Inizio Anno della Formazione Professionale

Martedì 6 settembre tutti i collaboratori del CNOS-FAP Piemonte e della Valle d’Aosta vivranno una giornata di Formazione, Informazione e Condivisione per preparare l’anno formativo che sta per iniziare.

Il luogo dove è nato Don Bosco è divenuto il luogo della spiritualità salesiana per tutto il mondo e quindi adatto per caricare “le batterie” di tutti gli operatori in vista delle nuove sfide che ciascuno dovrà affrontare. Accogliere i nostri “ragazzi e ragazze”, che restano tali anche se molte attività sono rivolte anche agli adulti perché anche per loro dobbiamo avere le stesse attenzioni, dare il meglio sia dal punto di vista professionale che educativo è il nostro obiettivo principale.

Oggi, però, dobbiamo tenere presente che la FP è in continua evoluzione e il mondo del lavoro, che prima era l’interlocutore quasi al termine del percorso formativo, adesso è diventato parte integrante sin dal principio e quindi a questo e alle aziende che lo rappresentano nel nostro territorio deve andare la nostra attenzione.

Ecco perché Formazione: per conoscere sempre più da vicino l’azienda nei suoi aspetti organizzativi ed approfondire quelli gestionali.

Conoscere come si è concluso l’anno formativo 2015-16 appena trascorso, avere notizie di prima mano sui bilanci delle attività e sull’andamento economico: è importante per partecipare alla vita dell’Associazione. Rendersi conto di quello che è il respiro non solo del proprio CFP, ma di tutti i quindici, perché insieme si determinano i risultati della gestione e si scrivono i presupposti per il futuro. Pur nell’unicità dei singoli, è l’unione che permette in tutti i sensi di dare continuità all’OPERA CNOS-FAP!

Ecco perché Informazione: per avere il dettaglio dei numeri a testimonianza del buon lavoro fatto e le indicazioni su quanto invece c’è da migliorare.

Vivere insieme la preparazione al nuovo anno nei luoghi in cui Don Bosco stesso è vissuto e dove ci accoglie, invitandoci a fare altrettanto con i ragazzi che entreranno nei nostri CFP.

Ecco perché Condivisione: per celebrare insieme l’Eucarestia fondamento della nostra Fede; per incontrarsi come famiglia durante la giornata nel momento del pranzo.

Tutto in perfetto stile Salesiano, come ci ha insegnato Don Bosco.

Per il programma ed ulteriori informazioni visita il sito del Cnos-Fap.

Inizio Anno Pastorale

Testimoniare la nuova chiesa di Papa Francesco nel mondo di oggi: è lo spirito con cui i salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta si sono incontrati questa mattina nella Casa Madre per l’inizio dell’anno pastorale. Un folto gruppo di confratelli riunito a Valdocco, luogo che ha visto sorgere il cammino della congregazione capace di generare ancora oggi innovazione e freschezza per rispondere ai bisogni dei giovani. “Fare memoria grata delle proprie radici carismatiche è dunque il primo passaggio da compiere” – ha sottolineato  don Rossano Sala, docente all’Università Pontificia Salesiana, nella  relazione “Una comunità che progetta CEP e PEPS alla luce dell’esperienza originaria di Valdocco”. In un contesto ampiamente mutato, senza nascondersi le difficoltà, i salesiani cercano di testimoniare, grazie al coinvolgimento di un numero sempre crescente di laici, il vigore delle proposte evangeliche per essere segno di integrazione in una società multiculturale.

L’Ispettore dei Salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta, Don Enrico Stasi: «Il giorno 2 settembre con l’incontro di 300 salesiani è cominciato l’anno pastorale 2016-17. È innanzitutto un raduno di famiglia, dove il desiderio di incontrarsi tra fratelli è la realtà fondamentale. Quindi c’è il lancio dell’anno pastorale che vedrà le comunità educative pastorali delle 35 Case salesiane del Piemonte redigere il proprio Progetto Educativo Pastorale per rispondere sempre meglio e con più efficacia ai bisogni e alle necessità dei migliaia di giovani che quotidianamente frequentano i nostri oratori, le nostre Scuole, i nostri Centri di Formazione Professionale e le altre più svariate attività che i salesiani mettono in campo a favore dei giovani, soprattutto i più poveri»

Giornata del Salesiano Cooperatore 2016

Don Bosco ha sempre desiderato che la sua missione si estendesse nel mondo con diversi grandi di impegno, responsabilità e consacrazione, includendo in modo particolare i laici nel suo carisma educativo. Tutto ciò ci viene ricordato dalla giornata del Salesiano Cooperatore che si terrà al Colle don Bosco domenica 18 di settembre.
18 settembre 2016
Colle Don Bosco

Giornata del Salesiano Cooperatore
Iscrizioni entro il 7 settembre 2016 su info@salcoopicp.eu

E’ prevista l’animazione per i bambini !!!

20160918-giornata-del-salesiano-cooperatore

Professioni Perpetue al Colle Don Bosco – 11 Settembre 2016

Nella giornata di Domenica 11 Settembre, alle ore 15.00, presso la Basilica del Colle Don Bosco, sei giovani confratelli salesiani consegneranno per sempre la loro vita al Signore secondo il carisma di San Giovanni Bosco.
Nel segnalare questo appuntamento riportiamo il messaggio che uno di loro, a nome del gruppo, ha desiderato porgere, in segno di ringraziamento, a tutti coloro che hanno, con il loro esempio e la loro vita, accompagnato il cammino di queste tali giovani vocazioni.

“Carissimi Confratelli
anche a nome dei compagni che insieme a me il Signore chiama seguirlo per sempre, sui passi di don Bosco, scrivo per ringraziare quanti direttamente, o “nel segreto della propria camera” con la preghiera silenziosa, hanno sostenuto i nostri passi fino a qui!
Vi invitiamo il giorno 11 settembre 2015 alla celebrazione della nostra Professione Perpetua, che si terrà nella Basilica del Colle don Bosco alle 15.00 per unirvi a noi nel ringraziare il Signore per questo dono!
Certo che ci accompagnate, come è stato fino ad oggi, con l’affetto e la preghiera, quand’anche non riusciste ad essere presenti, vi assicuro la nostra!
A tutti un abbraccio fraterno in Don Bosco”.

Locandina Professioni Perpetue 2016

Locandina Professioni Perpetue 2016

 

Di ritorno da Cracovia

Foto e video finale di tutto il gruppo dei partecipanti alla XXXI Giornata Mondiale della Gioventù che si è svolta a Cracovia. Grazie a tutti, arrivederci a Panamá per la GMG 2019.

13873012_10210041156689986_4363816322278653350_n

 

Serata finale. Si è condiviso e pregato. La storia che ci ha visti in questi giorni assieme si inserisce in una Storia più grande che ci accoglie e ci parla di un cammino verso … la felicità di chi non sta in divano. Il Signore protegga le nostre intenzioni e che don Bosco interceda per tutti i giovani del mondo. A presto cari giovani …

 

Dopo i giorni della GMG i nostri giovani sono di ritorno da una forte esperienza ecclesiale di scambio, confronto, ascolto, silenzi, preghiere, sorrisi, gioia. Di seguito una fotogalleria del ritorno. Cracovia, Budapest, Trieste, Torino.

Al via la GMG Cracovia

31 luglio 2016 – Messa conclusiva con papa Francesco

Risveglio al Campus misericordiae dopo la veglia e il riposo all’aperto nell’attesa della celebrazione eucaristica conclusiva presieduta da papa Francesco.

 

30 luglio 2016 – Campus misericordiae

Veglia con il santo Padre. C’è appena stata la testimonianza di una giovane siriani e i suoi amici qui con noi piangono … per loro non è testimonianza ma storia di vita quotidiana.
Facciamo pregare i ragazzi e facciamo toccare loro un pezzo di carne martoriata di Cristo in queste vite provate. Il dolore è da condividere …

 

29 luglio 2016 – verso la via Crucis

Per alcuni sosta nel cammino verso la zona della Via Crucis. Per altri il cammino verso il santuario della Divina Misericordia!

29 luglio 2016

Don Fabio Attard presiede l’Eucarestia per l’MGS Sicilia e Piemonte:il futuro si chiama presente, il futuro si chiama oggi e non domani. La parte migliore di noi costruirà un domani migliore, nonostante la situazione attuale. Siamo chiamati ad essere luce per gli altri! Un’altra bella mattinata. Mons. Fisichella ha chiesto ai giovani di ascoltare ma sopratutto fare esperienza della Misericordia. Il Signore vuole la gioia dei giovani …il cammino continua … don Fabio Attard nella Messa ci ha invitati ad essere testimoni credibili” davanti ai bivi scegliere il giusto non il compromesso!

 

28 luglio 2016 – pellegrinaggio della misericordia

Sulla via del ritrovo per incontrare papa Francesco nel parco di Blonia passando per il santuario dedicato a San Giovanni Paolo II.

28 luglio 2016

Dopo la festa MGS di ieri sera al palazzetto di Cracovia, oggi la giornata inizia con il saluto del Rettor Maggiore don Ángel Fernández Artime, a seguito la catechesi di S.Ecc. Mons. Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto e una celebrazione eucaristica bagnata e colorata.

 

27 luglio 2016 – festa MGS Italia

27 luglio 2016

Giunti a Cracovia ieri sera, oggi si entra nel vivo della GMG con la prima catechesi tenuta dal nostro ispettore don Enrico Stasi e la testimonianza di don Simon dalla Siria. Dopo il pranzo, in attesa della festa MGS, un po’ di balli per sgranchirsi le gambe.

 

 

26 luglio 2016

La carovana dell’MGS-Piemonte è arrivata a Cracovia dove tutti sono stati sottoposti all’iscrizione. In seguito la sistemazione per la notte.

 

 

 

Fondazione Agnelli & Salesiani – Video

Raccolta dei video di presentazione del bilancio sociale della Fondazione Giovanni Agnelli a Valdocco.

FGA Presentazione Bilancio 2015 – John Elkann

 

FGA Presentazione Bilancio 2015 – don Enrico Stasi

 

FGA Presentazione Bilancio 2015 – Andrea Gavosto

 

FGA Presentazione Bilancio 2015 – don Stefano Mondin

Verso la GMG di Cracovia

Viaggio verso la GMG di Cracovia dei giovani MGS della nostra ispettoria .

Fondazione Agnelli & Salesiani

Oggi è stato presentato il bilancio sociale della Fondazione Giovanni Agnelli in Sala Sangalli a Valdocco.

Durante la presentazione, l’ispettore dei Salesiani del Piemonte e Valle d’Aosta Don Enrico Stasi e il vice presidente della Fondazione Giovanni Agnelli John Elkann hanno ricordato la storica amicizia della famiglia Agnelli con i Salesiani, a partire dall’amicizia di Don Bosco con il Senatore Agnelli che ha permesso la realizzazione di varie opere di eccellenza ancora presenti nel territorio torinese.

Il Dott. Gavosto e la Dott.ssa Boschetti hanno successivamente illustrato nel dettaglio il bilancio sociale della Fondazione, soffermandosi in particolare sul sostegno alle iniziative di maggior impatto sociale.

Infine, Don Stefano Mondin, delegato di Pastorale Giovanile, ha presentato il progetto “L’arte di animare, animare l’arte”, recentemente finanziato dalla Fondazione Giovanni Agnelli che coinvolgerà 1600 ragazzi di 10 oratori salesiani torinesi per dar vita a imprese nel settore dell’animazione, della cultura e dell’arte.

 

 

Fondazione-Agnelli-Salesiani_articleimage