Articoli

“Sale” Cuneo – Festa di inizio anno Pastorale

Si è svolta nella giornata di domenica 14 ottobre 2018, la festa di inizio anno pastorale presso al casa Salesiana di Cuneo. “Io sono Missione” questo il tema pastorale su cui tutti i giovani sono chiamati a porre la loro attenzione e le loro riflessioni.

Qui di seguito l’articolo che racconta la giornata vissuta nel centro:

“Io sono una missione”, questo c’è scritto sullo striscione posto ai piedi dell’altare all’inizio della Santa Messa, inizio ufficiale della giornata di festa e dell’intero anno di attività e vita di comunità. Quattro parole che impregnano di senso ogni momento di questa tradizionale domenica di ottobre e che, come sottolineato nel successivo momento di riflessione in cortile, danno le coordinate per vivere i mesi a venire, ciascuno con la sua personale risposta alla domanda a tutti rivolta: “Per chi sono io?”.
“Io sono una missione” è stato il denominatore comune per i ragazzi che hanno impastato e sfornato il pane per tutti, per i Salesiani Cooperatori e gli ExAllievi che hanno cucinato i ravioli e apparecchiato i tavoli per le 200 persone, per i giovani che hanno animato i giochi per tutte le età, per tutti coloro che hanno partecipato alla festa, anche solo per un giro sui “gonfiabili” o sul “toro meccanico”. La festa è stata pensata, per il secondo anno consecutivo, dal Consiglio della CEP e organizzata, a cascata, da tutti i gruppi, le associazioni e i settori dell’opera. Ancora una volta, non è stata soltanto la festa in sé a
scaldare i cuori di tutti, ma il lavoro che ci è stato dietro, a tutti i livelli, perché ogni partecipante è stato protagonista. Perché, come dice Enzo Bianchi in una delle riflessioni che ci è stata donata in questa splendida giornata, “tutto abbiamo ricevuto. Se siamo consapevoli di questa nostra condizione non è difficile entrare nella danza del dono e diventare donatori, affinché il dono passi da mani d’uomo a mani d’uomo e crei quella comunità che rende possibile riconoscerci reciprocamente come esseri umani. Solo l’amore è diffusivo!”

Il visitatore straordinario José Miguel Núñez incontra l’Assemblea dei confratelli

In occasione dell’apertura dell’anno pastorale 2018-2019 il visitatore straordinario José Miguel Núñez incontra i confratelli riunti a Valdocco in Assemblea. Così si è rivolto ai numerosi salesiani presenti:

Miei cari confratelli,
un saluto cordiale ed affettuoso a tutti voi, con l’augurio di un buon inizio dell’anno scolastico 2018-2019.
Il Rettore Maggiore vi ha comunicato qualche mese fa che farò la Visita Straordinaria alla nostra cara Ispettoria insieme a Don Ivo Coelho (per alcune case).
Voglio farvi arrivare queste linee per esprimervi la mia assoluta disponibilità verso ciascuno di voi e il mio desiderio di rendere il miglior servizio possibile di animazione e di governo a tutte le comunità e opere.

 

 

Desidero che la Visita Straordinaria possa avere un senso particolarmente spirituale in questo anno di preparazione al Capitolo Generale 28. Vi invito a vivere questo evento della Visita Straordinaria che farò a nome del Rettore Maggiore come un’esperienza di comunione per camminare insieme con grande disponibilità allo Spirito in modo da poter scoprire le nuove strade da percorrere in fedeltà al Signore, alla Chiesa, alla Congregazione e ai giovani.
Per questo, vi prego che fin da questo momento mettiamo nelle mani di Dio la Visita Straordinaria e ciascun confratello perché, sia personalmente che comunitariamente possiamo arrivare ad essa con il cuore ben disposto.

Don Josè ha riletto l’imminente visita straordinaria alla luce del magistero di papa Francesco ed ha auspicato che possa essere un’esperienza di comunione tra salesiani e con il Rettor Maggiore. Affinchè la vita religiosa possa essere “fuoco nelle viscere della Chiesa” occorre operare quella “rivoluzione della congregazione” che il Rettor Maggiore emerito don Pasqual Chavez indicava nel cammino di conversione di una congregazione povera per i poveri. “Siamo alternativi perchè viviamo in modo differente. Siamo profeti perchè stiamo dalla parte dei poveri. Le case salesiane siano accoglienza. Il nostro tempo sia disponibilità. Il Vangelo sia vissuto sine glossa”.

 

 

La Galleria Fotografica

Album su FB
Album Flickr
Album Google Photo

1 e 2 Settembre: Appuntamenti di Inizio anno Pastorale

Nella pomeriggio del 1 settembre e nella mattinata del 2 settembre, si terranno a Valdocco gli oramai tradizionali appuntamenti di Inizio Anno Pastorale.

La prima giornata sarà dedicata all’incontro dei Consigli delle CEP (Comunità Educative Pastorali) delle diverse opere, mentre il giorno successivo sarà l’occasione di ritrovo per tutti i confratelli dell’Ispettoria nella Assemblea Ispettoriale.

Il programma della due giorni è il seguente:

Venerdì 1 settembre 2017 – Valdocco
CONSIGLI DELLE CEP

Ore 14.30: preghiera e inizio lavori

Ore 15.00: “I giovani: sono diversi dai giovani di una volta? Quali sfide pongono alle nostre comunità?” – don Vincenzo Salerno (Direttore del dipartimento di Pedagogia sociale dello IUSVE – Direttore della Comunità per adolescenti ‘La Viarte’ di Santa Maria La Longa)

Ore 16.00: dibattito e confronto

Ore 16.30: pausa

Ore 17.00: confronto guidato divisi per case

Ore 18,45: Conclusioni dell’Ispettore

Ore 19,10: Vespri

Ore 19,30: Cena

Sabato 2 settembre 2017 – Valdocco
ASSEMBLEA DEI CONFRATELLI

Ore 09.00: preghiera e inizio lavori

Ore 09.30: “Il Sinodo e il cammino della Chiesa Italiana” – don Michele Falabretti  (direttore dell’ufficio CEI di Pastorale giovanile)

Ore 10.30: dibattito e confronto

Ore 11.00: pausa

Ore 11.30: incontro con l’Ispettore

Ore 12.30: pranzo