Articoli

Corriere di Saluzzo – Produzione per la mensa Caritas

Pubblichiamo l’articolo del Corriere di Saluzzo sull’accordo tra il CNOS Fap di Saluzzo e la Caritas diocesana per i pasti da distribuire alla mensa.

***

SALUZZO Nelle settimane scorse il Centro salesiano di formazione professionale CNOS-FAP di Saluzzo e la Caritas diocesana hanno concluso un accordo finalizzato alla realizzazione di prodotti da utilizzare nella mensa della Caritas stessa in corso Piemonte. La partnership coinvolge anche l’Associazione volontari assistenza socio-sanitaria (Avass Odv) che collabora alla gestione della mensa e di altre attività della Caritas.

Di fatto si tratta di una convenzione finalizzata alla trasformazione di farina e materie prime in pane e pasta, da mettere in atto nei laboratori del CNOS-FAP. L’associazione Avass Odv consegna periodicamente al CNOS, in base alle proprie disponibilità, i quantitativi di farina o altre materie prime necessari alla preparazione di pane, pasta e altri prodotti da forno.

La tipologia dei prodotti realizzati viene concordata secondo le esigenze didattiche del CNOS e le necessità della mensa di Caritas/Avass. Il CNOS-FAP di Saluzzo ha dato ampio risalto all’iniziativa, anche attraverso i propri canali comunicativi social.

«Il nostro centro di formazione – spiegano dal CNOS – reputa che le attività di scambio con il territorio abbiano finalità sia di tipo didattico sia di crescita umana e professionale dei propri alunni e dei formatori del Centro».

CFP Saluzzo: visite tecniche, accordo con Caritas e conclusione percorso Teen Star

Notizie a cura del CFP di Saluzzo.

***

Visita all’Impianto di trattamento rifiuti A2A di Villafalletto

La visita didattica dell’11 Aprile, presso il centro di riuso e riciclo A2A di Villafalletto, è la parte finale di un progetto più ampio portato avanti dal gruppo CSEA (Plogging  School Challenge) finalizzato alla sensibilizzazione del  mondo giovanile in età scolare alla problematica  ambientale ed alla necessità di preservare il territorio  contro l’abbandono dei rifiuti.

Si tratta di un impianto completamente automatizzato per il trattamento dell’indifferenziato; la ditta proprietaria è la A2A, azienda con parecchi impianti analoghi in Italia e  all’estero; la capacità massima è di 60000 tonnellate di  rifiuti all’anno, il conferimento in discarica, dopo il  trattamento in impianto (essiccazione e parziale  trasformazione in combustibile) si riduce al 40 % di  quanto raccolto sul territorio.

Il recupero del gas metano che si sviluppa nella discarica permette di alimentare un impianto di produzione di energia elettrica che soddisfa completamente le esigenze energetiche dell’impianto stesso, ed in parte viene venduta alla rete elettrica nazionale.

Le classi Prime del Centro di Formazione Professionale CNPOS-FAP di Saluzzo hanno aderito al progetto che comprendeva: Plogging nel saluzzese (raccolta rifiuti durante delle passeggiate sul territorio), realizzazione del video, che dal 22 aprile sarà disponibile sul sito scuole.consorziosea.it nella sezione “Galleria” 3 e in ultimo Visita didattica alla discarica.

Visita tecnica a Horeca Expoforum

Lunedì 18 marzo 24 le classi prima Trasformazioni agroalimentari e prima Accoglienza turistica, si sono recate in visita a “Horeca Expoforum” , evento internazionale dedicato ai professionisti della ristorazione, presso il Lingotto Fiere di Torino.

Ad Horeca hanno potuto prendere parte a convegni, show cooking e degustazioni con ospiti da tutta Italia.

È stata un occasione per veder preparare dal vivo la pizza Verace Napoletana, scoprire ed assaggiare il gelato allo zabaione di Alberto Marchetti, oppure seguire la creazione di un nuovo piatto con prodotti locali quali il porro di Cervere direttamente dalle mani di uno chef stellato come Andrea Larossa.

Oltre all’esperienza i ragazzi sono tornati a casa con un premio vinto: dopo aver seguito la creazione di un pezzo artistico di cioccolato di 5 kg sono stati tra i fortunati vincitori dell’opera appena lavorata!

Teen Star

Il secondo anno del percorso di accoglienza turistica ha terminato con la formatrice Virginia Ponso, il percorsoTeen Star” iniziato a metà Gennaio e sviluppato in 10 moduli; nella gestione del progetto anno collaborato anche Suor Alice e Stefano Bodello sullo sviluppo di alcune tematiche.

Teen Star è un programma di educazione affettivosessuale che si avvale di un processo educativo rispondente alle modalità di conoscenza e di azione che contraddistinguono le nuove generazioni.

Un percorso che accompagna i ragazzi a riconoscere la bellezza e l’armonia di un corpo fatto per la comunicazione e la relazione.

L’intuizione alla base del Teen Star è che l’unità della persona si esprime attraverso ambiti diversi sul piano intellettuale, fisico, emozionale, sociale e spirituale.

L’integrazione di queste cinque aree della personalità nell’attuale contesto socioculturale non si realizza naturalmente, ma richiede un’educazione.

Accordo con Caritas Saluzzo per un reciproco scambio di farina e pane

Il CNOS-FAP di Saluzzo insieme alla CARITAS DIOCESANA DI SALUZZO (Ufficio Pastorale della Diocesi di Saluzzo) e allAssociazione A.V.A.S.S. ODV hanno stipulato una convenzione per l’attività di “trasformazione di farina in pane e pasta” da mettere in atto nei laboratori del CNOS-FAP stesso.

L’Associazione A.V.A.S.S.  ODV  consegnerà periodicamente  in base alle proprie disponibilità, presso i locali sede del corso di panetteria/pasticceria in Saluzzo in Via Griselda, 8  i quantitativi di  farina o altri prodotti AGEA, necessari alla preparazione di pane pasta o altri prodotti da forno; la tipologia di prodotti “trasformati” sarà concordata periodicamente dalle Parti sia secondo le esigenze didattiche di CNOS-FAP che delle necessità della mensa di Caritas/AVASS.

La convenzione avrà durata fino al termine dell’anno formativo 2023/2024, ma potrà essere prorogata anche negli anni a venire.

Il nostro centro di formazione si è reso disponibile a partecipare a questa collaborazione, perché reputa che le attività di scambio con il territorio abbiano finalità sia di tipo didattico che di crescita umana e professionale dei propri alunni e per i formatori del Centro.

Inoltre nell’ambito del coordinamento regionale dei settori professionali è stato progettato un percorso di aggiornamento per i referenti regionali e locali sulle competenze green, con particolare riferimento alle competenze in gioco nei percorsi di IeFp ed è nata quindi l’idea ai formatori del Centro di Saluzzo di inserire questo progetto con la Caritas nell’iniziativa che, come l’anno scorso si chiamerà “Green is now”.

L’obiettivo del Progetto di collaborazione è quindi quello di promuovere una mentalità orientata alla sostenibilità, aiutando a sviluppare le conoscenze, le abilità e le attitudini necessarie per pensare, pianificare e agire con empatia, responsabilità e attenzione per il nostro pianeta e la comunità.

CFP Saluzzo: tante nuove iniziative per giovani e adulti

Dal CFP di Saluzzo.

***

Parte il nuovo corso di Lingua italiana e cittadinanza a Costigliole Saluzzo.

Come da programma, martedì 6 febbraio ha preso il via un’attività di “Lingua italiana e cittadinanza” per donne straniere a Costigliole Saluzzo tramite il bando regionale FPL GOL.

Si tratta di un corso di Italiano attivato esclusivamente per donne che hanno bisogno di apprendere le nozioni grammaticali e lessicali, oltre a informazioni pratiche legate alla vita di tutti i giorni, come informatica e sostenibilità ambientale.

Le lezioni si terranno nei locali IL CORTILE in via Vittorio Veneto 95 il martedì e il giovedì con orario 8:30 – 10:30, locale autorizzato dalla Regione Piemonte per l’erogazione di questa attività.

Erano presenti la direttrice del CFP, Debora Gastaldi, accompagnata dalla referente per i corsi per stranieri e dal tutor del corso, la consigliera Erminia Persico per il Comune, il presidente dellassociazione “amici di Portofranco – Don Giorgio Renato Chiapello e insieme hanno dato il via ad un’esperienza nuova e importante nel percorso di integrazione delle famiglie di origini straniere.

«Abbiamo risposto con piacere alla richiesta di Renato di attivare un corso di Italiano a Costigliole e siamo riusciti a proporne addirittura due” – ha detto – la direttrice Gastaldi- “E’ l’inizio di una collaborazione che aiuterà tante persone nel cammino dell’integrazione». La consigliera ha aggiunto «Siamo contenti che ci sia un corso di italiano per le persone straniere a Costigliole. Io stessa ho dovuto cercare la scuola a Cuneo perché parlare bene Italiano è il primo passo per vivere bene qui in Italia».

La partecipazione ai corsi è gratuita (perché finanziata da Regione Piemonte e UE) ma occorre essere iscritti al Centro Per l’Impiego che provvede a verificare se esistono i requisiti per l’inserimento nel programma GOL e successivamente occorre iscriversi al CNOS-FAP per completare le formalità necessarie.

È in programma l’avvio di un secondo corso che si svolgerà con le medesime modalità ma al mercoledì e al venerdì ed è ancora possibile iscriversi.

Per avere maggiori informazioni in merito si può fare riferimento al CNOS-FAP Saluzzo (tel 0175 248285 rif. Elisa) oppure al 333 141 7444.

Partenza della formazione per l’Apprendistato Professionalizzante

Nella settimana tra il 5 ed il 9 Febbraio abbiamo convocato gli apprendisti per i quali le aziende ed i consulenti del lavoro della zona hanno scelto la nostra agenzia formativa per la formazione di base e trasversale obbligatoria connessa al loro contratto di lavoro.

Questa formazione, in parte in aula ed in parte in azienda, il cui monte ore è in funzione del titolo di studio di partenza dell’apprendista (40/80/120 ore a seconda che sia abbia Laurea, Diploma/qualifica o terza media/nessun titolo) è finanziata dalla Regione Piemonte e da fondi dell’Unione Europea (scopri di più).

Il finanziamento avviene tramite avvisi e bandi regionali e viene erogato per mezzo di “finestre erogative” : quella appena iniziata si concluderà il 30 Settembre 2024.

72 sono gli apprendisti in carico alla nostra sede in questo periodo, numero che negli ultimi anni è andato in crescendo. Per il centro è una attività importante per conoscere e approfondire i rapporti con consulenti ed aziende, oltre al fatto che molti apprendisti sono ex allievi del centro che hanno fatto tutto il percorso, dall’ottenimento della Qualifica Professionale fino all’inserimento nel mondo del lavoro.

Nel mese di Aprile avverrà invece il rientro finale dei 93 apprendisti della finestra erogativa precedente.

Tutti in biblioteca!

Con l’anno nuovo è partito un nuovo progetto culturale rivolto ai nostri ragazzi della IeFP, alla scoperta degli spazi rinnovati della Biblioteca Comunale “Lidia Beccaria Rolfi” di Saluzzo: tutti in biblioteca!

Alcune classi a rotazione potranno usufruire della fornitura dei libri della Biblioteca civica di Saluzzo e scegliere di iniziare un percorso di lettura.

Il progetto attiverà inoltre il coinvolgimento dei nostri giovani nei laboratori organizzati dalla Biblioteca stessa, rivolti e con la partecipazione delle scuole di Saluzzo legate al ProgettoTrame  Biblioteche, spazi civici e nuove generazioni”.

Inoltre i libri che sceglieranno e che verranno apprezzati dai nostri giovani, potranno essere di esempio per gli altri, grazie alla bacheca che verrà allestita nella sezione ragazzi con “I CONSIGLI DEL CNOS”, lì si potranno reperire i libri preferiti con allegato un post con la loro citazione preferita o il loro consiglio di lettura.

Una nuova avventura che rende sempre più dinamiche le lezioni frontali e che rinforzano l’obiettivo di far toccare con mano gli spazi culturali del territorio saluzzese.

“Il nostro punto di forza è rispondere ai bisogni di territorio e famiglie” – La Stampa

Si riporta di seguito la notizia apparsa su La Stampa.

***

IL CNOS-FAP nella Granda ha quattro sedi

“Il nostro punto di forza è rispondere ai bisogni
di territorio e famiglie”

Nei prossimi giorni gli ultimi “open day” per conoscere da vicino l’offerta formativa

 

Creare un ambiente formativo per offrire un’educazione globale, in particolare agli adolescenti e ai giovani, considerati nella loro unicità e nella loro qualità di persone, di cittadini e di lavoratori: è questo l’obiettivo dei corsi del CNOS-FAP.

Tutto iniziò intorno alla metà del 1800 a Torino grazie a un sacerdote attento ai giovani, alle loro problematiche, alle loro vite, ai loro diritti, ai loro desideri: San Giovanni Bosco.

Don Bosco volle contenere i danni dello sfruttamento minorile e lo fece attraverso nuovi contratti di apprendistato che tutelavano i giovani lavoratori e attraverso l’apertura di centri di formazione professionale.

Il CNOS-FAP di oggi, erede di quella avventura pionieristica, è presente in tutta Italia con 58 sedi, di cui 13 in Piemonte.

Nelle quattro sedi della provincia di CuneoBra, Fossano, Saluzzo e Savigliano – vengono attivate decine di corsi gratuiti che forniscono agli allievi le conoscenze tecnico- relazionali necessarie per intraprendere il viaggio nel mondo del lavoro.

I corsi spaziano tra diversi settori, dall’automotive alla panificazione, dalla meccanica industriale all’acconciatura.

«Il nostro punto di forza – dice Gianluca Dho, direttore della sede di Savigliano – è quello di rispondere ai bisogni del territorio sia per quel che riguarda le famiglie e gli studenti, sia per la richiesta formativa delle aziende e del tessuto economico provinciale. La nostra è una formazione completa, sotto il profilo professionale e della crescita personale».

Scegliere CNOS-FAP non significa precludersi l’opportunità di optare in seguito per un percorso di studi più ampio: la maggior parte dei corsi triennali può essere completata con l’offerta formativa del quarto e anche del quinto anno, per aggiungere alla qualifica professionale il diploma professionale o la maturità.

Nei prossimi giorni sono in programma gli ultimi «Open Day» che permetteranno agli studenti della scuola secondaria di primo grado e alle loro famiglie di conoscere da vicino l’offerta formativa del CNOS-FAP.

Sabato 13 gennaio la sede fossanese di via Verdi 22 dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00 presenterà i corsi di operatore in area meccanica, termoidraulica, automotive, meccanizzazione agricola, elettrica, servizi alla persona e operatori del benessere in acconciatura ed estetica.

Sempre sabato 13 a Savigliano porte aperte dalle 14.00 alle 18.00 nella sede di vicolo Orfane 6, teatro dei corsi di formazione professionale di trasformazione agroalimentare, panetteria, pasticceria, sala bar e ristorazione.

Giovedì 18 gennaio, infine, nella sede di Saluzzo, al civico 8 di via Griselda, dalle 14.00 alle 17.00 sarà possibile avere una panoramica sui corsi di formazione professionale di acconciatura, accoglienza e strutture ricettive, panetteria e pasticceria.

Proprio dalle 8.00 di giovedì 18, e fino alle 20.00 di sabato 10 febbraio, sarà possibile effettuare l’iscrizione per l’anno scolastico 2024/2025 sul sito www.istruzione.it/iscrizionionline.

Per abilitarsi occorre essere in possesso dello SPID, della Cie (Carta di Identità Elettronica) o dell’eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature).

In caso di necessità è possibile richiedere assistenza alle segreterie delle quattro sedi CNOS-FAP previo contatto telefonico.

L’offerta formativa è consultabile sul sito piemonte.cnosfap.net/tutti-i-corsi/.

Sono aperte anche le iscrizioni ai percorsi di qualifica per giovani e adulti occupati e disoccupati con più di 18 anni, con un’offerta formativa finanziata interamente da Regione Piemonte.

Aperte le iscrizioni al CNOS-FAP di Saluzzo per i corsi per adulti disoccupati – TargatoCN

Si riporta di seguito l’articolo apparso sul giornale TargatoCN.

***

Sono aperte le iscrizioni al Cnos-Fap per i corsi di qualifica, riqualifica ed aggiornamento per adulti disoccupati

La formazione è gratuita perché finanziata da Regione Piemonte, Programma GOL e FSE+ dell’Unione Europea. Per chi fosse interessato è necessario contattare la sede per attivare il prima possibile la procedura di iscrizione e valutare insieme qual è il percorso più adatto

 

Alla sede di Saluzzo del CNOS-FAP, la Formazione Professionale Salesiana, sono aperte le iscrizioni ai corsi di qualifica, riqualifica ed aggiornamento per adulti disoccupati.

La formazione è gratuita perché finanziata da Regione Piemonte, Programma GOL e FSE+ dell’Unione Europea.

Per chi fosse interessato è necessario contattare la sede per attivare il prima possibile la procedura di iscrizione e valutare insieme qual è il percorso più adatto.

In relazione alle richieste che ci perverranno, potremo attivare i seguenti corsi:

  • Addetto alle produzioni alimentari – panetteria e prodotti da forno, 500 ore ( di cui 200 di stage);
  • Addetto alle attività ristorative e ricettive – cucina, 500 ore (di cui 200 di stage);
  • Addetto alle attività ristorative e ricettive – sala e bar, 500 ore (di cui 200 di stage);
  • Adeguamento alla transizione verde e digitale – paghe e contributi, 95 ore;

Oltre ai percorsi elencati, la nostra sede potrà valutare anche altri corsi attivabili in base ai laboratori presenti in sede (ristorazione, cucina e sala bar, panetteria, pasticceria, pizzeria, informatica e competenze digitali, taglio e cucito, corsi di lingue)

Per potersi iscrivere occorre ricevere informazioni precise presso il nostro sportello dei servizi al lavoro, il quale, in stretta collaborazione con il Centro per l’impiego di Saluzzo, sarà a disposizione per tutti i chiarimenti e per seguirvi in tutto quello che il bando di finanziamento prevede, dalla scelta del corso alla gestione dello stesso.

CNOS-FAP Saluzzo a WorldSkills 2023

Dal sito del CFP di Saluzzo.

***

Anche quest’anno i ragazzi del CNOS-FAP Saluzzo in rappresentanza di tutti i percorsi formativi della IeFP presenti nel nostro CFP, hanno potuto cimentarsi nelle dimostrazioni delle proprie “Abilità” negli Stand che sono stati  loro riservati presso il padiglione del Lingotto Fiere di Torino, per l’evento finale di IOLAVORO all’interno di Worldskills Piemonte.

Di fronte ad un pubblico entusiasta e desideroso di potersi fare un’idea sulle scelte da seguire per il futuro scolastico dei loro figli, si sono man mano alternati tutti i ragazzi dando prova delle competenze acquisite durante i loro anni di studio nei relativi campi di loro pertinenza.

Un successo che ha evidenziato quanto il “Lavoro di Squadra” sia indispensabile  e per i Formatori un giusto riconoscimento a tutto l’impegno profuso per raggiungere tali obiettivi.

Il CNOS-FAP di Saluzzo presenta l’offerta formativa per il 2024/25 durante gli Open day di dicembre e gennaio – TargatoCN.it

Si riporta di seguito la notizia apparsa su TargatoCN.it.

***

Il CNOS-FAP di Saluzzo presenta l’offerta formativa per il 2024/25 durante gli Open day di dicembre e gennaio

Sono aperte anche le iscrizioni ai percorsi di qualifica per giovani e adulti con più di 18 anni. Tutta l’offerta formativa è finanziata interamente da: Regione Piemonte, Fse, Fse plus e progetto GOL

Il CNOS-FAP, Formazione professionale Salesiana della sede di Saluzzo, per l’anno formativo 2024/25 presenta tre percorsi triennali (gratuiti) per giovani 14/24 anni, in uscita dalla terza media:

  • Operatore del benessere – erogazione di trattamenti d’acconciatura;
  • Operatore ai servizi di promozione ed accoglienza;
  • Operatore delle produzioni alimentari- – lavorazione e produzione di pasticceria, pasta e prodotti da forno.

Per coloro che hanno già una qualifica coerente si presenta il corso gratuito annuale da:

  • Tecnico dell’acconciatura, corso che rilascia Diploma Tecnico e abilitazione professionale.

Per effettuare la pre-iscrizione e per visionare i laboratori abbiamo istituito alcune giornate di Open Day, nelle date:

  • 15 Dicembre pomeriggio con orario 14/17;
  • 16 Dicembre mattino con orario 9/13;
  • 10 Gennaio pomeriggio con orario 14/17;
  • 18 Gennaio pomeriggio con orario 14/17.

Sono aperte anche le iscrizioni ai percorsi di qualifica per giovani e adulti con più di 18 anni.

Tutta l’offerta formativa è finanziata interamente da: Regione Piemonte, Fse, Fse plus e progetto GOL.

Per informazioni: CNOS-FAP, via Griselda, 8 | 0175248285 | info.saluzzo@cnosfap.net

La cultura della persona e del lavoro promossa nei corsi del CNOS-FAP – La Stampa

Si riporta di seguito l’articolo apparso su La Stampa.

***

CNOS-FAP è la formazione professionale dei Salesiani di Don Bosco, che dal 1978 raccoglie molti centri operanti in Piemonte con le attività di orientamento, formazione e inserimento al lavoro.

L’esperienza richiama l’opera del santo, che già intorno al 1850 a Valdocco si prese cura dei giovani con l’obiettivo di insegnare loro a leggere, scrivere e far di conto, ma anche a trovare un mestiere affinché potessero inserirsi nella società.

Da decenni CNOS-FAP fornisce maestranze qualificate alle aziende operanti nel vasto territorio della provincia di Cuneo: l’obiettivo primario è quello di assicurare agli allievi i mezzi e i valori per inserirsi nel mondo del lavoro con una forte qualificazione e motivazione.

Nel progetto educativo CNOS-FAP la formazione tecnica ha rilevanza, ma non si esaurisce nell’insegnare un «mestiere», perché promuove la «cultura della persona e del lavoro», collegandola al contesto economico e sociale da cui provengono gli allievi e alle loro specifiche potenzialità ed esigenze formative.

Le quattro sedi CNOS-FAP della provincia di Cuneo propongono, già da domani, giornate di Open Day per favorire l’orientamento e supportare i ragazzi nella scelta del proprio percorso.

La formazione professionale salesiana si sviluppa nelle quattro sedi di Bra, Fossano, Saluzzo e Savigliano, con decine di corsi, dall’automotive alla panificazione, dalla meccanica industriale all’acconciatura.

«La nostra caratteristica – ricorda Gianluca Dho, direttore della sede di Savigliano – è quella di essere vicini al territorio: sia per quel che riguarda le famiglie e gli studenti, sia per la richiesta formativa richiesta dalle aziende e dal tessuto economico della zona. Essere aderenti al mercato locale è fondamentale, perché significa preparare i ragazzi all’ingresso nel mondo del lavoro che cerca quelle figure professionali».

Nell’anno scolastico appena iniziato sono stati confermati tutti i corsi attivati e si è consolidata la crescita del numero di studenti.

Domani gli orari di apertura al pubblico per visitare i laboratori e gli ambienti degli istituti senza necessità di prenotazione, saranno diversi per ogni sede.

Dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 sarà visitabile la sede di Savigliano, in vicolo Orfane 6, dove sono proposti corsi di formazione professionale in operatore delle produzioni alimentari e della ristorazione e i corsi di diploma tecnico professionale in tecnico delle produzioni alimentari e tecnico dei servizi di sala e bar.

A Saluzzo, in via Griselda 8, dalle 9 alle 13 porte aperte sui corsi di formazione professionale nel settore del benessere fino alla qualifica di tecnico dell’acconciatura, nel settore turistico per i servizi di accoglienza e strutture ricettive, nel settore delle trasformazioni agroalimentari con il corso triennale di panetteria e pasticceria.

Dalle 8,30 alle 12,30, a Fossano in via Verdi 22, per i corsi di operatore in area meccanica, termo-idraulica, automotive, meccanizzazione agricola, elettrica, servizi alla persona e operatori del benessere in acconciatura ed estetica.

E infine il centro di formazione professionale di Bra, in viale Rimembranze 19, dalle 15 alle 18 aprirà le porte dei settori automotive, meccanica-industriale, termoidraulica, panetteria e pasticceria, servizi alla persona.

Seguiranno, a dicembre e gennaio, altre giornate di apertura per l’orientamento, pubblicizzate sulle pagine social delle sedi.

Scegliere CNOS-FAP non significa comunque precludere un percorso di studi più ampio: la maggior parte dei corsi triennali può essere completata con l’offerta formativa del quarto e anche del quinto anno, per integrare la qualifica professionale con il diploma professionale o l’esame di Stato.

Sono aperte anche le iscrizioni ai percorsi di qualifica per giovani e adulti con più di 18 anni, con un’offerta formativa finanziata interamente da Regione Piemonte, Fse, Fse plus e progetto Gol.

Tutte le informazioni sulle singole sedi sono rintracciabili dal sito generale.

 

Nel segno di don Bosco: 75° Convegno Exallievi – Corriere di Saluzzo

Si riporta di seguito l’articolo del Corriere di Saluzzo sul 75° Convegno degli Exallievi di Don Bosco saluzzesi.

***

EXALLIEVI Il 75° Convegno è in programma il 29 ottobre

Nel segno di don Bosco

Messa, benemerenze di fedeltà e agape fraterna

È tutto pronto per la 75a edizione del Convegno saluzzese dell’Unione Exallievi e Amici di Don Bosco, appuntamento che ogni autunno viene riproposto ai fedeli e a tutti i frequentatori dell’Oratorio di via Donaudi, una volta Oratorio salesiano, oggi Oratorio don Bosco.

Il programma dell’edizione 2023 prevede l’accoglienza nel Sacrario della Cattedrale dalle 9.15 in avanti, con ingresso dalla porticina laterale di via Ludovico II.

All’ingresso si potrà sottoscrivere il tesseramento per l’anno sociale 2024 e avere tutte le informazioni generali sull’Unione.

Alle 9.30 via all’assemblea generale annuale, durante la quale verranno esposti i programmi e le proposte per i progetti futuri.

Saranno presenti il vescovo di Saluzzo monsignor Cristiano Bodo, il parroco del Duomo don Roberto Salomone, la direttrice della comunità FMA di Saluzzo suor Angiolina Pertusio, il rettore dell’Oratorio don Bosco don Dario Ruà, don Paolo Serpi in arrivo da Cagliari, docenti e allievi del CNOS-FAP, il Centro di formazione professionale di ispirazione salesiana presente in città.

Sarà il vescovo Monsignor Cristiano Bodo a celebrare la messa in Duomo delle 11.15, in memoria di tutti gli exallievi e dei salesiani defunti.

Durante la celebrazione eucaristica avrà luogo la consegna delle benemerenza di “fedeltà a Don Bosco” agli exallievi ottantenni, un appunta mento tradizionale che si rinnova ogni anno e che è sempre molto sentito.

Dopo la foto di gruppo ci sarà il pranzo sociale (comunemente definito “agape fraterna“), che sarà ospitato nei locali della bocciofila Auxilium, all’interno dell’Oratorio don Bosco, a partire dalle 12.45 circa.

Alle 16.00 è in programma la visita alla tomba dei salesiani ed exallievi defunti: l’appuntamen to è all’ingresso del cimitero cittadino.

CNOS-FAP Saluzzo: serata di fine Anno Formativo

Dal sito del CFP di Saluzzo il resoconto della serata di fine Anno Formativo, celebrata lo scorso martedì 6 giugno 2023.

***

Martedì 6 giugno 2023 alle 17.30, presso l’Oratorio Don Bosco di Saluzzo, abbiamo festeggiato la fine dell’Anno Formativo e l’inizio del periodo degli esami di Qualifica.

I dieci corsi della nostra sede (3 triennali ed il quarto anno) hanno predisposto degli stand per mostrare alle famiglie invitate, le abilità acquisite durante l’anno, nel settore acconciatura, panetteria/pasticceria e accoglienza turistica.

Alle ore 18.00, il Vicepresidente del CNOS-FAP Piemonte, Don Alberto Martelli ha celebrato la SS. messa di fine Anno Formativo.

Buone vacanze e buona preparazione degli esami di qualifica!