Articoli

Scuola Don Bosco Cumiana: Visita al Museo Storico Nazionale d’Artiglieria di Torino

Il 27 novembre scorso, i ragazzi delle terze medie del don Bosco di Cumiana, hanno visitato il Museo Storico Nazionale d’Artiglieria di Torino. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dal sito dell’opera.

Mercoledì 27 novembre i ragazzi delle terze medie del don Bosco di Cumiana, per il secondo anno consecutivo, hanno potuto visitare in forma esclusiva e privata il Museo Storico Nazionale d’Artiglieria di Torino. La visita di questo “Museo Capannone” nella sede provvisoria della Caserma Amione di Piazza Rivoli a Torino, è stata guidata dal Primo Luogotenente Galletti, tra i massimi esperti Nazionali oltreché consegnatario del Museo, e dal signor Hasley Hogg.

Con una magistrale lezione, partendo da una delle bombarde con cui Maometto II distrusse le mura di Costantinopoli per arrivare ai moderni fucili d’assalto come il kalashnikov, le due guide hanno aperto scenari di storia che hanno permesso ai nostri allievi di conoscere l’evoluzione tecnica applicata all’evolversi dei conflitti negli ultimi 600 anni.

I continui riferimenti storici sul progredire della scienza con avvenimenti noti, ha consentito ai ragazzi di apprendere in due ore quello che sarebbe stato difficilmente raggiungibile in aula.

Conoscere il modo di vivere nei secoli applicato agli scenari dei conflitti, ha messo in luce anche l’origine di alcune espressioni comunemente usate; affermare, ad esempio, che qualcosa “è inchiodato” per esprimere che è inservibile, risalirebbe all’atto di sabotaggio delle artiglierie nemiche, dove, per renderle inservibili, si piantava un chiodo nel posto in cui doveva passare la miccia di accensione della polvere (focone).

L’attenzione di ragazzi e ragazze, e la possibilità di toccare con mano le armi disattivate usate nei tanti conflitti, hanno permesso loro di capire la fatica e le privazioni sopportate dai loro bisnonni durante la Grande Guerra. Si è in questo modo raggiunto anche l’obiettivo di non far cadere nel dimenticatoio il sacrificio di tanti giovani ragazzi italiani ed europei che in essa dovettero confrontarsi e soccombere per gli ideali di Patria.

L’applicazione del metodo di “toccare con mano la storia”, particolarmente sentito al Don Bosco di Cumiana, consente di conoscere senza pregiudizi per formare una coscienza critica al fine di costruire gli onesti cittadini di domani.

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la grande disponibilità del Comandante delle Truppe Alpine Gen. C.A. Claudio Stefano Berto, che, tramite la Sua catena di Comando (Col. Mulciri, Ten. Col. Corrado), ha permesso alla Nostra Scuola questo privilegio.

Scuole Salesiane di Lombriasco: Apericena sulla comunicazione – “Comun I care”

Venerdì 6 dicembre 2019, presso la mensa delle Scuole Salesiane di Lombriasco, si terrà l’apericena sulla comunicazione “Comun I care” A 360°. L’iniziativa è rivolta ai genitori dei ragazzi della scuola, agli insegnanti, ai salesiani e agli ex-allievi.

Condurranno la serata sr. Carmela e sr. Simona FMA.

Per motivi organizzativi è necessario confermare la propria partecipazione

Tagliando da restituire firmato al coordinatore di classe, anche in caso che non si partecipi, entro lunedì 2 dicembre 2019.

Scuole Salesiane Lombriasco: La testimonianza di un padre che ha perso il figlio per droga

Una mattinata all’insegna della riflessione su temi importanti per la crescita dei ragazzi quella realizzata giovedì 21 novembre 2019 presso la Scuola Salesiana di Lombriasco.

Toccante la testimonianza di Gianpiero Ghidini, della fondazione “Ema Pesciolinorosso”, imprenditore bresciano, padre di Emanuele, vittima della droga a soli 16 anni. Gianpiero ha scelto di superare il dolore del suo dramma personale, promuovendo incontri educativi grazie alla fondazione dedicata al figlio scomparso.

L’incontro si è svolto coinvolgendo tutti gli allievi dell’istituto tecnico agrario e le terze medie di Lombriasco iniziando con la lettura da parte dei ragazzi di due dei libri scritti da questo papà ormai conosciuto in tutta Italia per il suo impegno e la sua testimonianza negli incontri con i giovani.

Salesiani Don Bosco Ivrea: riprende il programma radiofonico «Ribelli»

Il programma radiofonico di Eporadio «Ribelli», in collaborazione con l’Istituto Salesiano Cardinal Cagliero e il Comune di Ivrea, riparte per il secondo anno consecutivo. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dal Quotidiano del Canavese il 21 novembre scorso in merito al programma.

IVREA – I ragazzi delle scuole medie entrano in radio con «Ribelli»

La prima puntata. domenica, sulla musica, mentre nel secondo appuntamento i ragazzi avranno l’occasione di raccontarsi.

«Ribelli» il programma radiofonico di Eporadio condotto dal Dj Alex Metticelli, in collaborazione con l’Istituto Salesiano Cardinal Cagliero e il Comune di Ivrea, riparte per il secondo anno consecutivo. La prima puntata andrà in onda questa domenica, 24 Novembre e sarà incentrata sul mondo della Musica, mentre nel secondo appuntamento i ragazzi avranno l’occasione di raccontarsi e far sentire la propria voce agli amici e anche agli adulti, una voce che troppo spesso resta inascoltata o incompresa.

La radio quindi entra a scuola, o è la scuola ad entrare in radio?

«Entrambe le affermazioni sono vere, poiché i ragazzi porteranno in trasmissione le proprie istanze, il proprio sentire, mentre la radio li aiuterà ad esprimersi in pubblico e ad articolare un discorso capace di intrattenere una platea – afferma il conduttore Alex Metticelli, che prosegue – gli ascoltatori avranno il privilegio di poter sentire ragazzi adolescenti, dalla prima alla terza media, senza alcun tipo di filtro, entrando nel loro mondo di sogni, valori e richieste di attenzioni, in cui spesso è difficile trovare punti di contatto. Sarà quindi un’occasione unica per superare alcuni preconcetti nei confronti del mondo giovanile e scoprire che il futuro è, probabilmente, in buone mani».

Il programma inoltre prevede anche delle interviste condotte dai ragazzi a politici, funzionari e persone che svolgono lavori socialmente utili. Sicuramente un modo divertente e interattivo di avvicinare anche i più giovani al mondo degli adulti, delle amministrazioni pubbliche e politiche.

Salesiani San Lorenzo Novara: Le Classi Prime a lezione di disobbedienza

Nella giornata di ieri, giovedì 21 novembre, i ragazzi delle classi prime dell’Istituto Salesiano San Lorenzo di Novara hanno vissuto una giornata particolare in compagnia di Andrea Franzoso, autore del libro “#DISOBBEDIENTE! Essere onesti è la vera rivoluzione”. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dal sito dell’opera.

Giovedì 21 novembre, tutte le Classi Prime della nostra scuola hanno avuto l’occasione di incontrare Andrea Franzoso, autore del libro “#DISOBBEDIENTE! Essere onesti è la vera rivoluzione”.

Franzoso è conosciuto oggi a livello nazionale per aver denunciato, nel 2015, le spese illecite sostenute dal Presidente dell’azienda pubblica per la quale lavorava.

I ragazzi hanno avuto la preziosa opportunità di riflettere e confrontarsi con l’autore, che oggi non perde occasione di visitare le scuole per sensibilizzare i giovani ad abbattere il muro dell’omertà, a non aver paura di fare la cosa giusta e disobbedire a ciò che è sbagliato. Sono stati numerosi gli argomenti trattati durante la testimonianza: il bullismo, la famiglia e l’amicizia.

I ragazzi, oltre a dediche e foto con l’autore, hanno portato a casa un augurio molto importante, quello di saper combattere nella vita l’antagonista più grande: la paura. Una volta sconfitta quella, si apre un universo immenso di possibilità!

Giornata di Open Day al Collegio Don Bosco di Borgomanero

Sabato 23 novembre, ci sarà un Open Day al Collegio Don Bosco Borgomanero, in cui i docenti del Liceo Classico ed Economico Sociale presenteranno i servizi didattici ai ragazzi presso la scuola Media con indirizzi Potenziata, Digitale, e Linguistica. Si riporta l’articolo pubblicato in data odierna da Don Bosco Borgomanero, a cura di Barbara Franco.

La scuola sarà aperta alle famiglie sabato 23

Il Don Bosco si apre alle famiglie che vogliono conoscerlo meglio: Open day di Scuola Media e Licei.

Sabato 23, alle ore 15 ci sarà la presentazione ufficiale della scuola Media nei tre indirizzi: Potenziata, Digitale, novità dall’anno scolastico 2020/2021, Linguistica. Alle ore 16 i docenti del Liceo Classico e del Liceo Economico Sociale presenteranno le attività didattiche, gli spazi di apprendimento innovativi, i laboratori pomeridiani e gli altri servizi offerti dalla scuola. Per quanto riguarda il LES, si illustreranno inoltre anche le due opzioni: Innovazione e Gusto, con la possibilità di sperimentarne i laboratori.

Chi non potesse venire in queste occasioni, ma desiderasse comunque visitare la scuola, può concordare una visita alla scuola su appuntamento dal 25 novembre fino alla fine dell’anno scolastico, contattando la segreteria dell’istituto (0322-847211) o direttamente dal sito alla pagina PRENOTA UNA VISITA

Don Bosco Borgomanero: Open Day scuola media e liceo

Giornata di Open Day per sabato 23 novembre 2019 presso il Collegio Don Bosco di Borgomanero: alle ore 15.00 la presentazione della scuola media e alle ore 16.00 la presentazione dei licei (Liceo Classico e Liceo Economico Sociale – Gusto e Innovazione). Inoltre, tutti i giorni a partire dal 25 Novembre fino a fine anno scolastico sarà possibile visitare la scuola o trascorrere una “giornata di prova”.

SOLO SU APPUNTAMENTO

Tel. [+39] 0322 847211

info@donboscoborgo.it

O PRENOTANDO SUL SITO

www.donboscoborgo.it

Scuola Media San Benigno: Il Prof Pagani, campione de L’Eredità lascia il programma per tornare dai suoi studenti: «La cultura vince sull’ignoranza»

Niccolò Pagani, giovane docente della Scuola Media Don Bosco di San Benigno, ha scelto di abbandonare a sorpresa la trasmissione TV “L’Eredità” con un discorso dedicato ai suoi allievi. La notizia è stata divulgata non solo dal Corriere della sera (il primo quotidiano italiano per diffusione e per lettorato) – della quale riportiamo di seguito l’articolo dedicato – ma anche da Il Giornale (con una intervista dedicata) e dal “il caffè” del giornalista ed editorialista Massimo Gramellini. Si riportano le notizie pubblicate sul sito dell’opera.

Il campione de L’Eredità lascia il programma per tornare dai suoi studenti: «La cultura vince sull’ignoranza»

Niccolò Pagani, giovane docente del torinese, ha scelto di abbandonare a sorpresa la trasmissione con un discorso di commiato che ha commosso gli spettatori

«Il mio posto è là: ogni mattina in prima linea nella missione quotidiana dell’educazione e dell’onestà»: il campione in carica de «L’Eredità» Niccolò Pagani, giovane docente di San Benigno Canavese, ha scelto a sorpresa di abbandonare la trasmissione per tornare in cattedra.

Il messaggio agli studenti

Il professore ha annunciato la sua decisione leggendo un discorso di commiato, condiviso in occasione della Giornata Mondiale della Gentilezza dal conduttore Flavio Insinna sul suo profilo Facebook, in cui spiega che il suo compito come insegnante è dimostrare «ai giovani, che la gentilezza vince sulla violenza, la cultura vince sull’ignoranza, il sorriso sconfigge la rabbia e l’ironia batte l’odio, insegnando loro a non impugnare i coltelli, ma i libri, e a sostituire gli spintoni con gli abbracci».

«La scuola va protetta e va curata»

Il messaggio, importante soprattutto in questo periodo storico, si chiude con un invito a proteggere l’istituzione scolastica (e con un ringraziamento ai colleghi che dividendosi le supplenze gli hanno permesso di partecipare al programma): «Come ogni creatura fragile, anche la scuola va protetta e va curata. Per questo starò sempre dalla parte di tutti quegli insegnanti, preparati e costanti, che ogni giorno, con amore, fanno questo mestiere».

13 novembre 2019 (modifica il 13 novembre 2019 | 18:04) – di Arianna Ascione

L’eredità

 

Scuola Don Bosco Cumiana: Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

 Lo scorso 4 novembre, i ragazzi della seconda media della Scuola Don Bosco di Cumiana hanno avuto l’occasione di visitare la Caserma Berardi per la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dal sito dell’opera.

Il 4 novembre, per comprendere meglio la storia e ragionare sull’attualità, la Scuola Don Bosco di Cumiana ha aderito all’invito del Colonnello Christian Bison, comandante del Terzo Alpini di Pinerolo, di visitare la Caserma Berardi in occasione della Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Gli ottanta allievi di seconda media hanno potuto confrontarsi in modo diretto e simpatico con gli Alpini, cercando di conoscere la loro storia e la loro vita.

Particolarmente coinvolgenti le attività pratiche nelle quali i/le ragazzi/e si sono cimentati sotto la guida degli Alpini: utilizzo delle radio ricetrasmittenti, percorso in sicurezza su una simulazione di ponte tibetano, visione dei mezzi utilizzati nelle varie occasioni…

La visita è stata molto interessante e ha riscosso un pieno gradimento da parte di allievi e docenti.

CNOS-FAP San Benigno: Programma di Orientamento

Il Centro di Formazione Professionale di San Benigno Canavese presenta le varie iniziative dedicate all’orientamento per i ragazzi in uscita dalla scuola media. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dal CNOS-FAP dell’opera, a cura di Agostino Albo.

PROGRAMMA ORIENTAMENTO

Le attività di orientamento per i ragazzi in uscita dalla scuola media sono già in pieno svolgimento: saloni dell’orientamento, scuole medie in visita presso il nostro centro, colloqui orientativi, visite presso gli istituti del territorio, open day.

Gli appuntamenti non sono pochi e per non perdersi nessuna possibilità vi proponiamo un piccolo riepilogo dei principali eventi.

SALONI ORIENTAMENTO:

SCUOLE MEDIE IN VISITA:

Settimanalmente ricorderemo i vari appuntamenti!

Clicca qui per scaricare il pdf del riepilogo Programma Saloni

Clicca qui per scaricare il pdf del riepilogo Programma Scuole Medie in visita