Articoli

Il Natale al CFP di Serravalle Scrivia

In queste giornate ormai prossime al Natale, gli allievi del Centro di Formazione Professionale di Serravalle Scrivia hanno festeggiato nei locali del Centro Pastorale Maria Regina di Ca’ del Sole con la celebrazione della S.Messa presieduta da Monsignor Canessa. Di seguito l’articolo pubblicato sul sito dell’opera a cura di Rossella Galuzzi.

***

La tradizionale trepidazione della festa è accompagnata da una continua riflessione sulle nostre esigenze e sui nostri interrogativi.

In questo periodo abbiamo voglia di festeggiare e il “natale” è entrato anche nei laboratori che si sono tematizzati, per questo abbiamo allestito la vetrina e le esposizioni interne. Inoltre, i ragazzi si sono cimentati con l’accoglienza dei clienti nelle lingue straniere.

Tutto questo è stato pubblicato sulle nostre pagine sociale (Instagram e Facebook) che sono ormai per noi uno strumento per poter raccontare la nostra quotidianità.

I ragazzi partecipano incuriositi e attenti confrontandosi costantemente sulle loro diversità in uno spirito di continua inclusione.

Abbiamo preparato il momento degli auguri, come sempre, con spirito salesiano e, vedere tutti partecipi ci rende soddisfatti del lavoro svolto.

I nostri studenti sanno che il Natale non è solo il periodo dello stop alle lezioni ma anche il momento della condivisione e dello stare insieme. L’anno scorso non abbiamo potuto farlo e quest’anno ci proviamo nel massimo rispetto delle normative e del buonsenso.

Abbiamo festeggiato nei locali del Centro Pastorale Maria Regina di Ca’ del sole di Serravalle Scrivia celebrando con Monsignor Canessa che ci ha raggiunto per l’occasione, dedicando ai ragazzi una un momento di riflessione sul valore degli affetti e sull’importanza di un natale attento alla famiglia.

Dopo la messa di rito i ragazzi e i formatori hanno avuto l’opportunità di scambiarsi gli auguri di Natale.

Lasciamo i locali del centro di formazione professionale per questa pausa natalizia delle lezioni ma le iscrizioni ai corsi rimangono aperte sia per il percorso di studi triennale in Operatore ai servizi di vendita che per il diploma del quarto anno in “Tecnico commerciale delle vendite – vendita assistita e a libero servizio” ma anche il corso di “addetto alle vendite” per i disoccupati maggiorenni. Gli open day, su appuntamento per visitare il nostro centro, riprenderanno dal 10 gennaio.

>>> Articolo riportato anche su NoviOnline

Storie di Natale al CFP Rebaudengo

Nelle scorse giornate, i ragazzi del Centro di Formazione Professionale di Torino-Rebaudengo hanno vissuto un momento di ritiro in preparazione al Natale grazie alla guida e alla riflessione di don Matteo Rupil e di don Valter Rossi. Di seguito l’articolo pubblicato sul sito del Centro.

***

L’arrivo del Natale al Cnos-Fap Rebaudengo è sempre stato un momento molto sentito. Formatori, salesiani e allievi considerano il periodo che precede il Natale come un attimo in cui fermarsi e fare il punto sul cammino intrapreso durante l’anno, con lo sguardo rivolto a quel grande evento che per i cristiani ha un significato davvero importante.

Per creare il clima natalizio di attesa e per preparare i ragazzi al grande evento si sono svolti nelle scorse settimane i ritiri d’avvento, un’occasione per potersi prendere una pausa nella frenesia delle attività quotidiane e prestare attenzione, con la mente e con il cuore, a quella stella che indica la giusta direzione per tutti noi. I ritiri sono stati introdotti da un bel momento di riflessione che, grazie alla guida esperta di don Matteo Rupil e don Walter Rossi (con il supporto del nostro don Vincenzo), ha permesso ai ragazzi di mettere a fuoco il reale significato del Natale. Il tutto è stato seguito dalla riflessione in gruppo su quanto ascoltato, condividendo le proprie suggestioni e le proprie esperienze, e dalla possibilità di partecipare al Sacramento della Riconciliazione.

Per l’occasione anche il cortile del nostro Centro è stato addobbato a festa con la realizzazione del presepe e dell’Albero dei Mestieri, albero di Natale decorato con addobbi provenienti dai settori professionali del Cfp, entrambi realizzati da alcuni ragazzi e dai formatori del Rebaudengo. L’inaugurazione è avvenuta lunedì 13 dicembre quando, alla presenza del direttore del Cfp Mauro Teruggi e del direttore dell’Opera Don Luca Barone, sia l’albero che il presepe sono stati accesi in una cerimonia che di fatto introduce il periodo natalizio. Nel corso dei prossimi giorni il clima di solidarietà che caratterizza il periodo natalizio prenderà forma: infatti i ragazzi del Cfp porteranno alla base dell’albero le borse di prodotti alimentari che le loro famiglie avranno raccolto per donarle al Banco Alimentare della nostra parrocchia, segno tangibile che “Natale” per noi significa soprattutto prendersi cura degli altri.

Al CFP di Bra volano i droni

Mercoledì 15 dicembre, gli allievi del Centro di Formazione Professionale di Bra hanno potuto prendere parte ad una esercitazione dedicata ai droni grazie alla lezione tenuta da Claudio Conterno. Di seguito un breve resoconto pubblicato sul sito dell’opera.

***

I droni.
Curiosità e interesse ha destato l’esercitazione, che si è svolta nella mattinata di mercoledì 15 dicembre, nel cortile del centro CNOSFAP braidese, durante la quale sono volati i droni!

All’interno del percorso da 250 ore per «Conduttore di macchine agricole specializzato», la lezione tenuta da Claudio Conterno, affiancato da alcuni tecnici specializzati nella conduzione dei droni, è stata realizzata una ripresa fotogrammetrica aerea dell’istituto.

Il drone utilizzato si è spinto fino a 62 metri di altezza ed ha effettuato un filmato fotogrammetrico dell’intera zona sopra l’istituto salesiano braidese. La mattinata formativa è poi proseguita in aula con la descrizione dei vari usi dei droni, di varie dimensioni in ambito agricolo.

CFP Fossano alla giornata della Colletta Alimentare

***

Dopo un anno di stop, si è svolta sabato 27 novembre scorso la giornata della Colletta Alimentare.

Anche quest’anno ci è stata chiesta la disponibilità di qualche studente e abbiamo proposto l’iniziativa alla classe terza meccanica industriale. Hanno aderito due allievi che hanno entusiasticamente partecipato all’iniziativa ricevendo i complimenti per il loro senso pratico, la capacità di organizzazione del lavoro e l’impegno profuso nell’attività.

Queste azioni di volontariato sono un modo concreto e utile di esprimere i valori di solidarietà, fratellanza e comunione di cui ha parlato Papa Francesco (“La condivisione genera fratellanza […] uno stile di vita individualistico è complice nel generare povertà”) e di cui è pieno il carisma di Don Bosco.

CFP Bra: le tante attività della scuola salesiana

La Gazzetta d’Alba, nell’articolo a cura di Lino Ferrero, presenta la castagnata per i ragazzi del Cnos-fap di Bra organizzata sulle orme della tradizione avviata da don Bosco.

Di seguito l’articolo.

***

Il periodo che avvicina alle vacanze di Natale è ricco di appuntamenti per la scuola e il centro di formazione dei Salesiani di Bra. Teresio Fraire, preside della scuola spiega: «Sulle orme della tradizione che aveva avviato il nostro fondatore don Bosco, in settimana tutti i corsi del Cfp salesiano braidese hanno vissuto la castagnata. Le caldarroste, giunte da Valmala grazie al formatore Gianfranco Morra, sono state cotte sulla fiamma dagli studenti del corso agroalimentare, coordinati dal formatore Tommaso Elia e coadiuvati dal nostro servizio civilista Luca Fissore che si è preoccupato anche della logistica della distribuzione. Infatti, mantenendo le bolle di classe, gli studenti – dopo averle ricevute nel classico cono di carta, preparato dalla classe II C (Acconciatori) – le hanno divorate in un baleno. Poi, per concludere la mattinata, qualche calcio al pallone o qualche tiro a pallavolo hanno rallegrato gli animi, prima della campanella di uscita».

Il centro professionale è anche impegnato nei Cfp day: quale sogno per il nostro domani? e ha ospitato il primo incontro dell’area cuneese di quest’anno. Alcuni ragazzi scelti dai Cfp di Bra, Fossano, Savigliano e Saluzzo si sono incontrati nell’opera salesiana di Bra per vivere una giornata di riflessione, condivisione e preghiera sotto la guida dei loro formatori coordinati dagli animatori del centro ispettoriale. L’incontro si è focalizzato sul tema del sogno secondo la proposta pastorale 2021-2022 Make the dream, ovvero sulla ricerca delle motivazioni profonde che possono orientare e dare forma alla vita. Non è un’utopia, ma ciò che dà senso alle piccole fatiche di ogni giorno, per realizzare progressivamente il progetto che Dio ha scritto nel cuore di ciascuno.

Sia la scuola media che il Cfp erano presenti alla Colletta alimentare 2021. Una quindicina gli allievi della media con alcuni genitori nei turni del mattino e un gruppo di 12 allievi delle classi terze Cfp hanno presidiato il supermercato di via Fratelli Rosselli spiegando ai clienti le finalità della giornata e raccogliendo i cibi donati: la contabilità dei pacchi colmi di alimenti a lunga conservazione (pasta, sughi, zucchero, riso, biscotti, alimenti per bambini, olio e latte) ha fatto registrare in tutto 65 scatoloni consegnati al Banco alimentare.

Lino Ferrero

CFP Bra: la partecipazione alla 25esima giornata della «Colletta alimentare»

Sabato 27 novembre, 12 allievi del Centro di Formazione Professionale di Bra hanno preso parte alla 25esima giornata della «Colletta alimentare» (Banco Alimentare) svoltasi in tutt’Italia. Di seguito un resoconto della giornata a cura di Valter Manzone.

***

COLLETTA ALIMENTARE 2021 IL CFP C’ERA!!!

“La condivisione genera fratellanza, è duratura, rafforza la solidarietà e pone le premesse necessarie per raggiungere la giustizia. Uno stile di vita individualistico è complice nel generare povertà; se i poveri sono messi ai margini il concetto stesso di democrazia è messo in crisi”. [Papa Francesco]

Questo il messaggio alla base della 25esima giornata della «Colletta alimentare» che si è svolta sabato 27 novembre in tutt’Italia. Anche a Bra la raccolta – tornata in presenza, dopo lo stop dello scorso anno – ha visto molte realtà attivarsi nei vari supermercati cittadini. Tra queste anche il CFP salesiano braidese. Coordinati magistralmente della formatrice Monica Calosso, coadiuvata nel primo pomeriggio dalla collega Mariangela Dellaferrera, un gruppo di 12 allievi delle classi terze, ha presidiato il Mercatò local di via Fratelli Rosselli, dalle 13 alle 19.
Chi facendo un turno, chi anche due – in un pomeriggio che era davvero siberiano, sempre operando nel piazzale del supermercato – i nostri baldi giovani sono stati così convincenti che, giunti a sera, la contabilità dei pacchi colmi di alimenti a lunga conservazione (pasta, sughi, zucchero, riso, biscotti, alimenti per bambini, olio e latte) ha fatto registrare ben 38 scatoloni consegnati, che uniti a quelli del mattino (in azione i giovani della scuola media salesiana) diventano ben 65!
Il plauso per l’azione svolta è giunto sia dai volontari della CRI che raccoglievano i pacchi per destinarli al Banco alimentare di Fossano, centro di smistamento per l’intera provincia, sia dal sindaco Gianni Fogliato, che durante la visita pomeridiana a tutti i team impegnati nella colletta, si è sinceramente complimentato con le formatrici e i nostri brillanti studenti!
Grazie di cuore da tutto il Cfp per aver dimostrato che si può essere solidali concretamente. Basta volerlo.
Valter Manzone

CFP Fossano: Academy Daikin al CNOS-FAP

Di seguito l’alticolo del CFP di Fossano.

***

La collaborazione tra il centro di formazione professionale CNOS-FAP di Fossano e la Daikin Italia, nata nel 2015, permette di realizzare ogni anno un focus formativo con le classi prossime al conseguimento della qualifica professionale.

Visti i limiti legati agli spostamenti dei gruppi classe, quest’anno è stata l’azienda a recarsi presso il centro di formazione professionale a Fossano per incontrare gli allievi.

Un grazie particolare all’Ing. Antonio Marmorato, Responsabile della Sezione Formazione Tecnica di Daikin Italia, che ha illustrato le ultime novità in ambito frigorifero, climatizzazione di edifici, pompe di calore e gas refrigeranti.

Presenti in sala gli allievi del terzo anno (operatori termoidraulici), quarto anno (tecnici energetici) e il corso di Addetto impianti idrosanitari frequentato da alcuni operatori del Genio Infrastrutturale della Brigata Alpina Taurinense.

Al termine della formazione è stato proposto a tutti i partecipanti un test di valutazione di apprendimento, con tanto di premiazione dei più bravi, per mettere in “sana competizione” i 52 allievi.

Non sono mancati gadget per tutti i partecipanti.

Si ringrazia la Daikin Italia per la preziosa collaborazione con la nostra realtà formativa

CFP Serravalle Scrivia: una panchina rossa per il 25 novembre

Il 25 novembre scorso, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, il Centro di formazione Professionale di Serravalle Scrivia ha preso parte ad un momento celebrativo della giornata assieme al Sindaco, all’Amministrazione Comunale di Serravalle Scrivia e alla Consulta delle Pari Opportunità. Per l’occasione è stata installata una panchina rossa, posta davanti al CFP, la quale riporta una frase creata dai ragazzi stessi del Centro: “Il segno più profondo sia quello che le carezze lasciano nell’anima”. Di seguito la notizia pubblicata sul sito dell’opera a cura di Rossella Galuzzi.

***

Panchina Rossa
Faceva freddo ieri, pioveva e in Val Borbera stava già nevicando. I ragazzi erano agitati sapevano che da lì a poco sarebbero usciti, avevano paura che tutto potesse essere sospeso a causa del meteo, ma invece no!

Ci siamo coperti, abbiamo cercato ombrelli di fortuna e siamo usciti.

E’ il 25 Novembre, è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Una giornata istituzionalizzata dalle Nazioni Unite nel 1999. La violenza contro le donne viene così definita:

«una delle violazioni dei diritti umani più diffuse, persistenti e devastanti che, ad oggi, non viene denunciata, a causa dell’impunità, del silenzio, della stigmatizzazione e della vergogna che la caratterizzano».

Davanti a noi c’è gente che ci aspetta, il Sindaco e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Serravalle Scrivia e della Consulta delle Pari Opportunità.

Hanno installato una panchina Rossa come tante ce ne sono in Italia. Nel 2014, l’artista Karim Cherif fu il primo a dipingere una panchina rossa con due grandi occhi di donna, specchio della sua anima.

Da allora, la panchina è diventata un simbolo architettonico che trasmette in modo visibile e permanente un monito per i passanti contro la violenza sulle donne.

Ma la Panchina, posta davanti al centro, la sentiamo un po’ nostra, perché riporta una frase creata dai nostri ragazzi dopo approfondite riflessioni fatte in classe:

“Il segno più profondo sia quello che le carezze lasciano nell’anima”.

La panchina serve a ricordarci costantemente che la lotta va fatta ogni giorno e che il fenomeno ci coinvolge tutti.

Questi atti di sensibilizzazione ed informazione ci aiutano a sottolineare la nostra posizione contro la violenza di genere, in favore di una cultura di parità.

Guardo i ragazzi attorno alla panchina, mentre leggono brani di poesia e intonano una canzone a me sconosciuta “Anche al buio c′è una luce che ti illumina/Perché tu sei bella così/Perché tu sei bella così”

Anche loro sotto il riflesso della pioggia sono “…belli così..” e spero che nella loro anima rimanga il segno profondo di questa giornata.

Il Cnos-Fap di Châtillon organizza un corso di formazione gratuito per tecnico di cantiere edile

Cnos-Fap di Châtillon organizza un corso di formazione Tecnico cantiere edile gratuito, per persone disoccupate o di prima occupazione tra i 18 e i 30 anni non compiuti. Iscrizioni aperte fino al 10 dicembre 2021. Di seguito si riporta l’articolo pubblicato su Aostasera.it il 18 novembre 2021.

***

Il settore dell’edilizia è quello che più di ogni altro in Valle d’Aosta ha mostrato in questi ultimi mesi una crescita rispetto ai periodi pre pandemici. La ripartenza ha bisogno però di professionisti, sempre più preparati alle sfide che il settore si trova di fronte.

Il nuovo corso formativo per tecnico di cantiere del Cnos/Fap, finanziato tramite il Programma Operativo “Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione”, va proprio in questa direzione.

Destinatari

Il percorso formativo, gratuito, è rivolto a 12 giovani di età compresa tra i 18 ed i 30 anni non compiuti, disoccupati o in cerca di prima occupazione, domiciliati o residenti in Valle d’Aosta. In via prioritaria l’iniziativa è rivolta a chi è in possesso di qualifica III EQF e/ o Diploma di maturità afferente al settore edile (operatore edile, geometra…). Ammesse anche altre qualifiche o un diploma di pari valore, a condizione che il soggetto abbia esperienza pregressa nel settore delle costruzioni

Articolazione del percorso

Il corso, della durata di 1000 ore di cui 520 in aula/laboratorio e 480 ore di stage in azienda/cantiere, si svolgerà fra inizio gennaio e fine luglio del 2022.

Le lezioni si svolgeranno a seconda della provenienza degli iscritti a Châtillon oppure ad Aosta, in locali debitamente attrezzati.

E’ prevista l’erogazione di un’indennità di frequenza con cadenza mensile/bimensile fino ad un max di 3.750 euro complessivi a partecipante. Inoltre agli iscritti saranno forniti DPI, le visite mediche del lavoro e il materiale didattico.

Oltre alla qualifica di IV Livello EQF, gli allievi potranno acquisire le seguenti ulteriori attestazioni di frequenza/abilitazioni spendibili sull’intero territorio nazionale: l’attestazione Sicurezza Formazione Generale (4h), l’attestazione Sicurezza Formazione Specifica Rischio Alto (12h); l’attestazione Formazione particolare aggiuntiva per il Preposto (8h); l’attestazione per Addetti Prevenzione Incendi – Rischio Medio (8h); l’attestazione per Addetti Primo Soccorso Aziende Gruppo A (16h); le attestazioni per esecuzione interventi in Spazi confinati o con sospetto inquinamento; l’abilitazione Addetti Montaggio/Smontaggio/Trasformazione Ponteggi (48h) e l’abilitazione Addetti Lavori in Quota su Funi su siti naturali o artificiali (32h)

Iscrizioni

Le iscrizioni al percorso si raccolgono fino al 10 dicembre 2021 presso la Segreteria del CNOS/FAP con prenotazione al nr 0166/563826. Le selezioni dei partecipanti si terranno fra il 15 e il 17 dicembre.

CNOS/FAP – Via Tornafol, 1 – 11024
Châtillon
Tel. 0166.563826
www.cnosfapvda.it
segreteria@cnosfapvda.it

Il progetto è organizzato con i seguenti partner: Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della VdA; Ente Paritetico Edile della Vda; C.N.A. Vda; Confartigianato VdA; Confcommercio VdA; Confindustria VdA; Confindustria VdA Sez. Edile; Ordine dei Consulenti del Lavoro della VdA ; Centro Donne Contro La Violenza VdA (testimonianze/supporto nel Modulo formativo per le pari opportunità e la non discriminazione) e circa 30 aziende del settore edile della Valle d’Aosta.

Titolo progetto: TECNICO DI CANTIERE EDILE 2021/2022

Codice progetto: OCC.08101.21AC.3.0001.FOR

Titolo corso: QUALIFICA DI TECNICO DI CANTIERE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cna VdA sostiene corso di Bioedilizia a Chatillon

Il giorno 19 novembre termina la possibilità di iscrizione al corso di bioedilizia, organizzato dal CNOSFAP di Chatillon.

La formazione si svolgerà dal 22 novembre 2021 al 23 marzo 2022. Di seguito l’articolo pubblicato da Aostacronaca.it

***

Termina venerdì 19 novembre alle ore 12 la possibilità di iscriversi al corso di formazione gratuito per operatori edili in bioedilizia e in edilizia sostenibile organizzato dal CNOSFAP di Chatillon, sostenuto da Cna della Valle d’Aosta e cofinanziato dal FSE PO RAVDA tramite l’avviso 19AH.

Il corso è destinato a 15 persone disoccupate di età compresa tra i 25 ed i 67 anni non compiuti, domiciliate o residenti in Valle d’Aosta, anche prive di esperienza nel settore edile. È prevista un’ indennità di frequenza di massimo 1.500 euro a partecipante.

La formazione si svolgerà dal 22 novembre 2021 al 23 marzo 2022. La parte teorica del corso si svolgerà presso la sede di Chatillon e la parte pratica presso la sede di AOSTA, è previsto inoltre uno stage presso aziende della Valle d’Aosta

Per informazioni e iscrizioni contattare il CNOS/FAP telefonando allo 0166563826 o via email segreteria@cnosfapvda.it