Articoli

Qualifiche professionali – Cnos Fap di Saluzzo

Con la fine di giugno centinaia di ragazzi hanno concluso il proprio percorso nell’ambito della formazione professionale conseguendo i titoli di qualifiche e diplomi. Tra questi gli allievi del  CNOS FAP di Saluzzo. Di seguito l’articolo pubblicato sul “Corriere di Saluzzo“.

SALUZZO Non solo gli esami di maturità dell’Istruzione (Licei e Istituti). Per una parte del mondo scolastico e formativo, infatti, il mese di giugno significa esami di qualifiche professionali, nell’ambito della Iefp, il sistema di Istruzione e formazione professionale. Nelle settimane scorse, centinaia di ragazzi e ragazze hanno terminato i propri percorsi triennali e quadriennali della formazione professionale, conseguendo i titoli di qualifiche e diplomi professionali rilasciati nell’ambito della direttiva regionale Obbligo di Istruzione (Iefp).

Nel comprensorio saluzzese due sono i Cfp (Centri di formazione professionale) che svolgono questo tipo di attività: il Centro salesiano Cnos Fap di Saluzzo e l’Afp di Verzuolo. A differenza dell’Istruzione, la cui competenza è sostanzialmente statale, la formazione professionale è disciplinata dalla Regione Piemonte, che opera attraverso gli Enti di formazione professionali accreditati a svolgere questa attività sul territorio.

Al Cnos di Saluzzo il numero dei qualificati nei percorsi triennali, al termine dell’anno formativo 2020-2021, è stato complessivamente di 59 ragazzi e ragazze: 20 nel percorso di “Operatore della trasformazione agroalimentare – panificazione pasticceria e pizzeria”, 15 nel percorso di “Operatore del benessere – estetica” e 24 nel percorso di “Operatore del benessere – acconciatura”. Inoltre, ai qualificati dei percorsi triennali, vanno aggiunti i 23 diplomati del cosiddetto “quarto anno della formazione professionale, che hanno conseguito il titolo di “Tecnico dell’acconciatura”.

All’Afp di Verzuolo i qualificati triennali complessivamente sono stati 36: 19 nel percorso “Operatore alla riparazione dei veicoli a motore”, con l’allievo Andrea Bonnet che ha riportato la votazione massima di 100/100, e 17 nel percorso “Operatore Meccanico – saldocarpenteria”. Anche all’Afp inoltre, ci sono stati 14 ragazzi che hanno conseguito il diploma professionale di “Tecnico riparatore dei veicoli a motore – Manutenzione e riparazione di parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici e di pneumatici”.

Concorso Nazionale Unico – CNOS-FAP Saluzzo

Il 6 maggio si è concluso il CNAU 2021, a cui ha partecipato il Centro di Formazione Professionale di Saluzzo. Il tema del concorso è stato quello di organizzare una settimana di viaggio-studio in Irlanda. I 4 ragazzi che ne hanno preso parte, non sono saliti sul podio ma sono stati comunque fieri del lavoro svolto. Di seguito la notizia pubblicata su “CNOS-FAP Saluzzo“.

Si è conclusa Mercoledì 06.05.2021 la maratona dei tre giorni del CNAU 2021 (Concorso Nazionale Unico dei capolavori realizzati dai ragazzi iscritti alla iefp del CNOS Fap in Italia).

Il Concorso ha coinvolto diverse aree: Matematico scientifica, Linguaggi e Digitale e gli iscritti sono stati 76 allievi/e appartenenti a 19 CFP.
Le squadre erano composte da 4 studenti per CFP e i nostri ragazzi facevano parte dei corsi del Terzo anno di OPERATORE DELLA TRASFORMAZIONE AGROALIMENTARE-PANIFICAZIONE, PIZZERIA E PASTICCERIA, OPERATORE DEL BENESSERE-ESTETICA e uno studente DELL’OPERATORE DEL BENESSERE-ACCONCIATURA.

Il Concorso è iniziato Martedì in digitale tramite piattaforma G meet, introdotto da Fabrizio Venere, Segretario Nazionale Didattica Digitale, insieme ad altri referenti dei settori interessati, i quali si sono trovati a dover re-inventare un concorso che fosse, in questo anno pandemico, uguale per tutti i centri.
Il tema del concorso era di organizzare una settimana di viaggio-studio in Irlanda. Le squadre hanno avuto un budget virtuale da utilizzare per svolgere le attività previste dalle prove: il viaggio, il soggiorno, i calcoli e i confronti, le visite, le prenotazioni, la gestione degli imprevisti.
La gestione delle attività del concorso ha interessato competenze nel campo della  logica, della matematica finanziaria, dell’informatica e del mondo digitale in generale, elaborazione e racconto di un testo in lingua inglese, comprensione del testo ed elaborazione in lingua  Italiana e la realizzazione di un video finale.
Ogni prova aveva un punteggio, assegnato da una giuria: i ragazzi di Saluzzo non sono saliti sul podio, ma hanno avuto modo di lavorare per la prima volta insieme ad un Progetto innovativo e soprattutto in presenza.

Ingegno, strategie di cooperazione, amicizie nate partendo da una conoscenza superficiale per arrivare ad una identità che ha lavorato bene insieme portando ottimi risultati. Siamo dunque fieri del risultato ottenuto e abbiamo voluto chiedere l’opinione a loro, i veri protagonisti, i ragazzi:
Sabrina

“Ringrazio di essere stata scelta, perché essendo una persona molto timida ho conosciuto persone nuove e ho fatto parte di un progetto nazionale, che non avrei mai fatto. All’inizio è stato più difficile forse perché non ci conoscevamo ancora, ma il secondo giorno la modalità di lavoro è migliorata, Ringrazio anche i professori che ci hanno sostenuti.”

Marco

“Questa esperienza mi è piaciuta, perché ha fatto uscire il lato collaborativo e l’organizzazione di tutti noi, ci siamo messi in gioco e così abbiamo creato un gruppo e nuove amicizie”

Elisa

“Quest’esperienza mi ha fatto cambiare in meglio sia con me stessa che con le persone che non conoscevo e quindi mi sono aperta. Il nostro gruppo è nato per caso, ma con il passare dei tre giorni si è formata una bella squadra, ma anche un’amicizia. Quindi ringrazio tutti loro e anche i professori che hanno dato l’opportunità di partecipare”

Stefano

“Nel partecipare al concorso non ero proprio del tutto convinto, non sapevo come mi sarei trovato con i miei compagni di squadra, ma devo dire che mi è piaciuto, mi sono divertito anche perché amo le sfide, più sono difficili meglio è! Detto ciò posso dire che è stata una bella esperienza, ben organizzata…un’esperienza che rifarei di sicuro!!!”

L’esperienza del gennaio salesiano nei CFP di Bra e Saluzzo

L’educazione è alla base del sistema preventivo di DON BOSCO e dei suoi figli i quali hanno sempre ritenuto l’istruzione il punto cardine della vita dei giovani, l’unico diritto in grado di offrire loro l’opportunità di crescere in modo consapevole, onesto e libero.

Di seguito un breve estratto delle giornate di festa vissute in occasione della ricorrenza di San Giovanni Bosco nel mese di gennaio 2021 da parte del Centro di formazione professionale di Bra e di Saluzzo.

FESTA DI DON BOSCO…A TRATTI !!

BRA – Tranquilli. Don Bosco, il nostro Padre e Maestro dei giovani, è sempre tutto intero!

Anzi, con il passare degli anni, la sua presenza e la sua forza in mezzo ai giovani, è sempre più percepita. Questo grazie ai suoi salesiani e ai formatori che – sull’onda lunga del suo infinito carisma – continuano ad operare instancabilmente con i tantissimi allievi di questo Cfp. Che ha programmato – nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione della pandemia – tre distinte giornate di festa di don Bosco. E un’appendice la prossima settimana.

I festeggiamenti sono iniziati giovedì 28 gennaio, alle 7,45 con tutte le classi seconde (eccetto i Termoidraulici in alternanza) accolte in aula dai loro formatori, per la visione del film «Modalità aerea» al quale è seguita la partecipazione alla messa, celebrata dal direttore dell’opera don Alessandro Borsello e dal nostro catechista don Kenneth Nnadi; l’accompagnamento musicale e canoro affidato ai docenti Matteo Pronzati (regia), Maurizio Botta, Davide Ciravegna e Nanni Spadafora. Bene l’animazione della celebrazione, molto partecipata. Terminata la messa, tutti a degustare la «merenda» di don Bosco, preparata da allievi e colleghi dell’agroalimentare e consegnata rigorosamente in sacchetti monodose. Poi – per completare la giornata, come avrebbe voluto il nostro Santo – le ultime due ore di laboratorio.

Venerdì 29 gennaio, scambiando solamente l’orario della celebrazione e della proiezione del film, la festa con le classi terze: anche in quest’occasione, una partecipazione attiva e attenta, ha fornito spunti di riflessione alle ragazze e ai ragazzi che stanno per concludere il loro percorso nella formazione professionale.

GENNAIO, IL MESE SALESIANO NEL NOSTRO CENTRO

SALUZZO – Con l’arrivo di gennaio tutta la comunità salesiana è stata in fermento, perché gennaio è il mese di Don Bosco e noi come Centro di Formazione Salesiana abbiamo voluto omaggiare come ogni anno il nostro fondatore delle congregazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

In classe per quattro settimane l’Equipè Educativa, i tutor e i formatori sono stati impegnati a raccontare e leggere ai ragazzi del Centro via FAD e in presenza temi legati alla vita di Don Bosco. Nella prima settimana abbiamo riflettuto insieme sul significato di Fiducia e Divertimento, successivamente Carità e Perdono ed infine come è importante accettare la Diversità dell’altro e come essere d’Esempio.

Oltre ai momenti di condivisione collettiva ed individuale, tutte le classi hanno provato a rappresentare un aspetto della vita di don Bosco realizzando qualcosa di concreto in laboratorio, un processo utile con l’obbiettivo di aiutare i giovani ad approfondire la loro conoscenza del santo in base ai diversi settori: – turistico: hanno realizzato “Menù di mamma Margherita” con i cibi tipici del Piemonte povero dell’800 e la brochure con un ipotetico percorso turistico sui luoghi importanti della vita di Don Bosco – panetteria/pasticceria: hanno realizzato prodotti che don Bosco può aver incontrato durante i suoi “mille” lavori da giovane – benessere acconciatura: realizzazione di una cartolina che rappresenti una scena tipica della vita di don Bosco, con acconciature/abiti tipici dell’epoca -benessere estetica: realizzazione dei trucchi da ogni parte del mondo prendendo spunto dalle ubicazioni delle case salesiane ormai sparse su tutto il Globo Tutto ciò che è stato prodotto dai nostri allievi è stato successivamente esposto in un’unica zona dell’atrio, così che tutti potessero ammirare i lavori dei compagni.

Cnos-Fap Saluzzo: addetto Panettiere/Pasticcere e collaboratore polivalente

Ultimi giorni per iscriversi ai corsi riservati e gratuiti per disoccupati maggiorenni Addetto Panettiere/Pasticcere e Collaboratore Polivalente al CNOS-FAP di Saluzzo. Di seguito tutte le informazioni riportate dal quotidiano online TargatoCN pubblicate nella giornata di ieri, 27 gennaio 2021.

Addetto Panettiere/Pasticcere e Collaboratore Polivalente sono i corsi riservati e gratuiti per disoccupati maggiorenni. Iscrizioni entro il 31 gennaio

Le iscrizioni si stanno chiudendo, quindi occorre affrettarsi per fissare il colloquio e la semplice prova pre-selettiva

Al CNOS Fap (Centro nazionale opere Salesiane) di Saluzzo, in via Griselda 8 sono aperte le iscrizioni a due corsi pomeridiano/serali aperti a disoccupati maggiorenni; i corsi, entrambi da 600 ore con 240 ore di stage in azienda, rilasciano la Qualifica professionale e sono gratuiti perché finanziati dalla Regione Piemonte e dal Fondo Sociale Europeo.

I percorsi sono:
–  Addetto Panettiere/Pasticcere
(con nozioni di Pizzeria);
– Collaboratore polivalente nelle strutture ricettive e ristorative
: una figura in grado di pulire/detergere/sanificare, rifare le camere, fare accoglienza, preparare e servire le colazioni sia in strutture ricettive di tipo turistico, ma anche in tutte quelle strutture in cui sia necessario fare le mansioni indicate (case di riposo, rsa, comunità, agriturismi, etc..).

Sia durante il corso che al termine, gli iscritti saranno seguiti ed aiutati dallo Sportello per i servizi al lavoro, interno alla sede, per valutare un inserimento lavorativo.

Le lezioni si svolgeranno:
–       In presenza per quanto riguarda la parte di laboratorio;
–       A distanza per la parte di teoria;
–       Corsi in orario preserale/serale 17.30/22.30 ed il sabato mattina per panetteria/pasticceria

Le iscrizioni si stanno CHIUDENDO, quindi occorre affrettarsi per fissare il colloquio e la semplice prova pre-selettiva.

Per maggiori informazioni potete :
– telefonare al numero 0175/248285
– mandare una mail a segreteria.saluzzo@cnosfap.net
– compilare il seguente form: https://forms.gle/7wWw7DfGZeFrxpEX9
– consultare i siti: cuneo.cnosfap.net/saluzzo e saluzzo.cnosfap.net
– Consultare la pagina Facebook “Cnos Fap Salesiani Saluzzo”
– Passare in sede, via Griselda 8 a Saluzzo, previo avviso telefonico.

Due corsi Cnos-Fap Saluzzo per disoccupati nel settore alimentare e ricettivo

I due corsi gratuiti per disoccupati disponibili al Centro di Formazione Professionale di Saluzzo: addetto panettiere e pasticcere. Di seguito l’articolo pubblicato su La Nuova Gazzetta di Saluzzo nella giornata di oggi.

Due corsi Cnos-Fap per disoccupati nel settore alimentare e ricettivo

VIA ALLE ISCRIZIONI (GRATUITE), 600 ORE DI LEZIONE (240 DI STAGES)

Due corsi Cnos-Fap per disoccupati nel settore alimentare e ricettivo SALUZZO Al Cnos Fap (Centro nazionale opere Salesiane) di Saluzzo, in via Griselda 8, sono aperte le iscrizioni a due corsi pomeridiano-serali aperti a disoccupati maggiorenni.

I corsi, entrambi da 600 ore con 240 ore di stage in azienda, rilasciano la Qualifica professionale e sono gratuiti perché finanziati dalla Regione Piemonte e dal Fondo Sociale Europeo. I percorsi sono: addetto panettiere/pasticcere (con nozioni di pizzeria).

“Collaboratore polivalente nelle strutture ricettive e ristorative”: una figura in grado di pulire, detergere, sanificare, rifare le camere, fare accoglienza, preparare e servire le colazioni sia in strutture ricettive di tipo turistico, ma anche in tutte quelle strutture in cui sia necessario svolgere le mansioni indicate (case di riposo, Rsa, comunità, agriturismi).

Sia durante il corso che al termine, gli iscritti saranno seguiti ed aiutati dallo Sportello per i servizi al lavoro, interno alla sede, per valutare un inserimento lavorativo.

Le lezioni si svolgeranno in presenza se la situazione lo consentirà, altrimenti in parte con formazione a distanza (Fad), relativamente alla parte teorica e in parte in presenza (per la parte pratica di laboratorio e stage). I corsi a oggi sono approvati in attesa di finanziamento: gli iscritti saranno sottoposti ad una semplice prova preselettiva e ad un colloquio motivazionale.

Per maggiori informazioni rivolgersi alla sede di Saluzzo in via Griselda 8 con orario: dal lunedì al venerdì dalla 8 alle 13 e dalle 14 alle 17, oppure tramite mail a info.saluzzo@cnosfap.net o chiamare il numero 0175-248285. L’offerta formativa si trova anche sul sito cuneo.cnosfap.net/saluzzo o sulla pagina facebook.

CFP Saluzzo: Scuola aperta alle famiglie sabato 11 gennaio 2020

Continuano le giornate di Open Day al Cnos-Fap di Saluzzo. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 11 gennaio 2020. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato in data odierna dal La nuova Gazzetta di Saluzzo in merito alle giornate di Porte Aperte organizzate dal Centro e i corsi disponibili.

SCUOLA APERTA ALLE FAMIGLIE SABATO 11 GENNAIO
Corsi di formazione professionale, ecco l’offerta Cnos Fap di Saluzzo

Continuano le giornate di porte aperte per le famiglie e i ragazzi al Cnos Fap di Saluzzo.

Il Centro di formazione professionale salesiano, nella giornata di sabato 11 gennaio, dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14 alle 17, sarà aperto e disponibile alle visite e alla presentazione della propria offerta formativa, in particolare per i giovani in uscita dalla terza media.

Per l’anno formativo 2020/21 (con inizio a settembre 2020), sono previsti 3 percorsi gratuiti di qualifica triennale, da 990 ore l ‘ anno, 2970 ore totali delle quali 300 impiegate in stage aziendali, per il conseguimento della qualifica nelle seguenti specializzazioni :

  • Operatore del benessere
  • Erogazione di trattamenti di acconciatura;
  • Operatore delle produzioni alimentari Lavorazione e produzione di pasticceria, pasta e prodotti da forno;
  • Operatore ai servizi di promozione e accoglienza.

Per chi invece è già in possesso di qualifica professionale coerente, sarà possibile iscriversi al corso gratuito di Diploma Professionale (quarto anno) in Tecnico dell’acconciatura.

Nella giornata di “scuola aperta” si potranno visitare i laboratori, conoscere i formatori e valutare anche i corsi per adulti disoccupati (Addetto di falegnameria) e per adulti occupati della direttiva FCI (Elementi di panetteria, pasticceria e pizzeria, Elementi di pizzeria, Lingua italiana elementare, Informatica di base, tre livelli di Lingua italiana dei segni, taglio e cucito livello base). Tutta questa offerta è finanziata dalla Regione Piemonte e dal Fondo Sociale Europeo al 100% per giovani e disoccupati (corsi gratuiti) , al 70% per adulti occupati ( FCI ) . Ulteriori informazioni si possono trovare sulla pagina Facebook: Cnos-Fap Salesiani Saluzzo e sito internet: saluzzo.cnosfap.net

CFP Saluzzo: il nuovo catalogo dei corsi FCI

Da gennaio 2020 al Centro di Formazione Professionale di Saluzzo ripartiranno 10 corsi per adulti occupati. Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dal sito dell’opera con tutte le informazioni dei corsi.

SALUZZO – A partire da gennaio 2020 si ripartirà, presso la sede CNOS-FAP di Saluzzo,  coi corsi per adulti occupati, finanziati al 70% dalla Regione Piemonte e dal FSE. I corsi sono aperti, prioritariamente ad occupati o possessori di partita iva, percettori di quindi del voucher regionale di co-finanziamento del corso; per gli occupati con isee < di 10000 € i corsi sono gratuiti, mentre per chi non rientra nei percettori del voucher l’iscrizione è aperta, ma con pagamento del corso a prezzo pieno. Si tratta di un’offerta formativa che rilascia attestato di validazione delle competenze, previo frequenza assidua al corso (superamento delle ore minime previste) e con un test finale di apprendimento con commissione interna (i docenti del corso) e si tratta di corsi serali, con orario 19.30/22.30.

L’offerta formativa prevede 10 corsi, con indicato il monte ore ed il prezzo finale per chi percepisce il voucher:
Aggiornamento informaticoelaborazione testi e foglio elettronico livello base, 40 ore, 132€;
Elementi di panetteria, pasticceria e pizzeria, 60 ore, 198€;
Elementi di Pizzeria, 50 ore, 165€;
Lingua italiana L2, LIVELLO elementare, A2, 60 ore, 198€;
Ristorazione – tecniche di pasticceria da ristorazione (per chi ha già conoscenze pregresse nel settore o che avesse già frequentato il corso di Elementi di panetteria, pasticceria e pizzeria in passato);
Tecniche di taglio e cucito, livello base, 60 ore, 198€;
Tecniche di comunicazione interpersonale, 18 ore, 59.40 €;
Tecniche di lingua italiana dei segni:
. livello base LIS1, 60 ore, 198€;
. livello intermedio LIS2, 60 ore, 198€;
. livello avanzato LIS3, 60 ore, 198€;
Le iscrizioni sono aperte, contattate il nostro centro alla mail info.saluzzo@cnosfap.net o al numero 0175248285, oppure sul sito cuneo.cnosfap.net o passando in sede in via Griselda 8 a Saluzzo.

CFP Saluzzo: Legno&Ingegno dal design al marketing

Il Centro di Formazione Professionale di Saluzzo invita i partecipanti al corso IFTStecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del made in Italy” alla consegna degli attestati prevista per sabato 26 ottobre 2019 presso il Laboratorio del legno di Isasca (ore 14,30 – Via provinciale 13).

L’IFTS è un’attività nata all’interno del Polo del legno del saluzzese, tavolo di lavoro organizzato dal Comune di Saluzzo al quale partecipano le principali aziende artigiane e le associazioni del settore legno; in particolare, tale IFTS ha visto come partner alcune entità di rilievo, come la Bertolotto S.P.A., l’IIS Denina/Pellico/Rivoira, il Dipartimento di marketing della facoltà di Economia dell’Università di Torino, il Consorzio Saluzzo Arreda e l’importante collaborazione con CNA Cuneo e Confartigianato Cuneo oltre ad altre realtà del territorio.
Sarà l’occasione per parlare, all’interno di un pomeriggio di incontri e conferenze, del futuro del settore, della formazione nel settore legno e delle nuove, possibili collaborazioni future.
Al termine sarà offerto un aperitivo organizzato con la collaborazione di Cnos-Fap e Bertolotto S.P.A.

CFP Saluzzo: Anno formativo 2019-20

Con l’inizio del nuovo anno formativo 2019-2020 riprendono le attività al CNOS-FAP di Saluzzo. Si riporta l’articolo oggi pubblicato da Antonino Gentile sul sito dell’opera.

L’anno formativo 2019-2020 è iniziato: 9-9-2019, data importante per i nostri ragazzi del Centro di Formazione Professionale Salesiano CNOS-FAP di Saluzzo che oggi iniziano un nuovo percorso formativo.

I primi fortunati ad iniziare sono i ragazzi di Prima settore Operatore del benessere indirizzo acconciatura con 25 alunni, i ragazzi del settore Operatore agro-alimentare panetteria, pasticceria e pizzeria con 23 iscritti, e per la prima volta il corso triennale Operatore ai servizi di promozione ed accoglienza – strutture ricettive (per il turismo del territorio) – con 22 studenti. Seguiranno a breve i momenti di accoglienza presso l’Istituto Salesiano di Alassio – Madonna degli Angeli -con i ragazzi di prima e i formatori di aula e laboratorio. Si tratta di giornate di conoscenza, divertimento e preghiera per iniziare insieme il nuovo anno formativo.

Dal 16 settembre il rientro effettivo sarà anche per tutti i ragazzi dei corsi del Secondo, Terzo e anche per quest’anno il Quarto anno di acconciatura per il raggiungimento del Diploma professionale come Tecnico dell’acconciatura.

Durante l’estate sono stati portati a termine importanti lavori di adeguamento dei locali, in particolare il laboratorio di panetteria/pasticceria nel quale oltre alla piastrellatura delle pareti sono stati acquistati nuovi macchinari utilizzabili anche dal percorso del turistico, per il reparto caffetteria e sono stati sostituiti tutti i pc delle due aule di informatica.Ripartono anche i corsi gratuiti perché finanziati da Regione Piemonte e Fondo Sociale Europeo, rivolti ad adulti disoccupati: Addetto Panettiere/pasticcere e Addetto Falegnameria con il supporto del laboratorio del legno di isasca.

La nuova direzione e tutti i formatori del Centro augurano un BUON INIZIO, ricordando gli insegnamenti di Don Bosco che ci invita a mettere l’educazione e la formazione a servizio della crescita integrale dei giovani, a farne espressione di un progetto di vita e quindi di salvezza.

“Volete fare una cosa buona? Educate la gioventù. Volete fare cosa santa? Educate la gioventù. Volete fare cosa santissima? Educate la gioventù. Volete fare una cosa divina? Educate la gioventù. Anzi tra le cose divine e divinissima”

D. Bosco, Memorie Biografiche, XIII, 629

Cnos-Fap Saluzzo – 20 diplomati

Pubblichiamo la notizia proveniente dal Corriere di Saluzzo di giovedì 18 luglio, riguardo ai 20 diplomati del Cnos-Fap di Saluzzo nel corso post diploma “Ifts- Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del made in Italy”.

SALUZZO – Sono 20 i diplomati nel corso post diploma “Ifts- Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del made in Italy”. Il 10 luglio si è concluso il percorso nato dalla collaborazione tra il Cnos Fap di Saluzzo che è anche capofila, l’istituto Denina, l’Università di Torino, il Consorzio Saluzzo Arreda e la Bertolotto porte. Il corso, voluto dal “Polo del legno” del Saluzzese, è partito con 25 ragazzi e ragazze che da novembre si sono cimentati nella progettazione di complementi d’arredo “made in Saluzzo” con le caratteristiche per essere venduti sul mercato globale .

«Sei dei venti diplomati – dice il responsabile Paolo Trucco – hanno già ottenuto un contratto di lavoro in aziende del settore. A settembre è prevista una presentazione dei risultati ottenuti, momento nel quale si potrà fare il punto della situazione in merito alla formazione nel settore legno nel saluzzese e analizzare le possibilità future in accordo con le esigenze delle aziende. ll corso è stato frutto di una ottima collaborazione tra aziende ed enti pubblici ed è stata la possibilità per aprirsi anche a settori diversi rispetto a quelli per il quale il centro Cnos è stato finora conosciuto, in continuità col percorso del Legno dell’IIS Denina/ Pellico.

È stato un percorso proficuo anche dal punto di vista umano, visto il livello e l’interesse dimostrato da parte dei nostri iscritti, che ringraziamo per il lavoro svolto».