettino Salesiano lituano (stampato dal 1927 in edizione propria nella lingua baltica) è intervenuto per tutta la durata della Fiera, grazie a 11 giovani volontari che si sono dati il cambio nei 4 giorni di lavori.

Oltre la rivista si sono potute presentare e diffondere anche le altre pubblicazioni salesiane in lituano, tra cui le biografie di san Giovanni Bosco e di san Domenico Savio. Molti sono stati coloro  che si sono interessati su come ricevere per posta la rivista e gli altri libri in futuro. La Fiera Internazionale del libro di Vilnius ha ospitato ben 35 editori della Lituania e 38 venuti dall’estero (Bielorussia, Estonia, Germania, Oman, Polonia, Russia, Spagna, Ucraina). Lo slogan della Fiera di quest’anno era “Leggo la Lituania, leggo il mondo intero” e ben si è prestato anche alla presentazione della stampa cattolica, il cui padiglione ha riscosso molto gradimento tra i vari partecipanti e visitatori.

 

Nella foto: il vescovo emerito di Vilnius, card. Audrys Juozas Backis, si sofferma presso lo spazio riservato al Bollettino Salesiano, dove i volontari facevano estrarre ai visitatori dei bigliettini con delle frasi di Don Bosco.

(Articolo tratto da ANS – Agenzia Info Salesiana)

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati i 100 anni della Repubblica di Lituania, numerosi i festeggiamenti per l’occasione. Un paese in festa che ha visto tutte le chiese suonare alle 12:30 in ricordo dell’indipendenza.

La parrocchia salesiana Vilnius, dedicata a Don Bosco, si è unita alla celebrazione non solo suonando le campane, ma anche celebrando una messa eucaristica solenne, a cui hanno preso parte numerosi parrocchiani, il tutto accompagnato da fumogeni dai colori della bandiera nazionale: giallo, verde e rosso.

 

Mentre il fumo saliva al cielo, i parrocchiani entusiasti hanno cantato spontaneamente vari canti patriottici. Questi 100 anni di indipendenza sono stati segnati da grandi gioie e soddisfazioni nazionali, ma anche da grandi sofferenze dovute all’occupazione sovietica per 45 anni e alla conseguente persecuzione religiosa e culturale. Proprio per questo la festa è stata così sentita dalla popolazione, e i Salesiani vi hanno preso parte in forma piene e in stile proprio.

Ai confini dell’Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano, durante una visita a Valdocco racconta la sua esperienza ai confini dell’Ispettoria nei paesi Baltici.

Negli ultimi due anni il giovane religioso, originario delle Langhe, ha infatti dedicato il suo tempo a cooperare con le insegnanti di religione e con il centro diurno dell’oratorio nella periferia di Vilnius.
La collaborazione con la scuola è  l’impegno che la comunità salesiana in Lituania ha assunto affinché la presenza della parrocchia, che annovera oltre 35.000 fedeli, sia viva all’interno delle realtà scolastiche locali, anche alla luce del fatto che nel paese baltico l’insegnamento della religione è affidato esclusivamente ai laici.

“Don Bosco ha molto da dare ai giovani lituani come a quelli italiani in accoglienza, cordialità e domande sul perché si cammina come pellegrini sulle strade della vita, perché alcune volte si cade, come rialzarsi e come trovare la strada vantaggiosa per sé e per gli altri”, queste le parole che Pier Carlo usa per introdurre i gravi problemi diffusi in quella terra, ossia la dipendenza dall’alcool, dal fumo e dal gioco d’azzardo e per sottolineare come la spiritualità sia ancora molto segnata dalle “caratteristiche della sofferenza che costringe a fermarsi, a riflettere, a chiedere, a riprendersi in mano la propria vita camminando con calma“.

Le giovani generazioni sono un punto interrogativo sul futuro della Lituania, assetate di cultura parlano l’inglese e vivono l’apertura all’Europa come una forma di difesa dalla minaccia russa, manifestando così la grande sete di relazioni umane che le caratterizza: “relazioni  più distaccate e fredde rispetto a quelle che si instaurano in Italia, ma quando il muro di carta si rompe e la persona si apre, si vede un cuore solare e bello dove entrare sempre in punta di piedi.”

Vilnius (Lituania)

Vilnius (Lituania)

“San Giovanni Bosco”




Salezieciai

Erfurto, 3 – 2049 VILNIUS (LITUANIA)


Parrocchia – Oratorio Centro giovanile – Catechesi – Cappellanie – Apostolato nella scuola statale – Centro editoriale

Direttore

Don Massimo Bianco

CENTRALINO

00370 5 24 47 666

FAX

00370 5 24 99 233


La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con…

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro…

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati…

Ai confini dell'Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano,…

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con la passione di don Bosco, come racconta direttamente don Alessandro Barelli.
“Possiamo essere tutti amici di Gesù qui in terra e in Paradiso. La santità è a portata di tutti!”. Così l’8 di luglio è iniziato il Centro Estivo nell’oratorio della parrocchia di san Giovanni Bosco a Vilnius, in Lituania. Le tre settimane, concluse il 26 luglio con una grande festa, hanno visto l’iscrizione di ben 486 bambini e adolescenti, che nei giorni lavorativi letteralmente “riempivano” tutti gli ambienti della casa salesiana. La frequenza quotidiana era di 280 bambini. Tre salesiani a tempo pieno, 32 animatori, alcuni genitori disponibili ad aiutare: questa la comunità educativa impegnata non solo ad occupare il tempo libero estivo, ma anche a fornire valori di base per molti che altrimenti non metterebbero mai piede in chiesa. La fiducia dei genitori verso la comunità educativa salesiana locale si è notata anche nei vari segni di riconoscenza manifestati al termine delle attività: regalini, bigliettini di ringraziamento, offerte per l’oratorio.
La preghiera quotidiana sul tema della santità

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Le attività si svolgevano quattro giorni alla settimana presso la casa salesiana, per poi spostarsi in un parco cittadino di Vilnius per la gita di un giorno. In casa i bambini si dedicavano ai grandi giochi per fasce di età, e ai laboratori sportivi, canori e di attività manuali. Al termine della giornata vi era sempre un momento di preghiera e riflessione legato al tema della Strenna 2019 “La santità è per tutti”: ogni giorno l’incaricato dell’oratorio presentava la vita e l’esempio di una santo diverso. Molto successo hanno riscontrato san Tarcisio, santa Lucia, san Filippo Neri e naturalmente san Giovanni Bosco… Un gelato gratuito per tutti concludeva la giornata.
Per le gite, alla scarsità delle risorse a disposizione si è provveduto con l’inventiva: le tre gite si sono svolte non con autobus noleggiati, ma con i mezzi pubblici di linea (ovviamente dividendo i bambini su linee diverse). Al lago, al fiume, con tanto chiasso, tanta gioia e l’acqua gelata… 
Sono già 17 anni che durante il mese di luglio si svolge il centro estivo presso la casa salesiana di Vilnius, e anche senza tanta pubblicità esteriore, sono moltissime le famiglie che mandano i propri figli, e che poi restano legate all’opera e all’oratorio anche durante l’anno scolastico. (don Alessandro Barelli SDB)
Nel fiume Vilnele, con l'acqua fredda

Nel fiume Vilnele, con l’acqua fredda

Gita al parco. Tutti in fila!

Gita al parco. Tutti in fila!

Salesiani Lituania: don Alessandro Barelli nominato Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania

Da Vilnius, giunge la notizia della nomina del salesiano don Alessandro Barelli a Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania, da parte del prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, card. Fernando Filoni.

La nomina è avvenuta il 28 giugno e ha una durata di 5 anni.

Don Barelli sarà il primo a rivestire l’incarico di Animatore Missionario Nazionale, coordinando il lavoro nelle 8 diocesi della Lituania. Un’attenzione speciale avrà la celebrazione del mese missionario straordinario di Ottobre 2019.

Don Alessandro Barelli è nato a Torino l’11 febbraio 1969. Nel 1989 ha emesso i primi voti come salesiano di don Bosco, e nel 1997 è stato ordinato sacerdote. Dal 1998 è stato inviato come missionario in Lituania, dove attualmente risiede. Dal 2004 ha anche la cittadinanza lituana.
Oltre il nuovo incarico affidatogli, continuerà a lavorare come parroco della parrocchia san Giovanni Bosco di Vilnius, incaricato dell’oratorio e redattore del Bollettino salesiano in lingua lituana.

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro della Lituania, giunta alla sua 19a edizione. Dal 22 al 25 febbraio nello spazio del Palazzo delle Esposizioni ben 67.000 visitatori hanno preso parte alla manifestazione.

La stampa cattolica lituana ha partecipato con un unico padiglione collettivo in cui ogni editore ha potuto presentare le proprie produzioni, mostrando l’unità spirituale delle varie testate ed editrici. Anche il Bollettino Salesiano lituano (stampato dal 1927 in edizione propria nella lingua baltica) è intervenuto per tutta la durata della Fiera, grazie a 11 giovani volontari che si sono dati il cambio nei 4 giorni di lavori.

Oltre la rivista si sono potute presentare e diffondere anche le altre pubblicazioni salesiane in lituano, tra cui le biografie di san Giovanni Bosco e di san Domenico Savio. Molti sono stati coloro  che si sono interessati su come ricevere per posta la rivista e gli altri libri in futuro. La Fiera Internazionale del libro di Vilnius ha ospitato ben 35 editori della Lituania e 38 venuti dall’estero (Bielorussia, Estonia, Germania, Oman, Polonia, Russia, Spagna, Ucraina). Lo slogan della Fiera di quest’anno era “Leggo la Lituania, leggo il mondo intero” e ben si è prestato anche alla presentazione della stampa cattolica, il cui padiglione ha riscosso molto gradimento tra i vari partecipanti e visitatori.

 

Nella foto: il vescovo emerito di Vilnius, card. Audrys Juozas Backis, si sofferma presso lo spazio riservato al Bollettino Salesiano, dove i volontari facevano estrarre ai visitatori dei bigliettini con delle frasi di Don Bosco.

(Articolo tratto da ANS – Agenzia Info Salesiana)

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati i 100 anni della Repubblica di Lituania, numerosi i festeggiamenti per l’occasione. Un paese in festa che ha visto tutte le chiese suonare alle 12:30 in ricordo dell’indipendenza.

La parrocchia salesiana Vilnius, dedicata a Don Bosco, si è unita alla celebrazione non solo suonando le campane, ma anche celebrando una messa eucaristica solenne, a cui hanno preso parte numerosi parrocchiani, il tutto accompagnato da fumogeni dai colori della bandiera nazionale: giallo, verde e rosso.

 

Mentre il fumo saliva al cielo, i parrocchiani entusiasti hanno cantato spontaneamente vari canti patriottici. Questi 100 anni di indipendenza sono stati segnati da grandi gioie e soddisfazioni nazionali, ma anche da grandi sofferenze dovute all’occupazione sovietica per 45 anni e alla conseguente persecuzione religiosa e culturale. Proprio per questo la festa è stata così sentita dalla popolazione, e i Salesiani vi hanno preso parte in forma piene e in stile proprio.

Ai confini dell’Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano, durante una visita a Valdocco racconta la sua esperienza ai confini dell’Ispettoria nei paesi Baltici.

Negli ultimi due anni il giovane religioso, originario delle Langhe, ha infatti dedicato il suo tempo a cooperare con le insegnanti di religione e con il centro diurno dell’oratorio nella periferia di Vilnius.
La collaborazione con la scuola è  l’impegno che la comunità salesiana in Lituania ha assunto affinché la presenza della parrocchia, che annovera oltre 35.000 fedeli, sia viva all’interno delle realtà scolastiche locali, anche alla luce del fatto che nel paese baltico l’insegnamento della religione è affidato esclusivamente ai laici.

“Don Bosco ha molto da dare ai giovani lituani come a quelli italiani in accoglienza, cordialità e domande sul perché si cammina come pellegrini sulle strade della vita, perché alcune volte si cade, come rialzarsi e come trovare la strada vantaggiosa per sé e per gli altri”, queste le parole che Pier Carlo usa per introdurre i gravi problemi diffusi in quella terra, ossia la dipendenza dall’alcool, dal fumo e dal gioco d’azzardo e per sottolineare come la spiritualità sia ancora molto segnata dalle “caratteristiche della sofferenza che costringe a fermarsi, a riflettere, a chiedere, a riprendersi in mano la propria vita camminando con calma“.

Le giovani generazioni sono un punto interrogativo sul futuro della Lituania, assetate di cultura parlano l’inglese e vivono l’apertura all’Europa come una forma di difesa dalla minaccia russa, manifestando così la grande sete di relazioni umane che le caratterizza: “relazioni  più distaccate e fredde rispetto a quelle che si instaurano in Italia, ma quando il muro di carta si rompe e la persona si apre, si vede un cuore solare e bello dove entrare sempre in punta di piedi.”

Vilnius (Lituania)

Vilnius (Lituania)

“San Giovanni Bosco”




Salezieciai

Erfurto, 3 – 2049 VILNIUS (LITUANIA)


Parrocchia – Oratorio Centro giovanile – Catechesi – Cappellanie – Apostolato nella scuola statale – Centro editoriale

Direttore

Don Massimo Bianco

CENTRALINO

00370 5 24 47 666

FAX

00370 5 24 99 233


La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con…

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro…

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati…

Ai confini dell'Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano,…

Pagine

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con la passione di don Bosco, come racconta direttamente don Alessandro Barelli.
“Possiamo essere tutti amici di Gesù qui in terra e in Paradiso. La santità è a portata di tutti!”. Così l’8 di luglio è iniziato il Centro Estivo nell’oratorio della parrocchia di san Giovanni Bosco a Vilnius, in Lituania. Le tre settimane, concluse il 26 luglio con una grande festa, hanno visto l’iscrizione di ben 486 bambini e adolescenti, che nei giorni lavorativi letteralmente “riempivano” tutti gli ambienti della casa salesiana. La frequenza quotidiana era di 280 bambini. Tre salesiani a tempo pieno, 32 animatori, alcuni genitori disponibili ad aiutare: questa la comunità educativa impegnata non solo ad occupare il tempo libero estivo, ma anche a fornire valori di base per molti che altrimenti non metterebbero mai piede in chiesa. La fiducia dei genitori verso la comunità educativa salesiana locale si è notata anche nei vari segni di riconoscenza manifestati al termine delle attività: regalini, bigliettini di ringraziamento, offerte per l’oratorio.
La preghiera quotidiana sul tema della santità

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Le attività si svolgevano quattro giorni alla settimana presso la casa salesiana, per poi spostarsi in un parco cittadino di Vilnius per la gita di un giorno. In casa i bambini si dedicavano ai grandi giochi per fasce di età, e ai laboratori sportivi, canori e di attività manuali. Al termine della giornata vi era sempre un momento di preghiera e riflessione legato al tema della Strenna 2019 “La santità è per tutti”: ogni giorno l’incaricato dell’oratorio presentava la vita e l’esempio di una santo diverso. Molto successo hanno riscontrato san Tarcisio, santa Lucia, san Filippo Neri e naturalmente san Giovanni Bosco… Un gelato gratuito per tutti concludeva la giornata.
Per le gite, alla scarsità delle risorse a disposizione si è provveduto con l’inventiva: le tre gite si sono svolte non con autobus noleggiati, ma con i mezzi pubblici di linea (ovviamente dividendo i bambini su linee diverse). Al lago, al fiume, con tanto chiasso, tanta gioia e l’acqua gelata… 
Sono già 17 anni che durante il mese di luglio si svolge il centro estivo presso la casa salesiana di Vilnius, e anche senza tanta pubblicità esteriore, sono moltissime le famiglie che mandano i propri figli, e che poi restano legate all’opera e all’oratorio anche durante l’anno scolastico. (don Alessandro Barelli SDB)
Nel fiume Vilnele, con l'acqua fredda

Nel fiume Vilnele, con l’acqua fredda

Gita al parco. Tutti in fila!

Gita al parco. Tutti in fila!

Salesiani Lituania: don Alessandro Barelli nominato Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania

Da Vilnius, giunge la notizia della nomina del salesiano don Alessandro Barelli a Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania, da parte del prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, card. Fernando Filoni.

La nomina è avvenuta il 28 giugno e ha una durata di 5 anni.

Don Barelli sarà il primo a rivestire l’incarico di Animatore Missionario Nazionale, coordinando il lavoro nelle 8 diocesi della Lituania. Un’attenzione speciale avrà la celebrazione del mese missionario straordinario di Ottobre 2019.

Don Alessandro Barelli è nato a Torino l’11 febbraio 1969. Nel 1989 ha emesso i primi voti come salesiano di don Bosco, e nel 1997 è stato ordinato sacerdote. Dal 1998 è stato inviato come missionario in Lituania, dove attualmente risiede. Dal 2004 ha anche la cittadinanza lituana.
Oltre il nuovo incarico affidatogli, continuerà a lavorare come parroco della parrocchia san Giovanni Bosco di Vilnius, incaricato dell’oratorio e redattore del Bollettino salesiano in lingua lituana.

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro della Lituania, giunta alla sua 19a edizione. Dal 22 al 25 febbraio nello spazio del Palazzo delle Esposizioni ben 67.000 visitatori hanno preso parte alla manifestazione.

La stampa cattolica lituana ha partecipato con un unico padiglione collettivo in cui ogni editore ha potuto presentare le proprie produzioni, mostrando l’unità spirituale delle varie testate ed editrici. Anche il Bollettino Salesiano lituano (stampato dal 1927 in edizione propria nella lingua baltica) è intervenuto per tutta la durata della Fiera, grazie a 11 giovani volontari che si sono dati il cambio nei 4 giorni di lavori.

Oltre la rivista si sono potute presentare e diffondere anche le altre pubblicazioni salesiane in lituano, tra cui le biografie di san Giovanni Bosco e di san Domenico Savio. Molti sono stati coloro  che si sono interessati su come ricevere per posta la rivista e gli altri libri in futuro. La Fiera Internazionale del libro di Vilnius ha ospitato ben 35 editori della Lituania e 38 venuti dall’estero (Bielorussia, Estonia, Germania, Oman, Polonia, Russia, Spagna, Ucraina). Lo slogan della Fiera di quest’anno era “Leggo la Lituania, leggo il mondo intero” e ben si è prestato anche alla presentazione della stampa cattolica, il cui padiglione ha riscosso molto gradimento tra i vari partecipanti e visitatori.

 

Nella foto: il vescovo emerito di Vilnius, card. Audrys Juozas Backis, si sofferma presso lo spazio riservato al Bollettino Salesiano, dove i volontari facevano estrarre ai visitatori dei bigliettini con delle frasi di Don Bosco.

(Articolo tratto da ANS – Agenzia Info Salesiana)

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati i 100 anni della Repubblica di Lituania, numerosi i festeggiamenti per l’occasione. Un paese in festa che ha visto tutte le chiese suonare alle 12:30 in ricordo dell’indipendenza.

La parrocchia salesiana Vilnius, dedicata a Don Bosco, si è unita alla celebrazione non solo suonando le campane, ma anche celebrando una messa eucaristica solenne, a cui hanno preso parte numerosi parrocchiani, il tutto accompagnato da fumogeni dai colori della bandiera nazionale: giallo, verde e rosso.

 

Mentre il fumo saliva al cielo, i parrocchiani entusiasti hanno cantato spontaneamente vari canti patriottici. Questi 100 anni di indipendenza sono stati segnati da grandi gioie e soddisfazioni nazionali, ma anche da grandi sofferenze dovute all’occupazione sovietica per 45 anni e alla conseguente persecuzione religiosa e culturale. Proprio per questo la festa è stata così sentita dalla popolazione, e i Salesiani vi hanno preso parte in forma piene e in stile proprio.

Ai confini dell’Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano, durante una visita a Valdocco racconta la sua esperienza ai confini dell’Ispettoria nei paesi Baltici.

Negli ultimi due anni il giovane religioso, originario delle Langhe, ha infatti dedicato il suo tempo a cooperare con le insegnanti di religione e con il centro diurno dell’oratorio nella periferia di Vilnius.
La collaborazione con la scuola è  l’impegno che la comunità salesiana in Lituania ha assunto affinché la presenza della parrocchia, che annovera oltre 35.000 fedeli, sia viva all’interno delle realtà scolastiche locali, anche alla luce del fatto che nel paese baltico l’insegnamento della religione è affidato esclusivamente ai laici.

“Don Bosco ha molto da dare ai giovani lituani come a quelli italiani in accoglienza, cordialità e domande sul perché si cammina come pellegrini sulle strade della vita, perché alcune volte si cade, come rialzarsi e come trovare la strada vantaggiosa per sé e per gli altri”, queste le parole che Pier Carlo usa per introdurre i gravi problemi diffusi in quella terra, ossia la dipendenza dall’alcool, dal fumo e dal gioco d’azzardo e per sottolineare come la spiritualità sia ancora molto segnata dalle “caratteristiche della sofferenza che costringe a fermarsi, a riflettere, a chiedere, a riprendersi in mano la propria vita camminando con calma“.

Le giovani generazioni sono un punto interrogativo sul futuro della Lituania, assetate di cultura parlano l’inglese e vivono l’apertura all’Europa come una forma di difesa dalla minaccia russa, manifestando così la grande sete di relazioni umane che le caratterizza: “relazioni  più distaccate e fredde rispetto a quelle che si instaurano in Italia, ma quando il muro di carta si rompe e la persona si apre, si vede un cuore solare e bello dove entrare sempre in punta di piedi.”

Vilnius (Lituania)

Vilnius (Lituania)

“San Giovanni Bosco”




Salezieciai

Erfurto, 3 – 2049 VILNIUS (LITUANIA)


Parrocchia – Oratorio Centro giovanile – Catechesi – Cappellanie – Apostolato nella scuola statale – Centro editoriale

Direttore

Don Massimo Bianco

CENTRALINO

00370 5 24 47 666

FAX

00370 5 24 99 233


La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con…

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro…

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati…

Ai confini dell'Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano,…

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con la passione di don Bosco, come racconta direttamente don Alessandro Barelli.
“Possiamo essere tutti amici di Gesù qui in terra e in Paradiso. La santità è a portata di tutti!”. Così l’8 di luglio è iniziato il Centro Estivo nell’oratorio della parrocchia di san Giovanni Bosco a Vilnius, in Lituania. Le tre settimane, concluse il 26 luglio con una grande festa, hanno visto l’iscrizione di ben 486 bambini e adolescenti, che nei giorni lavorativi letteralmente “riempivano” tutti gli ambienti della casa salesiana. La frequenza quotidiana era di 280 bambini. Tre salesiani a tempo pieno, 32 animatori, alcuni genitori disponibili ad aiutare: questa la comunità educativa impegnata non solo ad occupare il tempo libero estivo, ma anche a fornire valori di base per molti che altrimenti non metterebbero mai piede in chiesa. La fiducia dei genitori verso la comunità educativa salesiana locale si è notata anche nei vari segni di riconoscenza manifestati al termine delle attività: regalini, bigliettini di ringraziamento, offerte per l’oratorio.
La preghiera quotidiana sul tema della santità

La preghiera quotidiana sul tema della santità

Le attività si svolgevano quattro giorni alla settimana presso la casa salesiana, per poi spostarsi in un parco cittadino di Vilnius per la gita di un giorno. In casa i bambini si dedicavano ai grandi giochi per fasce di età, e ai laboratori sportivi, canori e di attività manuali. Al termine della giornata vi era sempre un momento di preghiera e riflessione legato al tema della Strenna 2019 “La santità è per tutti”: ogni giorno l’incaricato dell’oratorio presentava la vita e l’esempio di una santo diverso. Molto successo hanno riscontrato san Tarcisio, santa Lucia, san Filippo Neri e naturalmente san Giovanni Bosco… Un gelato gratuito per tutti concludeva la giornata.
Per le gite, alla scarsità delle risorse a disposizione si è provveduto con l’inventiva: le tre gite si sono svolte non con autobus noleggiati, ma con i mezzi pubblici di linea (ovviamente dividendo i bambini su linee diverse). Al lago, al fiume, con tanto chiasso, tanta gioia e l’acqua gelata… 
Sono già 17 anni che durante il mese di luglio si svolge il centro estivo presso la casa salesiana di Vilnius, e anche senza tanta pubblicità esteriore, sono moltissime le famiglie che mandano i propri figli, e che poi restano legate all’opera e all’oratorio anche durante l’anno scolastico. (don Alessandro Barelli SDB)
Nel fiume Vilnele, con l'acqua fredda

Nel fiume Vilnele, con l’acqua fredda

Gita al parco. Tutti in fila!

Gita al parco. Tutti in fila!

Salesiani Lituania: don Alessandro Barelli nominato Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania

Da Vilnius, giunge la notizia della nomina del salesiano don Alessandro Barelli a Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in Lituania, da parte del prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, card. Fernando Filoni.

La nomina è avvenuta il 28 giugno e ha una durata di 5 anni.

Don Barelli sarà il primo a rivestire l’incarico di Animatore Missionario Nazionale, coordinando il lavoro nelle 8 diocesi della Lituania. Un’attenzione speciale avrà la celebrazione del mese missionario straordinario di Ottobre 2019.

Don Alessandro Barelli è nato a Torino l’11 febbraio 1969. Nel 1989 ha emesso i primi voti come salesiano di don Bosco, e nel 1997 è stato ordinato sacerdote. Dal 1998 è stato inviato come missionario in Lituania, dove attualmente risiede. Dal 2004 ha anche la cittadinanza lituana.
Oltre il nuovo incarico affidatogli, continuerà a lavorare come parroco della parrocchia san Giovanni Bosco di Vilnius, incaricato dell’oratorio e redattore del Bollettino salesiano in lingua lituana.

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro della Lituania, giunta alla sua 19a edizione. Dal 22 al 25 febbraio nello spazio del Palazzo delle Esposizioni ben 67.000 visitatori hanno preso parte alla manifestazione.

La stampa cattolica lituana ha partecipato con un unico padiglione collettivo in cui ogni editore ha potuto presentare le proprie produzioni, mostrando l’unità spirituale delle varie testate ed editrici. Anche il Bollettino Salesiano lituano (stampato dal 1927 in edizione propria nella lingua baltica) è intervenuto per tutta la durata della Fiera, grazie a 11 giovani volontari che si sono dati il cambio nei 4 giorni di lavori.

Oltre la rivista si sono potute presentare e diffondere anche le altre pubblicazioni salesiane in lituano, tra cui le biografie di san Giovanni Bosco e di san Domenico Savio. Molti sono stati coloro  che si sono interessati su come ricevere per posta la rivista e gli altri libri in futuro. La Fiera Internazionale del libro di Vilnius ha ospitato ben 35 editori della Lituania e 38 venuti dall’estero (Bielorussia, Estonia, Germania, Oman, Polonia, Russia, Spagna, Ucraina). Lo slogan della Fiera di quest’anno era “Leggo la Lituania, leggo il mondo intero” e ben si è prestato anche alla presentazione della stampa cattolica, il cui padiglione ha riscosso molto gradimento tra i vari partecipanti e visitatori.

 

Nella foto: il vescovo emerito di Vilnius, card. Audrys Juozas Backis, si sofferma presso lo spazio riservato al Bollettino Salesiano, dove i volontari facevano estrarre ai visitatori dei bigliettini con delle frasi di Don Bosco.

(Articolo tratto da ANS – Agenzia Info Salesiana)

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati i 100 anni della Repubblica di Lituania, numerosi i festeggiamenti per l’occasione. Un paese in festa che ha visto tutte le chiese suonare alle 12:30 in ricordo dell’indipendenza.

La parrocchia salesiana Vilnius, dedicata a Don Bosco, si è unita alla celebrazione non solo suonando le campane, ma anche celebrando una messa eucaristica solenne, a cui hanno preso parte numerosi parrocchiani, il tutto accompagnato da fumogeni dai colori della bandiera nazionale: giallo, verde e rosso.

 

Mentre il fumo saliva al cielo, i parrocchiani entusiasti hanno cantato spontaneamente vari canti patriottici. Questi 100 anni di indipendenza sono stati segnati da grandi gioie e soddisfazioni nazionali, ma anche da grandi sofferenze dovute all’occupazione sovietica per 45 anni e alla conseguente persecuzione religiosa e culturale. Proprio per questo la festa è stata così sentita dalla popolazione, e i Salesiani vi hanno preso parte in forma piene e in stile proprio.

Ai confini dell’Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano, durante una visita a Valdocco racconta la sua esperienza ai confini dell’Ispettoria nei paesi Baltici.

Negli ultimi due anni il giovane religioso, originario delle Langhe, ha infatti dedicato il suo tempo a cooperare con le insegnanti di religione e con il centro diurno dell’oratorio nella periferia di Vilnius.
La collaborazione con la scuola è  l’impegno che la comunità salesiana in Lituania ha assunto affinché la presenza della parrocchia, che annovera oltre 35.000 fedeli, sia viva all’interno delle realtà scolastiche locali, anche alla luce del fatto che nel paese baltico l’insegnamento della religione è affidato esclusivamente ai laici.

“Don Bosco ha molto da dare ai giovani lituani come a quelli italiani in accoglienza, cordialità e domande sul perché si cammina come pellegrini sulle strade della vita, perché alcune volte si cade, come rialzarsi e come trovare la strada vantaggiosa per sé e per gli altri”, queste le parole che Pier Carlo usa per introdurre i gravi problemi diffusi in quella terra, ossia la dipendenza dall’alcool, dal fumo e dal gioco d’azzardo e per sottolineare come la spiritualità sia ancora molto segnata dalle “caratteristiche della sofferenza che costringe a fermarsi, a riflettere, a chiedere, a riprendersi in mano la propria vita camminando con calma“.

Le giovani generazioni sono un punto interrogativo sul futuro della Lituania, assetate di cultura parlano l’inglese e vivono l’apertura all’Europa come una forma di difesa dalla minaccia russa, manifestando così la grande sete di relazioni umane che le caratterizza: “relazioni  più distaccate e fredde rispetto a quelle che si instaurano in Italia, ma quando il muro di carta si rompe e la persona si apre, si vede un cuore solare e bello dove entrare sempre in punta di piedi.”

Vilnius (Lituania)

Vilnius (Lituania)

“San Giovanni Bosco”




Salezieciai

Erfurto, 3 – 2049 VILNIUS (LITUANIA)


Parrocchia – Oratorio Centro giovanile – Catechesi – Cappellanie – Apostolato nella scuola statale – Centro editoriale

Direttore

Don Massimo Bianco

CENTRALINO

00370 5 24 47 666

FAX

00370 5 24 99 233


La preghiera quotidiana sul tema della santità

Un successo il Centro Estivo a Vilnius

Anche a Vilnius, in Lituania, è tempo di Estate Ragazzi con…

Lituania – La presenza salesiana alla Fiera Internazionale del Libro

Si è appena conclusa a Vilnius la Fiera Internazionale del Libro…

Celebrazione solenne per i 100 anni della Repubblica di Lituania: Vilnius festeggia con i suoi parrocchiani

A Vilnius, in Lituania, venerdì 16 Febbraio sono stati celebrati…

Ai confini dell'Ispettoria: intervista a Pier Carlo Manzo

Pier Carlo Manzo, da quasi ventisei anni coadiutore salesiano,…