Articoli

CFP Bra: mattinata di ritiro per gli operatori del CFP

Tutti gli operatori del CFP, i docenti e la comunità salesiana si riuniscono a Bra per l’avvio dell’anno educativo pastorale, guidati da Don Riccardo Frigerio.

Dalla notizia de Il Corriere:

Una mattinata di ritiro per avviare al meglio l’anno pastorale/formativo. Insieme ai docenti della scuola media, tutti gli operatori del Cfp e la comunità salesiana. Accolti da Don Riccardo Frigerio nello studio della scuola media tutti i presenti hanno inizialmente ascoltato le novità proposte da Davide Busato (Cfp), Teresio Fraire (scuola media) e Don Livio Sola (oratorio).

Poi, dopo la preghiera iniziale, la presentazione del quaderno operativo con tutti gli spunti per un anno pastorale, curato da Don Rossano Sala. Commentati da Don Frigerio alcuni capitoli operativi che hanno dato le linee guida per il lavoro dell’anno. Pausa caffè e lavori di gruppo per condividere le suggestioni ricevute.

Una partecipata messa finale ha concluso il ritiro, che a avuto anche il pregio di creare davvero un clima di famiglia tra i vari ambiti pastorali della casa.

CFP Bra: ripartito il progetto di mobilità Erasmus Plus

Otto allievi del Centro di Formazione Professionale di Bra sono rientrati domenica scorsa, 17 luglio, dal viaggio Erasmus Plus effettuato a Madrid. Un’esperienza importante, avviata lo scorso 18 giugno per apprendere nuove competenze e non solo.

«Un progetto pensato per marzo – commenta Fabio Tripaldi, Referente dei progetti internazionali del CFP di Bra – che è stato traslato causa Covid e ci ha costretto anche a modificare la lista dei partecipanti. Tutti gli 8 giovani hanno però sfruttato al massimo la loro permanenza, per apprendere nuove competenze, relazionarsi con un paese straniero e vivere un mese in completa autonomia. Ringrazio di cuore i colleghi Marco Mortara e Valentin Marlekaj per il loro periodo di accompagnamento/assistenza dei giovani. E anche il direttore Valter Manzone e la collega Maria Pia Mosca che hanno fatto un rapido tour a fine progetto, per ringraziare tutti i partner che lo hanno reso ancora una volta possibile».

 

Dopo la sistemazione a Aranjuez (comunità di Madrid) presso il residence Atempo, tra le visite effettuate vi è stato un primo giro per la città per salutare il collega spagnolo David Roman Maqueda, responsabile dei progetti internazionali della scuola salesiana Loyola che si è occupato di tutta la logistica.

CNOS Bra: Davide Busato sarà il nuovo direttore, al posto di Valter Manzone.

Al Centro CNOSFAP dei Salesiani di Bra arriva il nuovo direttore Davide Busato, che sostituirà Valter Manzone.

In seguito si riporta la notizia pubblicata su IDEAWEB TV, il 24 giugno 2022 da Danilo Lusso:

Dopo la nomina di don Riccardo Frigerio (quale nuovo direttore dell’Istituto braidese da settembre, al posto di don Alessandro Borsello), sempre da settembre (anche) il centro CNOSFAP dell’opera “San Domenico Savio”, avrà una novità nella direzione: Davide Busato sostituirà Valter Manzone. Queste le parole del prof. Manzone, pubblicate sul portale ufficiale del centro braidese:

A Davide, al quale devo un grazie davvero enorme, per aver camminato al mio fianco in questi 7 anni, belli, sfidanti, faticosi e difficili, auguro davvero una esperienza di direzione del centro, ricca di soddisfazioni. Sono sicuro che il suo lavoro sarà sempre improntato al bene dei giovani e degli operatori di questo CFP. Con una certezza: con l’aiuto dell’Ausiliatrice e di don Bosco, se si continua a remare tutti insieme, la barca galleggia, anche quando le onde sono più tumultuose.

 

CFP Bra: grande successo al Festival della Rana

Lunedì 13 giugno si è conclusa la terza edizione del “Festival della rana” di Roreto di Cherasco, evento gastronomico di cui il CFP di Bra è partner. Di seguito la notizia pubblicata dal sito del CFP di Bra.

***

Si è conclusa ieri sera (lunedì 13 giugno) la terza edizione del «Festival della rana» di Roreto di Cherasco, evento gastronomico che ha riscoperto la rana in cucina, declinata in mille varianti. Fin dalla seconda edizione, il Cfp Cnos Fap di Bra è partner della manifestazione. E proprio ieri sera Umberto Ferrondi, chef e anima del Festival, consegnando una targa di riconoscenza, ha avuto parole di grandissimo elogio per la «brigata» di allieve ed allievi del secondo e terzo anno del corso Agroalimentare che hanno lavorato con «serietà, passione, professionalità e tanta buona volontà».

Parole che sono state rilanciate sia da Bartolo Barale, presidente dell’Associazione La Rana a Roreto sia dai tanti chef presenti in sala, dopo aver cucinato per gli oltre 200 commensali che i ragazzi hanno servito, dopo aver lavorato con loro nelle retrovie.

«Vedere ragazze e ragazzi così attenti e sempre con il sorriso sulle labbra – ha commentato il titolare di un noto ristorante cheraschese – allarga il cuore. Ne ho intercettati un paio ai quali vorrò fare una proposta di lavoro».

Inutile dire che grande era la soddisfazione sui volti dei nostri allievi che hanno davvero dato il meglio di loro stessi, lavorando venerdì 10, sabato 11, domenica 12 (pranzo e cena) e ieri sera, in modo davvero impeccabile. Dopo la premiazione lo chef Ferrondi ha comunicato che, a nome della Giunta di Federalberghi e ristoranti di Cuneo, è intenzionato a dare vita ad una convenzione con il nostro CFP per suggellare questa partnership.

Ai giovani e ai loro formatori, un grazie grande da tutta la comunità del CFP di cui sono stati così brillanti testimonial!

CFP Bra: incetta di premi per le concorrenti dell’agroalimentare

Claudia Pontiglione e Emma Pipino, due studentesse del settore turistico alberghiero del CFP di Bra, hanno fatto incetta di premi all’esposizione dei capolavori, con annessa prova SAL, svoltasi dal 26 al 29 aprile a San Benigno Canavese. Di seguito la notizia pubblicata dal sito del CFP di Bra.

***

Il secondo posto nella prova pratica lo ha guadagnato Claudia Pontiglione, mentre nella prova a squadre Autogrill a salire sul gradino più alto del podio è stata Emma Pipino (con Francesco Bevilacqua ed Enrico Vangelista); e ancora: un altro secondo posto per Claudia nella prova individuale «Barry Callebaut». Il tutto per vincere l’argento (Claudia) e il bronzo (Emma) nella classifica generale dell’esposizione dei capolavori del settore turistico alberghiero, con annessa prova SAL, che si è svolto presso la sede di San Benigno Canavese dal 26 al 29 aprile.

Una partenza quasi all’alba dai cortili del Cfp braidese, l’arrivo a Valdocco e una puntatina a dire una preghiera sulla tomba del nostro Santo fondatore, poi in cortile per aspettare il passaggio – gentilmente offerto dal direttore Marco Gallo – fino a San Benigno. In un clima di festa e di impegno, tipico di tutti i concorsi nazionali, Claudia e Emma si sono davvero impegnate molto, per seguire i consiglio dei loro formatori – Giacomo in particolare, ma anche Tommaso e Claudio – e dare il meglio di sé nella varie fasi della gara. Sbaragliando gli amici-avversari, con delle performance davvero di livello, preparate in condizioni non ottimali al Cfp, perché l’esposizione è avvenuta subito dopo la fine del loro periodo di stage e loro due sono riuscite comunque a trovarsi un paio di volte, sacrificando il loro tempo libero. E ne è certamente valsa la pena!

Complimenti davvero ad entrambe, in primis, e ai formatori che le hanno seguite in questo triennio. Con un augurio: che mantengano viva questa passione anche nel loro futuro!

CFP Bra: “Formiamo il futuro” con Confartigianato Cuneo

Sabato 14 e domenica 15 maggio, al Movicentro di Bra, la Confartigianato Cuneo in collaborazione con alcune classi del Cnos-Fap di Bra presenterà l’evento “Formiamo il futuro“. Previsti laboratori con diverse dimostrazioni dei cinque corsi proposti dall’istituto braidese. L’obiettivo: mostrare gli aspetti innovativi di queste professioni. Di seguito la notizia riportata dal sito Targatocn.

***

Sabato 14 e domenica 15 maggio si terrà al Movicentro di BraFormiamo il futuro” evento organizzato dalla Confartigianato Cuneo in collaborazione alcune classi del Cnos-Fap di Bra.

Lo presenta Paolo Riba, responsabile dell’Ufficio Comunicazione ed Immagine della Confartigianato provinciale:

“Sono previsti dei laboratori, in cui saranno coinvolti alcuni studenti, con diverse dimostrazioni dei cinque corsi che propone l’istituto: panetteria/pasticcieria, acconciatura, meccanica auto, meccanica industriale e termoidraulica. L’obiettivo è mostrare gli aspetti innovativi di queste professioni”.

L’evento si terrà sabato e domenica dalle 10 alle 19 ma l’inaugurazione ufficiale avverrà alle 14.30 del sabato. A seguire si svolgerà una tavola rotonda sul rapporto tra formazione professionale e mondo artigiano. Interverranno Michele Quaglia (vicepresidente territoriale Confartigianato Imprese Cuneo), Valter Manzone (direttore Cnos-Fap), Luca Crosetto (presidente Confartigianato Imprese Cuneo) e Pietro Corino (responsabile tecnici Spresal Asl Cn2).

“Come Confartigianato abbiamo sempre avuto un rapporto importante con la formazione a 360°: il nostro mondo è in evoluzione e sono sempre di più negli ultimi anni gli artigiani diplomati o laureati. Ma in particolare il legame è con le scuole tecniche e professionale, da dove arrivano gli artigiani o i dipendenti di questo settore”,

commenta Riba.

“Per parlare di questo, abbiamo invitato Quaglia, che si occupa dei rapporti con il mondo della formazione, con cui Manzone tratterà la questione dell’incrocio tra domanda e offerta nel mondo del lavoro, che spesso è difficile far combaciare. Abbiamo poi coinvolto anche Corino, responsabile della Spresal, azienda che si occupa di monitorare la sicurezza dei luoghi di lavoro, un tema per noi molto importante. Siamo convinti che questo sia un valore imprescindibile per tutelare la risorsa più importante di ogni impresa, le persone che ci lavorano”.

Luca Crosetto e Luigi Capocchia, quest’ultimo presidente della sezione braidese, aggiungono:

“Abbiamo accolto con slancio l’invito a collaborare a questa bella iniziativa che mette al centro formazione e lavoro. Due temi che da sempre ci vedono attori insieme alle realtà scolastiche della provincia di Cuneo, tra cui in particolare gli istituti di formazione professionale, vera ‘fucina’ per gli artigiani e i dipendenti dell’artigianato del domani. E proprio pensando al futuro abbiamo in programma il momento convegnistico di sabato pomeriggio, dove ci focalizzeremo su un’altra tematica centrale e strategica sia per il mondo produttivo sia per quello della Scuola: la sicurezza sul lavoro. Su questo argomento, oltre ad essere partner di riferimento per gli imprenditori con corsi e consulenze specifiche, proprio quest’anno abbiamo voluto declinare il nostro consueto progetto dei ‘Creatori di Eccellenza’. Con le ‘Esperienze Artigiane sul palco’ organizzeremo spettacoli artistici e musicali direttamente ‘dentro’ le aziende, coniugando quindi l’arte con l’artigianato cuneese, dando la possibilità al pubblico di visitare direttamente le imprese ospitanti e di apprezzarne l’impegno nel garantire la massima sicurezza nelle fasi lavorative”.

 

CFP Bra: esposizione capolavori, la premiazione

Venerdì 6 maggio al polifunzionale Arpino si è tenuta la cerimonia di premiazione della manifestazione «Esposizione dei capolavori» in ambito meccanica industriale, fra i partecipanti anche allievi del CFP di Bra. Di seguito la notizia pubblicata dal sito del CFP di Bra.

***

Esposizione dei capolavori, ultimo atto: la premiazione.

C’era davvero aria di festa al polifunzionale Arpino di largo della Resistenza, venerdì 6 maggio – festa di san Domenico Savio – mentre si aspettava la cerimonia di premiazione della manifestazione «Esposizione dei capolavori» in ambito meccanica industriale.

Sul palco fremeva il lavoro di preparazione dell’evento, mentre la platea andava via via riempiendosi: i 20 candidati, i loro formatori, gli allievi dei settori meccanica industriale, automotive e termoidraulica del Cfp braidese, con i rispettivi docenti e le varie personalità: i rappresentanti delle aziende multinazionali, sponsor del concorso, il titolare dell’azienda madrina Omler2000, rappresentanti dell’amministrazione comunale, della Provincia di Cuneo, di Confindustria, di Confartigianto e della Randstad.

Insieme al direttore nazionale della Formazione professionale don Fabrizio Bonalume, quello regionale don Alberto Martelli e il direttore dell’opera braidese don Alessandro Borsello, il segretario nazionale della meccanica industriale Maurizio Todeschini e il coordinatore locale Dario Ruberi.

Presentata da Franco Burdese e dallo scrivente, la mattinata è stata ricca di messaggio rivolti ai giovani da parte di tutti gli intervenuti, gustosa nel racconto della settimana del concorso – spettacolarmente documentata dal reporter Davide – ed emozionante nel momento della premiazione. Sul palco, dopo non poca suspence, sono saliti i seguenti candidati:

  • Davide De Paolis di Roma Borgo (1^ classificato)
  • Isaia Rizzetto di Verona (2^ classificato)
  • Davide Zucchetti di Arese (3^ classificato)
  • Gioele Sacconi di Bra ha vinto il premio al miglior tecnologo, con targa alla memoria di don Livio Greppi, salesiano braidese recentemente scomparso
  • Tommaso Gialbiati di Sesto San Giovanni ha vinto il premio al miglior disegnatore (targa in memoria di Riccardo Mano, sdb e insegnante di disegno per decenni)
  • Sara Fumagalli di Bergamo, unica concorrente donna, ha ricevuto un premio per aver saputo mantenere la sua postazione lavorativa molto ordinata e professionale

Tutti i concorrenti hanno avuto una serie di gadget, offerti dagli sponsor e l’opportunità di condividere una settimana in amicizia, dialogo e conoscenza reciproca.

Il buffet, egregiamente preparato dal nostro corso agroalimentare, ha concluso una mattinata davvero di festa e di sana allegria, proprio come indicava san Domenico Savio, quale mezzo per la santità. Al Cfp, presa la valigia per far rientro a casa, i saluti sono stati davvero lunghi e fraterni. Segno del bel clima che i formatori e i giovani avevano saputo creare nella settimana di convivenza, densa di impegni e di fatica.

Rientrato a casa, il segretario nazionale Maurizio Todeschini, ha ringraziato gli organizzatori con questo messaggio:

«L’esposizione nazionale si è appena conclusa e ci tenevo a fare i complimenti a tutti i ragazzi per l’impegno durante 5 giorni molto intensi. Una menzione speciale ai colleghi accompagnatori (direttore nazionale compreso) che si sono totalmente spesi affinchè il tutto riuscisse nel migliore dei modi e che i ragazzi stessero bene. Ed infine, grazie a Dario, al direttore Valter ed a tutta la sede di Bra per l’enorme sforzo organizzativo messo in atto; ci avete fatto sentire a casa!».

Al prossimo concorso…..

 

CFP Bra: Esposizione dei capolavori del settore industria metalmeccanica

E’ iniziata al CFP di Bra la XXIII edizione dell’Esposizione dei capolavori del settore industria metalmeccanica. Il 2 maggio 2022 sono iniziati i lavori di 21 allievi provenienti da 21 CFP di tutta Italia che realizzeranno ciascuno il proprio capolavoro che sarà esposto venerdì nell’Auditorium della Città di Bra. A dare il via ai lavori il segretario nazionale del settore della Meccanica Industriale, il professor Maurizio Todeschini, che ha presentato agli allievi l’evento, e il direttore del CFP Dr. Valter Manzone, che li ha accolti e ha fatto gli onori di casa. Di seguito la notizia pubblicata dal sito del CNOSFAP.

***

E’ iniziata al CFP di Bra la XXIII edizione dell’Esposizione dei capolavori del settore industria metalmeccanica, che ha fatto il suo esordio nel 2008 e che si è interrotta solo a causa della pandemia quando l’ultima edizione si svolse in quel del CFP di Torino Rebaudengo.

Settore quello di Meccanica Industriale di antica tradizione nel palinsesto formativo dei Salesiani in Italia che si occupano di formazione professionale sotto la sigla CNOS-FAP: Centro Nazionale Opere Salesiane Formazione e Aggiornamento Professionale.

Oggi, 2 maggio 2022, iniziano i lavori di 21 allievi provenienti da 21 CFP di tutta Italia che realizzeranno ciascuno il proprio capolavoro che sarà esposto venerdì nell’Auditorium della Città di Bra alla presenze di esperti del mondo del lavoro che operano nel settore, in rappresentanza delle aziende partner che ormai da anni affiancano il CNOS-FAP e lo supportano tecnologicamente.

A dare il via ai lavori il segretario nazionale del settore della Meccanica Industriale, il professor Maurizio Todeschini, che ha presentato agli allievi l’evento, e il direttore del CFP Dr. Valter Manzone, che li ha accolti e ha fatto gli onori di casa.

L’intervista al direttore del CFP Dr. Valter Manzone.
Intervista a Maurizio Todeschini, Segretario Nazionale del Settore Meccanica Industriale della Federazione CNOS-FAP (prima parte).
seconda parte

Entrambe sono coadiuvati da Dario Ruberi, formatore del settore nel CFP di Bra, che è la mente del progetto che i ragazzi dovranno realizzare nel corso della settimana di lavori ed anche l’anima organizzativa dell’evento.

Ascolta l’audio di Dario Ruberi nell’intervista che ha rilasciato alla nostra redazione.

Tutti gli allievi, una ragazza e 20 ragazzi, convenuti stanno frequentando il corso di qualifica professionale che in Piemonte è denominato OPERATORE MECCANICO, con i vari indirizzi previsti e si esibiranno nella realizzazione del loro capolavoro a partire dalla progettazione, disegno tecnico compreso, alla realizzazione del ciclo di lavoro e quindi dei singoli particolari meccanici mediante l’ausilio delle macchine utensili e degli altri strumenti di lavoro, fino all’assemblaggio che darà vita al “braccio di ripresa robotizzato” di una fresatrice.

A questo corso possono iscriversi tutti coloro che hanno concluso con successo la scuola secondaria di primo grado, e per intenderci meglio la “terza media”, e intendono proseguire gli studi prediligendo un percorso che prevede una parte pratica svolta in laboratori attrezzati al passato con il mondo del lavoro e sopratutto la possibilità di attivare quella che molti chiamano “intelligenza nelle mani” con uno stage di 300 ore in azienda all’ultimo anno per mettere in pratica le competenze acquisite nel triennio. Questo senza dimenticare tutte le altre discipline del percorso curricolare che vanno dalla matematica alle scienze, dalla tecnologia all’organizzazione aziendale, dalle lingue italiana e straniere, alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Una particolare attenzione è rivolta all’utilizzo degli strumenti informatici, al disegno tecnico computerizzato, il CAD, e a tutto ciò che riguarda il funzionamento e l’uso delle macchine a controllo numerico, CNC, che ormai hanno quasi completamente sostituito le macchine utensili tradizionali, di cui è di fondamentale importanza imparare tutti i segreti.

L’esposizione dei capolavori si svolgerà con il seguente calendario:

Lunedì 2 maggio:

  • 1) Prova di DISEGNO MECCANICO e CAD

Martedì 3 maggio

  • Mattino
    2) Prova di TECNOLOGIA MECCANICA
    3) Prova di CNC
    Warm up alle macchine utensili
  • Pomeriggio
    4) Prova pratica di LABORATORIO MECCANICO

Mercoledì 4 maggio

  • tutto il giorno
    4) Prova pratica di LABORATORIO MECCANICO

Giovedì 5 maggio

  • Mattino
    Assemblaggio e collaudo presso l’azienda OMLER 2000
    Pomeriggio
    Visita di istruzione

Venerdì 6 maggio

  • Mattino: Cerimonia di premiazione

I ragazzi sono provenienti dai CFP di Alessandria, Arese, Bergamo, Bologna Bra, Dronero, Forlì, Fossano, Mestre, Milano, Roma Borgo, Roma Gerini, S. Benigno C.se, S. Donà Di Piave, Sesto S. Giovanni, Torino Agnelli, Torino Rebaudengo, Udine, Vercelli, Verona, Vigliano Biellese.

Il criterio con cui sono stati scelti per rappresentare il loro CFP è incentrato sulla loro maturazione come donne e uomini nella vita a partire dalla competenze acquisite per esercitare la loro professione futura. Faranno un’esperienza importante di condivisione, di amicizia e di lavoro durante la quale si rapporteranno con i loro pari, che in questa occasione non saranno i loro compagni abituali e con le imprese, tutto questo lontano dalla loro quotidianità.

CFP Bra: convegno ITS a Pollenzo

Sabato 23 aprile l’aula magna della prestigiosa università di scienze gastronomiche di Pollenzo ha ospitato un convegno per presentare l’ITS (Istruzione tecnica superiore) agroalimentare, promosso dall’omonima Fondazione agroalimentare per il Piemonte, presieduta da Fabrizio Berta e diretta da Franco Burdese. Tanti gli ospiti, molti gli intervenuti: tra le varie relazioni quella del noto imprenditore Riccardo Illy. A questo importante appuntamento istituzionale, il Cfp braidese ha dato un «gustoso» contributo con i dolcetti per l’accoglienza degli ospiti e il ricco buffet che è stato servito a fine mattinata. Di seguito la notizia riportata dal sito del CFP di Bra.

***

(Pollenzo) L’aula magna della prestigiosa università di scienze gastronomiche di Pollenzo ha ospitato questa mattina – sabato 23 aprile – un convegno per presentare l’ITS (Istruzione tecnica superiore) agroalimentare, promosso dall’omonima Fondazione agroalimentare per il Piemonte, presieduta da Fabrizio Berta e diretta da Franco Burdese. Tanti gli ospiti, molti gli intervenuti: tra le varie relazioni quella del noto imprenditore Riccardo Illy ha tracciato un programma che – a suo dire – dovrebbe essere perseguito dagli ITS, che ha invitato a formare gli imprenditori di oggi e di domani, spiegando che, accanto ai tecnici che già vengono abilitati da questo biennio, si dovrebbe aggiungere anche un percorso per l’imprenditorialità.

A questo importante appuntamento istituzionale, il Cfp braidese ha dato un «gustoso» contributo: i giovani allievi, seguiti dai formatori Tommaso Elia, Giacomo Raffreddato e Claudio Vaira, hanno infatti preparato, con grande perizia, sia i dolcetti per l’accoglienza degli ospiti sia il ricco buffet che è stato servito a fine mattinata.

Complimenti a tutti – staff ITS e staff CFP – per questa bella sinergia.

CFP Bra: mostra per Ucraina

Grande successo domenica 10 aprile per il vernissage della mostra «Chiamati alle arti – per la pace in Ucraina», allestita negli ambienti dell’istituto salesiano di Bra di viale Rimembranze. Gli intervenuti hanno anche potuto ammirare un’installazione sulla scalinata della chiesa dello street artist Giovanni Botta. Di seguito l’articolo pubblicato dal sito del CFP Bra.

***

(BRA) Erano davvero in tanti, domenica 10 aprile, al vernissage della mostra «Chiamati alle arti – per la pace in Ucraina» che sei tra pittori, illustratori e poeti, coordinati dalla curatrice del Caffè letterario Silvia Gullino, hanno allestito negli ambienti dell’istituto salesiano di Bra di viale Rimembranze. Gli intervenuti hanno anche potuto ammirare un’installazione sulla scalinata della chiesa dello street artist Giovanni Botta, che ha esposto un lavoro insieme ai pittori Franco Gotta, Francesca Semeraro, Riccardo Testa, all’illustratrice Manuela Fissore e al decano dei poeti braidesi Bernardo Negro. L’esposizione dei quadri, nel corridoio degli uffici del Cfp e della scuola media, è visitabile il 14 e 15 aprile dalle ore 16 alle ore 18, domenica 17 aprile (Pasqua) dalle 11 alle 12. I giorni 20, 21 e 22 aprile dalle ore 8 alle ore 17; domenica 24 aprile dalle 11 alle 12; infine il 26, 27, 28 e 29 aprile dalle ore 8 alle ore 17 e sabato 30 aprile dalle ore 16 alle ore 18, sempre con ingresso libero.